1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. CristinaX0X0

    CristinaX0X0 Nuovo Iscritto

    L'aggiornamento ISTAT va fatto ogni anno? Chi lo calcola? (posso chiedere di farlo al mio commercialista?) So che non è obbligatorio aggiornare il canone d'affitto MA se viene fatto, va fatto sempre? E' a discrezione del proprietario? Se, mettiamo caso, il proprietario lo aumenta e poi l'anno dopo l'ISTAT è in negativo, se l'inquilino vuole che il canone venga adeguato (abassato) è suo diritto richiederlo? Grazie per spiegarmi come funziona.
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    L'aggiornamento istat dei contratti di locazione residenziale era previsto dall'art. 24 della legge 392/78 (equocanone).
    Con l'entrata in vigore della legge 431/1998 (che ha riformato di fatto gli affitti) tale art. 24 è stato abrogato.

    Ne consegue che ad oggi nei contratti di locazione non è obbligatorio inserire la clausola dell'aggiornamento istat.

    Se la clausola compare, l'aggiornamento può essere richiesto anche nella misura massima del 100% della variazione istat.

    Bisogna però inoltrare al conduttore specifica richiesta scritta (meglio se con raccomandata A/R) nella quale si evidenzia l'aggiornamento e il momento in cui questo decorre.

    Il calcolo è semplicissimo. Ogni mese l'istat pubblica sul suo sito (ma anche sulla Gazzetta Ufficiale) qual'è stato l'indice di aggiornamento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Se l'aggiornamento richiesto in contratto è del 75% tale indice va ridotto di quella percentuale. Se invece è del 100% si apllica così come sta.
    Basta moltiplicare l'indice pubblicato per il canone annuo di locazione e l'aggiornamento è fatto.
    Attenzione però che è un dato annuale. Va quindi diviso per i dodici mesi ed il risultato sommato alla mensilità dell'affitto.

    L'inquilino non ha la possibilità di chiedere la riduzione del canone. Se l'indice è negativo l'annualità non viene aggiornata.

    Saluti
     
    A CristinaX0X0 piace questo elemento.
  3. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    A CristinaX0X0 piace questo elemento.
  4. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    salve,quoto quanto scritto da che e' intervenuto precedentemente

    faccio solo piccola aggiunta:
    non occorre inviare annulmente la richiesta scritta preferibilmente x raccomandata se nel contratto viene inserita la dicitura che "l'applicazione annuale dell'adeguamento agli indici ISTATviene concordata fin da ora dalle parti senza la necessita' che il Locatore la richieda annualmente"

    il link al sito ISTAT per le variazioni del mese rispetto allo stesso mese dell'anno precedente
    FOI nazionale generale

    l'adeguamento ISTAT applicato al canone generalmente e' quello relativo al mese di stipula del contratto
    Il canone adeguato annuale e' la nuova base di calcolo delle tasse di registrazione che occorre pagare

    cordiali saluti ed auguri Marco
     
    A stella del sud piace questo elemento.
  5. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Condivido tutto quanto è stato detto, sarà comunque tuo onere quella di eseguire il calcolo ISTAT in aggiornamento e trasmetterlo con lettera raccomandata il mese prima del rinnovo annuale. Se la lettera con la richiesta di aggiornamento non giunge o giunge in ritardo di alcuni mesi ciò equivale ad rinuncia dell'aumento per quel periodo che non potrà essere recuperato.
     
    A CristinaX0X0 piace questo elemento.
  6. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Purtroppo devo contraddire quanto citato.
    La Cassazione, con Sent. n. 2417/2005 ha decretato: "Qualora le parti convengono l'aggiornamento automatico del canone su base annuale senza necessità di richiesta espressa del locatore, tale clausola è ritenuta nulla".

    Saluti
     
    A CristinaX0X0 e Marco Costa piace questo messaggio.
  7. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Omissis…..
    Argomentando a contrario, ne consegue che le pretese creditorie formulate dal locatore potevano risultare fondate solo laddove la clausola in parola del contratto di locazione fosse stata chiaramente individuata ed espressamente richiamata, in modo di avere la certezza che l'obbligata sia stata messa nella condizione di fermare la sua attenzione sul contenuto della clausola richiamata, sottoscrivendola. Invece, il richiamo ad alcune clausole contrattuali, ad eccezione di quella afferente l'adeguamento ISTAT del canone, comporta l'inefficacia della stessa singola clausola per mancanza della sua specifica approvazione" della parte aderente ovvero della conduttrice, così come prevede al co. 2, l'art. 1341 c.c. Peraltro, la Corte di Cassazione ha escluso ogni tipo di automaticità dell'aggiornamento del canone sancendo la nullità di quelle clausole contrattuali che prevedono l'aggiornamento automatico in quanto dirette ad attribuire un vantaggio al locatore in base al combinato disposto degli art. 32 e 79 legge 392/78 (in tal senso, Corte Cassazione - III sezione — sentenza del 7 febbraio 2005 n. 2417). Una eventuale richiesta di aggiornamento del canone secondo le variazione degli indici Istat può considerarsi legittima solo con riferimento all'anno immediatamente precedente alla stessa, e ciò perchè la richiesta si pone come condizione per il sorgere del relativo diritto, con la conseguenza che il locatore non potrà vantare il diritto ad ottenere il pagamento degli arretrati.
    L'adeguamento Istat e la locazione

    Buon Natale :fiore:
     
    A CristinaX0X0 piace questo elemento.
  8. CristinaX0X0

    CristinaX0X0 Nuovo Iscritto

    Ahahah, grazie mille Massimo. Rido perchè mi è venuto mal di testa a leggere come si aggiorna l'ISTAT!
    Si, nel mio contratto l'aggiornamento richiesto è del 75% e il canone di locazione è partito il 10 gennaio 2009.
    Che mese devo guardare per l'aggiornamento? Dicembre? La raccomandata la devo spedire subito o è già troppo tardi?
    Preferirei delegare a qualcuno questo calcolo anche perchè potrei dimenticarmi dell'aggiornamento.
    Posso chiedere al mio commercilista di farlo al posto mio o è cosa che compete solo al proprietario?
    Grazie ancora.

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Buon Natale!:daccordo:

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Ahahah, grazie mille Massimo. Rido perchè mi è venuto mal di testa a leggere come si aggiorna l'ISTAT!
    Si, nel mio contratto l'aggiornamento richiesto è del 75% e il canone di locazione è partito il 10 gennaio 2009.
    Che mese devo guardare per l'aggiornamento quindi? Dicembre?
    La raccomandata la devo spedire subito o è già troppo tardi?
    Preferirei delegare a qualcuno questo calcolo anche perchè potrei dimenticarmi dell'aggiornamento.
    Posso chiedere al mio commercilista di farlo al posto mio o è cosa che compete solo al proprietario?
    Grazie ancora.

    Aggiunto dopo 1 :

    non so perchè ma credo di aver fatto confusione con il reply ai post. Scusate!!! Grazie a tutti di cuore e auguri di Buon Natale!
     
  9. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Grazie Massimo per il chiarimento
    mi sono riletto la sentenza da te citata che ricordavo (sbagliando) non ammettesse solo la richiesta tardiva dell'aggiornamento ISTAT di piu' anni arretrati
    chiedo venia :confuso: :???: e... grazie non si smette mai di imparare Marco
     
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dal 1/2010 indice 136.0 con base 1995
    Al 11/2010 indice 137.9 con base 1995

    Variazione:
    1.4 %


    75% = + 1,05%
     
    A stella del sud piace questo elemento.
  11. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

  12. raflomb

    raflomb Membro Assiduo

    Non complichiamo le cose semplici. Calcolare l'aumento ISTAT con i dati aggiornati ad un mese prima dell'inizio del nuovo anno di locazione ed inviare la richiesta a mezzo raccomandta A/R.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina