1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. db76

    db76 Nuovo Iscritto

    Buonasera vorrei porvi qualche domanda. Sono proprietario di un appartamento in cui sono residente da più di 5 anni, l'ho acquistato tramite mutuo non ancora saldato e ho beneficiato delle agevolazioni per la prima casa. Vorrei trasferirmi in un altra città più vicina al luogo in cui lavoro e avrei intenzione di affittare l'appartamento di mia proprietà e prendere in affitto un appartamento a mia volta. Posso trasferire la residenza nel nuovo appartamento senza perdere i benefici per la prima casa? Cosa succede agli interessi passivi del mutuo? Dovrei pagare IMU sulla seconda casa? Ho le idee un po' confuse.:occhi_al_cielo: Ringrazio anticipatamente.
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Sì :
    Il diritto alle detrazioni spetta alle seguenti condizioni:
    · l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale entro un anno
    dall’acquisto (termine elevato da sei mesi ad un anno dalla L. n. 388/2000 con
    decorrenza 1.1.2001);
    · la condizione di dimora abituale deve sussistere nel periodo d’imposta per il quale
    si chiedono le detrazioni, con eccezione delle variazioni di domicilio dipendenti da
    trasferimenti per motivi di lavoro. Ciò vuol dire che se un lavoratore è costretto da
    motivi di lavoro a trasferirsi in altro luogo, la casa in cui abitava non perde la
    qualifica di abitazione principale. Pertanto la detrazione degli interessi passivi e degli altri
    oneri accessori continua a spettare anche se l’immobile viene dato in locazione (cir. n.
    15/2005). Parimenti, non si tiene conto delle variazioni di domicilio dipendenti da
    ricoveri permanenti in case di riposo o in centri di assistenza sanitaria. In questo caso,
    però, per poter continuare ad usufruire delle detrazioni è necessario che l’abitazione
    rimanga sfitta.
    E’ ammessa l’autocertificazione di una dimora abituale diversa dalla residenza
    anagrafica.
    http://sicilia.agenziaentrate.it/si...2008/guida interessi passivi ottobre 2008.pdf
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    però ti troveresti a pagare l'IMU come seconda casa su entrambi gli appartamenti (residenza da una parte e domicilio dall'altra)...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina