1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    buonasera ho un quesito da porre: mio suocero ha affittato un appartamento ed essendo la prima volta che va in affitto non sa bene come comportarsi. Nel contratto c'è scritto questo:
    "il canone sarà annualmente aggiornato senza necessità di richiesta del locatore, in misura pari alla variazione dell'indice istat 100% riferita al mese precedente a quello di inizio del contratto"
    questo vuol dire che il locatore non gli manderà alcuna richiesta? come può fare a calcolare l'aggiornamento?
    mio suocero paga 480€ al mese e il contratto è stato stipulato a gennaio 2011.
    grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    in pratica devi automaticamente aumentare il canone d'affitto, senza che vi sia richiesta del locatore del 100%
    del valore Istat del mese precedente relativo all'inizio del contratto di locazione, cioè devi prendere come riferimento l'aumento Istat del mese di Dicembre di ogni anno. questo Dicembre 2011 l'aumento è stato del 3,2%. in pratica pagando 480 euro al mese, con l'aumento dovrai pagare 495,36 euro sino a Dicembre 2012.
    a Gennaio 2013 pagherai 495,36 euro più l'aumento Istat di Dicembre 2012.
    l'aumento Istat viene pubblicato a metà mese circa sulla Gazzetta Ufficiale.
    spero di essere stato esauriente e chiaro.
    saluti
    JERRY48
     
    A Mannari Maria e GianfrancoElly piace questo messaggio.
  3. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    sei stato chiarissimo ed altamente esaustivo:p
    ti ringrazio moltissimo e ti auguro una buona settimana
     
  4. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ma per l'imposta di registro come fate:fiore:
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    l'imposta di registro si paga lo stesso annualmente all'Agenzia delle Entrate. metà il conduttore e metà il locatore: il 2% dell'ammontare del canone annuale.
    se il locatore ha optato per la cedolare secca non bisogna versare niente. risolve col 730.
    e il conduttore non paga neanche l'aumento Istat. però deve essere stato informato dal locatore con lettera raccomandata.
    saluti JERRY48
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La tua domanda sottindende un "tranello" perchè se si dovesse seguire pedissequamente la normativa, nel caso di contratto di locazione ordinario, si andrebbe fuori dai termini con conseguente irrogazione di penali. In pratica è impossibile applicare l'incremento Istat del mese precedente l'inizio della nuova annualit perchè gli indici Istat vengono pubblicati solo dopo 45 giorni dal mese di riferimento.
    Tornando al caso proposto dall'amico:

    Il canone di gennaio non può essere rivalutato con l'indice di dicembre in quanto non ancora pubblicato....e nemmeno il canone di febbraio può essere rivalutato con il "reale" indice in quanto non verrà pubblicato prima del 16 febbraio.
    Ma.............trattandosi di contratto con inizio annualità a gennaio, entro 30 giorni bisognerà pagare l'Imposta di registro e di Bollo su un ammontare di canone che non è stato ancora comunicato all'inquilino, ma lo sarà solo quando si avranno gli indici reali.
    Per questi inconvenienti, in pratica la rivalutazione viene effettuata (in modo da aggiornare il canone a Gennaio) utilizzando l'ultimo indice Istat pubblicato: in pratica quello di 2 mesi prima, cioè Ottobre.
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    il contratto è stato firmato. quindi bisogna rispettarlo. è giusto quello che dici tu che di solito si prende come riferimento l'Istat di due mesi prima.
    però considera che il canone di gennaio lo può pagare anche con 15 gg. dopo il 1° del mese e di solito l'indice Istat viene pubblicato il 15 o il 16 del mese in merito.
    comunque il contratto fatto firmare è una presa per i f...:rabbia:
     
  8. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    comunque il contratto fatto firmare è una presa per i f...

    perchè mi dici questo?

    Invece a proposito dell'imposta di registro ieri ho chiesto ad un inquilino dello stesso stabile come si comportava lui in merito. Mi ha risposto che in tutti gli appartamenti che ha affittato fino adesso nessun padrone ha mai pagato l'imposta di registro per gli anni seguenti (quindi neanche lui come affittuario) e che per l'aumento istat aspetta che le proprietarie gli dicano qualcosa, fino ad allora non paga niente in più! Io vorrei fare le cose giuste anche perchè non voglio che poi chiedano a mio suocero degli arretrati o che gli arrivino delle multe! Purtroppo l'agenzia a cui ci siamo dovuti appoggiare per affitare l'alloggio ha preso la parcella in nero e adesso non ci da consulenza.
     
  9. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    puoi sempre rivolgerti ad una associazione degli inquilini:fiore:
     
  10. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mi sembra strano che nessun proprietario ha pagato l'imposta di registro. I casi sono due: o i proprietari l'hanno pagata ma non hanno chiesto niente al conduttore o sono tutti contratti in nero. :rabbia:
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Pretendere sempre la fattura. In caso contrario denuncia alla GdF prima di pagare, così li si becca in flagranza di reato.
     
  12. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo con casanostra: l'imposta di registro si paga ogni anno con le ripartizioni date da Jerry48. Per l'aggiornamento ISTAT il contratto è chiarissimo: lo devi pagare: i coefficienti ISTAT li trovi cercando su Google il sito "FOI".
     
  13. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma come faccio a sapere se il locatore la paga l'imposta di registro se non mi chiede la mia metà?
    Oppure sono io che devo autonomamente pagare la mia parte di imposta di registro?

    A chi mi consiglia di chiamare la GdF rispondo che al momento della stipula l'agenzia mi dice che se non pago in nero non mi fanno firmare il contratto dove trovo il tempo di far intervenire i finanzieri...... Comunque è sempre la solita storia se in Italia ci fosse la legge che l'IVA la scarico al 100% e non al 19% non ci sarebbe certamente evasione
     
  14. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se il contratto è stato registrato una copia del contratto si trova all'ADE, fatti dare gli estremi di registrazione dal locatore e con questi richiedi una copia conforme all'ADE.
    Nei contratti di locazione uso abitativo (codice negozio 7202 locazione non finanziaria) non c'è l'IVA.
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    sono tutti evasori poichè l'imposta di registro si deve pagare ogni anno all'AdE.
    per fare le cose in regola puoi benissimo pagare l'imposta totale annuale anche tu da solo e successivamente rivalerti sul locatore. per quanto riguarda l'ISTAT, se nel contratto vi è la clausola dell'aumento non c'è bisogno della richiesta del locatore. per quanto riguarda il mio scritto presa per i f... è solo perchè di solito si applica l'aumento, prendendo come riferimento i due mesi prima della scadenza annuale del contratto
    saluti JERRY48
     
  16. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    I finanzieri possono intercettare e registrare il colloquio dell'incontro presso l'agenzia ed intervenire al momento del pagamento in nero. Proprio per questo si deve denunciare.
     
  17. GianfrancoElly

    GianfrancoElly Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Dal sito Case, consigli per l'acquisto, vendita e affitto immobili, casa
    "Per legge è obbligatorio registrare tutti i contratti di locazione presso l'Ufficio del Registro del Comune in cui si trovano gli immobili, pagando un'imposta di registro.
    Tutti i contratti di locazione devono essere obbligatoriamente registrati entro venti giorni dalla firma del contratto stesso o dalla data del suo inizio, se precedente.
    In caso di registrazione effettuata in ritardo, la legge prevede una mora: entro trenta giorni, il 15% in più dell'importo dovuto più gli interessi legali, attualmente al 2,5%; oltre i trenta giorni, il doppio dell'importo iniziale, più gli interessi legali.
    Dall'obbligo di registrazione sono esentati solo i contratti che abbiano una durata inferiore a trenta giorni: in pratica, i soggiorni turistici. Il tipo di pagamento cambia a seconda del fatto che per il contratto sia o no necessario pagare l'IVA.
    Contratti non soggetti ad IVA
    I contratti di locazione non sono soggetti all'IVA quando:
    il padrone di casa è un privato, oppure:
    è un'impresa che non sia né la ditta costruttrice né una ditta che esiste al solo scopo di comprare e vendere immobili.
    Per i contratti non soggetti ad IVA l'imposta di registro è il 2% del canone annuo di locazione."
    Inoltre se non si registra il contratto si rischia di non essere tutelati. Dovresti chiedere al proprietario copia del contratto registrato, in cui compare il n° di registrazione che deve essere riportato nei pagamenti degli anni successivi
     
  18. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    forse non riesco a farmi capire perchè nessuno risponde a quello che chiedo (salvo rare eccezzioni)
    Il contratto E' registrato!
    Sto chiedendo se l'imposta di registro successiva al primo anno la devo pagare per intero e poi farmi rimborsare dal proprietario la sua parte, oppure se io posso pagare solo la MIA quota!

    x tovrm: il tuo discorso non fa una piega, ma a mio suocero NON lo hanno detto prima di pagare in nero! Cosa doveva fare andare in quel momento andare in bagno e chiamare la GdF? E questi intervenivano dopo 5 minuti! oppure mandare all'aria il contratto? siamo coerenti! certo che se lo sapeva prima poteva al limite "tendere un agguato" all'agenzia come dici tu
     
  19. giannigiliola

    giannigiliola Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    e' meta' per uno proprietario ed inquilino:fiore:
     
  20. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Poteva chiedere tempo per «riflettere». Nessuno lo ha obbligato con una pistola alla tempia, credo.
    E a volte si possono anche mandare all'aria i contratti, non è mica la fine del mondo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina