• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Maxdeloryca

Nuovo Iscritto
#1
Buongiorno,
Mi è stato proposto l'acquisto di un appartamento costruito nel 2006.
All'epoca il costruttore ha fatto richiesta di agibilità, dopo circa 15 giorni il comune ha risposto che mancavano all'appello alcuni documenti "Futili" per far partire l'ispezione dei vigili del fuoco e del ASL.
Il costruttore non ha mai più fatto seguito alle richieste del comune.
L'agenzia mi ha informato di questa mancanza e credo che lo voglia mettere come condizione nella proposta di acquisto e di conseguenza nel rogito.
Adesso qualche domanda mi sorge:
1) dovendo richiedere un mutuo, la banca potrebbe non erogarlo in caso di mancanza di questo certificato?
2) dovendo fare alcuni lavori di restrutturazione, (Aggiunta di un Velux e invertire bagno con la cucina) il certificato è necessario per aprire la pratica in comune di inizio lavori?
3)In qualialtri problemi potrei incorrere acquistando un appartamento senza questo certificato?

Ringrazio anticipatamente e spero di ricevere notizie al più presto.
 

Gianco

Membro Storico
#2
Adesso l'agibilità la può certificare un tecnico al quale dovranno essere fornite le relative certificazioni dei differenti impianti. Forse fai prima e magari ti costerà qualcosa, ma risolvi.
 

clemente

Membro Attivo
#4
Concordo con quanto afferma Griz, non credo si possa rogitare e aggiungo che difficilmente la banca accorderebbe un mutuo per l'acquisto di un immobile senza agibilità
 

Gianco

Membro Storico
#5
L'agibilità non è necessaria, perché tu potresti acquistare un fabbricato non agibile, nel senso che ha necessità di rifare certi impianti, che poi tu regolarizzerai.
 
#8
Io le consiglio di inserire nella proposta di acquisto una clausola che specifichi la richiesta di far depositare il certifacato di abitabilità a carico della parte venditrice. Non si assuma responsabilità e costi che spettano alla parte venditrice. Altrimenti incarichi un tecnico di sua fiducia, cerchi di capire i costi sia del tecnico che dei diritti e chieda una sconto alla parte venditrice. Ma consiglio la prima soluzione
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

moralista ha scritto sul profilo di robertomarte.
Auguri per il compleanno, conserva la delibera dell'assemblea, e in caso di infrazione potresti incolpare i dissenzienti
Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
Alto