1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. arcy

    arcy Membro Attivo

    Buongiorno

    sono in procinto di ristrutturare la casa dove attualmente risiedo, sebbene non si identifica come prima casa, é da qualche giorno che mi assale un forte dubbio in merito alle agevolazioni fiscali per un mutuo di ristrutturazione che in questi giorni sto chiedendo in banca.
    Sembrerebbe, che sia possibile beneficiare di agevolazioni fiscali (interessi passivi, imposta di registro, notaio eccetera) purchè il mutuo sia rivolto, anche se seconda casa, ad un immobile dove il contraente elegge la fissa dimora e risulta come abitazione principale.
    Potreste fugare questo dubbio?
    Grazie anticipatamente per le risposte
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I benefici sono possibili solo se tu poi effettivamente ti sposti/vai a risiedere in quella che adesso è la seconda casa.

    Beneficiare delle agevolazioni dichiarando il "falso" diventi sanzionabile.
     
  3. arcy

    arcy Membro Attivo

    Assolutamente sì

    In realtà sin d'ora è già la mia fissa dimora e abitazione principale e lo sarà anche per il futuro
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La detrazione IRPEF per interessi passivi e relativi oneri accessori è per mutui ipotecari per la costruzione e la ristrutturazione edilizia dell’abitazione principale.
    Per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente.
    Pertanto, se è la casa dove già attualmente risiedi (e ciò è comprovato dall'iscrizione anagrafica), quella è già ora la tua abitazione principale.
     
  5. arcy

    arcy Membro Attivo

    ok

    grazie
     
  6. arcy

    arcy Membro Attivo

    questa condizione è valida anche se trattasi di seconda casa? Ossia avendo altre proprietà nello stesso comune di residenza come la legge prevede.
    Inoltre, chiedo se nel contratto di mutuo stipulato con la banca è necessario che sia specificato come condizione essenziale che la ristrutturazione sarà eseguita sull'immobile che costituirà abitazione principale affinchè possa beneficiare di un imposta di registro al 0.25% contro quella ordinaria al 2 % dell'importo richiesto.
    Grazie ancora
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La detrazione degli interessi sul mutuo si riferisce all'abitazione principale, indipendentemente se questa sia stata acquistata usufruendo delle agevolazioni cosiddette "prima casa" o no.
    Premesso che l'imposta non è di registro, ma "sostitutiva" (dell'imposta di registro, ipotecaria, catastale e bollo). L'aliquota è il 2%, se il mutuo (la cui durata contrattuale sia stabilita in più di diciotto mesi) è destinato a finanziare la ristrutturazione di una abitazione per il cui acquisto non è utilizzabile l’agevolazione "prima casa".
    L'aliquota è quella dello 0,25% se il mutuo (la cui durata contrattuale sia stabilita in più di diciotto mesi) è destinato a un'abitazione che, se fosse comprata, avrebbe i requisiti per beneficiare dell’agevolazione "prima casa" (anche se nella fattispecie non vi è alcun acquisto da effettuare, dato che si tratta di una ristrutturazione).
     
    Ultima modifica: 11 Marzo 2016
  8. arcy

    arcy Membro Attivo

    quindi scusami, non ho compreso se l'imposta sostitutiva nel mio caso di specie è da considerarsi al 0.25% o al 2% .
     
  9. arcy

    arcy Membro Attivo

    ok
    per benefici intendi gli interessi passivi da portare in detrazione IRPEF o l'imposta sostitutiva agevolata al 0.25% o entrambi?
     
  10. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Per poter godere dei benefici prima casa occorre, tra altri requisiti:
    - non essere titolare, esclusivo o in comunione col coniuge, di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione, su altra casa nel territorio del Comune dove si trova l’immobile oggetto dell’acquisto agevolato
    - non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà, su altro immobile acquistato, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
     
  11. arcy

    arcy Membro Attivo

    quindi.... benchè sia abitazione principale non ho diritto ad alcuna agevolazione fiscale sul mutuo che sto per stipulare........
     
  12. tuonoblu

    tuonoblu Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    bhe
    io direi che in quanto abitazione principale, quanto meno potrai beneficiare delle detrazioni fiscali del 19% per quanto riguardano interessi passivi, e spese accessorie del mutuo (notaio, imposta sostitutiva) :maligno::ok:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina