1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti,
    dopo aver richiesto il preventivo, mi accingo a far sostituire gli infissi nella casa che ho affittato.
    la Ditta a cui ho affidato i lavori mi ha proposto che il pagamento venga così suddiviso:
    40% alla conferma dell'ordine (che ho già confermato)
    40% all'inizio lavori è 20% a fine lavori.
    vengo al punto.
    la Ditta mi ha già inviato la prima fattura dove è solo riportato: Pagamento con Bonifico; descrizione: Acconto fornitura serramenti; il codice IBAN ; la denominazione della ditta oltre all'importo e l' IVA.

    Questi dati sono sufficienti per la banca che deve eseguire il bonifico con l'agevolazione del 65% ? o le indicazioni sulla fattura sono insufficienti in quanto non è riportato alcun articolo di legge ne' altro?

    come sempre Vi ringrazio e attendo fiducioso per la/e rispost/e

    pennangelo
     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao, deve essere riportato il riferimento della fornitura per le agevolazioni, ovvero il riferimento della norma di riferimento.
     
  3. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La fattura è giusta così com'è. E' il contribuente (cliente) che si deve far carico delle incombenze derivanti dalle agevolazioni che intende sfruttare.
    In particolare il cliente deve andare in banca con la fattura e fare il bonifico specificando che intende usufruire delle agevolazioni per il risparmio energetico e poi si deve attivare, a fine lavori (entro 90 gg), affinchè venga inviata la comunicazione all'Enea, eventualmente anche tramite la ditta che ha fornito i serramenti se "è attrezzata" a farlo, altrimenti deve dare l'incarico ad un tecnico esperto in questo tipo di pratiche....
    In alternativa, per avere una pratica facilitata, il cliente può optare per le agevolazioni del 50% per le ristrutturazioni, recarsi in banca con la fattura e fare il bonifico specificando appunto che intende sfruttare le agevolazioni del 50% ed è finita lì.....
     
    A Fagiani Sarah, Daniele 78 e fiorello64 piace questo elemento.
  4. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie essezeta67, sono molto più tranquillo

    pennangelo
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  5. Fagiani Sarah

    Fagiani Sarah Membro Junior

    Proprietario di Casa
    L'importante è che quando vai in banca trovi il cassiere intelligente che fa esattamente quello che dici tu e non agista per interpretazione...dato che al sostituzione degli infissi va quasi sempre in detrazione al 65% perchè volta al risparmio energetico, in questo caso il riferimento normativo è diverso e se, come specificato da essezeta76, non hai tutte le carte in regola per il 65% difficilmente potrai ottenere poi il 50%.:shock:
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Che il bonifico (obbligatorio solo per i contribuenti non titolari di reddito d'impresa) riporti:
    - la causale;
    - il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
    - il codice fiscale o il numero di partita IVA del soggetto a favore del quale è disposto il bonifico.
    In modo che la banca o Poste italiane SpA possano operare la ritenuta a titolo d'acconto del 4% dell'imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori.
    E' il contrario. I requisiti per ottenere la detrazione del 65% sono più stringenti di quelli per ottenere la detrazione del 50%.
     
  7. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    rispondendo a Nemesis chiedo:
    la ritenuta del 4% a titolo d'acconto operata dalla banca deve risultare sulla copia del bonifico che mi ha rilasciato oppure l'operazione avviene successivamente.
    grazie ancora a tutti
    pennangelo
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
     
  9. Fagiani Sarah

    Fagiani Sarah Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Forse non sono stata molto chiara.
    Se decidi di effettuare un recupero fiscale per il 65% devi come detto prima da altri provvedere a tutte le giuste pratiche per ottenerla ed effettuare il bonifico con la causale : risparmio energetico riferito alla 296/06 e successive modifiche e al DL 82/2013 e successive modifiche se non erro.
    Qualora alcune delle pratiche o la procedura per il 65% fossero mancanti o errata, ma la causale riportata si riferisce al risparmio energetico molti CAAF o commercialisti non la passeranno in dichiarazione dei redditi nemmeno come detrazione per il 50% (molto più snella e semplice nella procedura) che ha come causale L. 214/11 e successive modifiche e DL 63/2012 e successive modifiche per le Ristrutturazioni edilizie/manutenzioni straordinarie. Onde evitare spiacevoli inconvenienti al momento della dichiarazione dei redditi bisogna avere fin da subito le idee chiare...
     
  10. pennangelo

    pennangelo Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie Sarah, sei stata ed eri stata chiarissima fin da subito.
    il tecnico che segue i lavori (titolare dell'impresa), mi ha confermato che sarà sua cura espletare tutte le pratiche inerenti. Anche la comunicazione all'ENEA.
    Mi debbo fidare????
    il 1° bonifico è già stato effettuato con riferimento alla legge 296/06
    grazie ancora
    pennangelo
     
  11. Fagiani Sarah

    Fagiani Sarah Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Allora perfetto la causale è giusta. stagli dietro per la compilazione delle pratiche all'ENEA e il relativo invio che avviene a mezzo portale. Se non erro ci sono 60gg di tempo dalla data di fine lavori/collaudo per inviare la documentazione all'ENEA, prima te la fa e meglio è.
    ciao
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La causale, sia per gli interventi di ristrutturazioni edilizie sia per quelli di riqualificazione energetica, fa riferimento sempre alla stessa norma: art. 16-bis del TUIR, approvato con il D.P.R. n. 917/1986.
    Entro 90 giorni dal termine dei lavori.
     
  13. Fagiani Sarah

    Fagiani Sarah Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Esatto ma c'è comunque una distinzione specifica altrimenti si creano conflitti e non tutti i CAAF o i commercialisti si prendono la responsabilità passare in detrazione costi gestiti in modo equivoco e con scarsa chiarezza o imprecisi nelle procedure.
    Parlo per esperienza personale. Tutti gli home-banking, per emettere bonifico per detrazioni fiscali, infatti, fanno distinzione, pur inserendo lo stesso riferimento normativo: danno entrambe le opzioni.
    Mi correggo per la comunicazione all'ENEA è vero ci sono 90 gg di tempo.
     
    A essezeta67 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina