1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cominale rosa

    cominale rosa Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    buona sera a tutti io ho un problema dove abitavo prima sono stata aggredita
    dai vicini di casa ed io li ho denunciati adesso il tribunale monocratico li ha condannati ho un problema serio il figlio di queste persone sta minacciando mio marito e lo insegue da sotto casa mia datemi un consiglio cosa posso fare aiutatemi per piacere rispondetemi grz di :amore:
     
  2. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Cara rosa raccolgo il tuo messaggio alquanto emotivo.
    Anzitutto questa "persecuzione" nei confronti di tuo marito va ben interpretata.Cosa significa:lo insegue?
    Prima di arrivare alla configurazione del reato previsto dall'art.612 cod.pen. occorrono determinati presupposti che dalla tua descrizione non sembra ricorrano.
    Vogliamo procedere legalmente? ma occorrono delle prove precise che dovrai produrre.
    Vuoi fare una semplice denuncia-esposto ai carabinieri?
    Ma da come descrivi il fatto non vai lontano.
    Anzi,direi che con l'antefatto (condanna),ci andiamo ad impelagare ancor di più. Esasperando una situazione già di per sè "corrotta".
    Quindi le soluzioni in attesa di altri sviluppi che potrai riferirci,sarebbero le seguenti.
    Far finta di nulla sinchè non si arrivi a qualcosa di "concreto",raccogliendo comunque delle "prove".
    Avvicinare con le buone il Tizio invitandolo a smetterla e,in caso di strafottenza,minacciando a tua volta di ricorrere nuovamente alla legge.
    Ultima ratio incaricare un avvocato perchè intanto lo "diffidi".Per esperienza personale queste monitorie sortiscono qualche effetto.
    In ogni caso da noi si dice :"calma e gesso".
    Pertanto riflettete sui provvedimenti da adottare e riferiteci pure sull'evolversi della situazione.
    Un abbraccio da
    Gatta
     
    A pazzagg piace questo elemento.
  3. gattons

    gattons Nuovo Iscritto

    Mio nonno era continuamente minacciato verbalmente dal condomino che abitava nell'appartamento sopra al suo! Io sono andata dai carabinieri, ho denunciatob il fatto e i carabinieri hanno diffidato il condomino . Dopo l'avvertimento avuto dai carabinieri non ci sono stati più problemi. Il mio consiglio è quello di rivolgersi sempre alle forze dell'ordine anche solo per metterli a conoscenza dei fatti prima che diventino gravi. Poi perchè uno dovrebbe sopportare di essre seguito? c'è, se non mi sbaglio, un reato che si chiama mobbing.......
     
    A arcobaleno piace questo elemento.
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    anch'io parlerei con i carabinieri. se l'ex vicino non è proprio un deliquente professionista, e dal comportamento non sembrerebbe (sarebbe già passato a vie di fatto) quattro chiacchere informali con i carabinieri lo aiuteranno a dimenticarsi di te.
     
    A arcobaleno piace questo elemento.
  5. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    PURTROPPO NON VARRANNO A NULLA ULTERIORI DENUNCE PERCHE' OGGI MANCO SE TI AMMAZZANO IL COLPEVOLE VIENE PUNITO.....POTETE FARE UNA COSA SOLA...CAMBIARE CASA SENZA LASCIARE TRACCIA...NEMMENO AL PORTALETTERE !:occhi_al_cielo:
     
    A pietrosalvi piace questo elemento.
  6. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    ciao , scusa hanton21 ma su questo argomento . personalmente non sono d'accordo con te ;)
    se tutti ci comportiamo cosi' lasciamo solo il campo libero a nuovi e maggiori soprusi, arroganze, bullismo, che inesorabilmente portano una societa' debole e malata ad essere succube delle peggiori criminalita' organizzate.

    Ribelliamoci affrontando personalmente l'argomento (invito verbale all'inseguitore a trovarsi un'occupazione piu' divertente) oppure tramite gli strumenti che la legalita' ci mette a disposizione (un buon legale sapra' consigliarti ... come alcuni gia' in questi post hanno fatto) tramite denuncie al carabinieri, diffide, ecc

    Sono coscente che in alcuni casi gli strumenti legali di difesa sortiscono un'effetto immediato ed in altri invece l'effetto contrario (forse anche per differenti approcci alle situazioni da differenti caratteri ed esperienze dei singoli carabinieri) ma proprio in questi casi "difficili" occorre non dubitare ed insistere nel far rispettare i propri diritti senza uscire dalla legalita'

    cordiali saluti marco
     
    A arcobaleno e gcava piace questo messaggio.
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    solo con un avviso bomario ai c.c. che con prudenza avviseranno il figlio che cerca di molestare il marito, basta questo per calmare i bollenti spiriti.
     
  8. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    carisssssimo Marco ,quanti hanni hai ? io ne ho 75 e ho scritto in base ad una LUNGA esperienza : per cui prendiamo i casi possibili :
    -rivoltarsi : giusto...ma subdolamente penso che e' proprio cio' che vuole questo soggetto...così potra' a sua volta denunciarti per aggressione... seguito: denunce,penale,avvocati,e soprattutto...vivere RABBIOSAMENTE...pericolo infarti,coccoloni,etc
    -affrontare l'energumeno : quanti hanni ha ? quanti il perseguitato ?...e poi,ripeto, va cercando lite per restituirti cio' che gli hai fatto....e sono sempre beghe e soldi buttati
    Tutto va visto,caro Marco, anche alla luce di altri fattori :
    -qui siamo in Italia...c'e' applicazione su INTERPRETAZIONE della legge dipendente dal giudice
    -fossimo ,ad es, negli Stati Uniti,dove ho dimorato per parecchio tempo,la prassi impone che a seguito della sentenza il reo od i rei ,se sono molti(condomini in generale), vengono diffifati dietro pena di ARRESTO IMMEDIATO ,dall'avvicinare,incontrare,o muoversi comunque in un raggio di....0,5 miglia ed a volte piu'...ma qui,devi al minimo sporgere querela ...ove ti vengono richiesti testimoni e testimonianze che,il ns perseguitato, sembra NON avere
    ....non voglio esprimermi oltre e resto del mio parere....non solo cambierei casa ma znche ZONA....
    per adimecasa : avviso bonario ? ma se ci sono casi denunciati nei quali una donna ,perseguitata dal marito, ha denunciato la cosa PIU' e PIU' VOLTE ai carabinieri per poi...finire ammazzata !
     
    A pietrosalvi piace questo elemento.
  9. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Gentilissima ed impaurita Rosa,
    i consigli altrettanto validi seppure divergenti te li hanno già forniti sia Gatta che Marco Costa. Il mio è quello di non prendere mai sottogamba nessuna minaccia. Altro partecipante al forum ha citato gli Stati Uniti. Anche io ci sono stato ed ho visto cose che da una parte ho invidiato ed altre che mi hanno fatto compatire le loro situazioni. In ogni modo qui siamo in Italia, tu a Torre del Grco, Gatta a Trieste ed io circa a metà, vicino a Roma. Torno al consiglio, vai dai Carabinieri esponi il problema, se necessario mettilo per iscritto con una denuncia per molestie. Ricordati il vecchio proverbio che dice :"con l'erba moscia tutti ci si puliscono"......provino a farlo con l'ortica. Ecco, comportati da ortica. Fategli vedere "le zanne scoperte" e vedrai che metterà la coda fra le gambe e non vi darà più fastidio.
     
    A pietrosalvi e mino1949 piace questo messaggio.
  10. Gatta

    Gatta Membro Attivo

    Per amore della precisione va puntualizzato sul "mobbing":
    "Il Mobbing .
    II termine mobbing è stato coniato agli inizi degli anni settanta dall'etologo Konrad Lorenz per descrivere un particolare comportamento di alcune specie animali che circondano un proprio simile e lo assalgono rumorosamente in gruppo al fine di allontanarlo dal branco.
    Il primo a parlare di mobbing quale condizione di persecuzione psicologica nell'ambiente di lavoro è stato alla fine degli anni '80 lo psicologo svedese Heinz Leymann che lo definiva come una comunicazione ostile e non etica diretta in maniera sistematica da parte di uno o più individui generalmente contro un singolo che è progressivamente spinto in una posizione in cui è privo di appoggio e di difesa e lì relegato per mezzo di ripetute e protratte attività mobbizzanti.
    In Italia si inizia a parlare di mobbing solo negli anni '90 grazie allo psicologo del lavoro Haraid Ege che delinea il fenomeno come "una forma di terrore psicologico sul posto di lavoro, esercitata attraverso comportamenti aggressivi e vessatori ripetuti, da parte dei colleghi o superiori" attuati in modo ripetitivo e protratti nel tempo per un periodo di almeno sei mesi. In seguito a questi attacchi la vittima progressivamente precipita verso una condizione di estremo disagio che cronicizzandosi si ripercuote negativamente sul suo equilibrio psico-fisico. " Fonte:WIKIPEDIA.
    Ciò premesso,senza che mi si ritenga l"ipse dixit",mi sembra che di tutti i post quello di hanton21 sia il più equilibrato e coerente alla realtà (fatti e luoghi).
    Cari saluti a tutti.
    Gatta
     
    A pietrosalvi piace questo elemento.
  11. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    x gatta bella lezione di psicologia, ma in tavola non entra niente, rispondo ad hanton 21 tu ai 75 anni io ne ho 72 e di acqua ne ho visto passare sotto i ponti ma non è mai tornata indietro, i due sono consapevoli tutti e due di aver ragione altrimenti non vi è cognizione di causa, il problema è capire che più a ragione e viceversa, se la lezione avuta con una condanna non è servita, quale soluzione proponi se non quella di farsi rispettare reciprocamente??:daccordo:
     
  12. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai confuso "mobbing" con "stalking".
    Da Wikipedia:
    "è un termine inglese che indica una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo che affligge un'altra persona, perseguitandola ed ingenerandole stati di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità[1]. Questo tipo di condotta è penalmente rilevante in molti ordinamenti; in quello italiano la fattispecie è rubricata come atti persecutori (articolo 612 bis del Codice penale), riprendendo una delle diverse locuzioni con le quali è tradotto il termine stalking. Il fenomeno è anche chiamato sindrome del molestatore assillante.
    La persecuzione avviene solitamente mediante reiterati tentativi di comunicazione verbale e scritta, appostamenti ed intrusioni nella vita privata. Lo stalking può nascere come complicazione di una qualsiasi relazione interpersonale, è un modello comportamentale che identifica intrusioni costanti nella vita pubblica e privata di una o più persone."
     
    A gattons piace questo elemento.
  13. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    ciao, a tutti
    io ne ho solo (si fa per dire) 47 ma la nostra amica sembrerebbe aver gia' trasloccato una volta ...
    quindi casa l'ha gia' cambiata ... non dice se per causa dell'aggressione , ma deduco che una parte di incidenza l'abbia avuta

    Continuare a scappare senza provare a rialzare la testa ? ? e a far rispettare i propri diritti ... anche se ti trovi a Torre del Greco ? ?
    Non ho 70anni ma a 47 vi assicuro che non mi sento altezzoso o con pruriti di orgoglio da difendere vivi come in un 20enne , pero' proprio a farmi mettere i piedi in testa in nome dell'incolumita' di oggi rischiando in vicini ancor piu criminali domani .... personalmente NON ci sto'

    per fortuna siamo in un Forum ed ogniuno esprime le sue idee che non sono ne legge ne verita' ma solo punti di vista e spunti di discussione
    Cordiali saluti a tutti Marco ;)

    PS una ipotesi potrebbe anche essere che se i vecchi vicini dopo la denuncia e la sentenza a sfavore hanno smesso di infastidire e minacciare ...possono essere informati dai carabinieri e convincere il figlio (che potrebbe minacciare anche a loro insaputa) ad adottare lo stesso atteggiamento di rispetto per evitare le loro stesse conseguenze ;)
     
    A Luigi Barbero piace questo elemento.
  14. gattons

    gattons Nuovo Iscritto

    Grazie , era proprio questo!
     
  15. mtr

    mtr Membro Attivo

    Carabinieri, e diffida ad avvicinarsi (quanti metri non so dirti.).
     
  16. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    per adime : ti sbagli ...l'acqua che passa sotto i ponti ..torna SEMPRE indietro .....
    per chi e' stato negli States : bravo..ma QUANTO TEMPO sei stato ?
    per Marco : cavolo ...! non avevo capito che avessero gia' traslocato..ed in ogni caso spero che non sia per il medesimo motivo altrimenti...errare e' umano ma perseverare...
    Un saluto a tutti
     
  17. ninetto

    ninetto Membro Attivo

    caro hanton21 a me sembra che la situazione non sia così grave da andarsi a nascondere.
    penso pure io che i carabinieri potrebbero portare serenità.
     
  18. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    carissimo ninetto : una lite con i carabinieri di mezzo NON porta mai serenita' ma acredine...poi nessuno parla di andare a nascondersi ma di usare il buonsenso ..insomma "non si puo' stare in paradiso a dispetto dei santi" recita un vecchio adagio...ai posteri l'ardua sentenza : sinceramente spero ed auguro che prevalgano ragione e buonsenso...Ciao
     
  19. cominale rosa

    cominale rosa Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    cari amici vi ringrazio tutti in sintesi vedo che super giu' mi consigliate tutti la stessa cosa ma io mi sono recata dai carabinieri ma volete sapere che mi hanno risposto che non c' erano resupposti per denunciare in pratica se mio marito viene aggredito voi credete che i carabinieri prenderanno la cosa sul serio io vi dico di no intervengono solo se c'e' il sangue a terra e chissa quanto tempo inpiegheranno per intervenire che tristezza sapere che siamo soli ma sapete cosa dico bisogna difendersi da soli .
    e questo ve lo dice una persona che porta ancora i postumi di 4 lunghi anni di aggressioni il danno di salute me l' hanno gia fatto adesso ho cambiato paese ma pero' la mia salute non e' piu quella di una volta e voi vi chiedete a chi va abbiata questa colpa e meglio non dirlo sapete cosa dico io e dura mangiare per lunghi anni pane e pacienza quando non c'e' la salute sei molto povero ed io lo sono grz di esserci a tutti voi vi apprezzo molto kisssssssss buona nottegrz di:amore::daccordo::daccordo::daccordo::daccordo::daccordo::amore::amore:
     
  20. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    da hanto21 a tutti : VISTO ? che avevo detto ?
    in questi casi non e' un disonore ,potendo, andarsene
    Comunque un augurio ed un abbraccio per Rosa:fiore:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina