1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. dragone

    dragone Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    il decuius aveva la piena proprieta' di due immobili lascia senza testamento al coniuge con due figli, sulla prima casa il coniuge chide agevolazione prima casa piu diritto abitazione mentre sulla seconda si divide in parti uguali, quali quote devo indicare in voltura, è posso non trascrivere il diritto di abitazione.Grazie
     
  2. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il diritto di abitazione del coniuge superstite si acquista per legge all’apertura della successione e come tale è valido ed efficace a prescindere dalla sua trascrizione; solo con la trascrizione però si è del tutto al riparo da eventuali trascrizioni pregiudizievoli operate da terzi: non tanto dagli eredi quanto da loro eventuali aventi causa che, pqualora acquistassero a titolo oneroso dall’erede che, in mancanza di detta trascrizione, risulterebbe apparente, vedrebbero salvo il loro acquisto in buona fede.
    Inoltre trascrivere il diritto di abitazione o meno comporta differenze sul piano fiscale.
     
  3. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ho l'impressione che abbia usato il termine "trascrivere" in modo improprio: tenderei a pensare che intendesse "indicare" a catasto il diritto di abitazione. La mia risposta è "ni": in effetti molti professionisti tendono a non riportarlo sulla voltura: non vedo il perchè. Del resto sotto il profilo fiscale Agenzia delle Entrate guarda la situazione a catasto: e sembrerebbe logico riportarlo in modo che sia esplicito a chi competono le imposte dirette e locali sull'immobile.

    Non so poi se ho interpretato bene la esposizione del postante, ma le quote non cambiano in presenza del diritto di abitazione.
    Per cui, per entrambi gli immobili le quote sono 1/3 caduno.
    Sul primo immobile la mamma avrà pure il diritto di abitazione (se non erro si riporta come una nota)
     
    A Franci63 piace questo elemento.
  4. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi sul primo immobile i figli hanno 1/3 di nuda proprietà , e la mamma 1/3 di proprietà piena e 2/3 di diritto di abitazione.
    Sul secondo immobile 1/3 di proprietà per ciascuno.
    O sbaglio ?
     
  5. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Come effetto risultante sul primo immobile riguardo all'aspetto fiscale , i figli è come se avessero solo la nuda proprietà.
    Ma tecnicamente nella compilazione della voltura, se ricordo bene, non si imputa ai figli la nuda proprietà, bensì la proprietà: il diritto di abitazione è un diritto minore che il catasto non tratta in modo equivalente all'usufrutto. (il modulo SW ha/aveva opzioni vincolate per quanto riguarda i diritti reali ammessi, e non era contemplato il diritto di abitazione)

    In sostanza la dicitura che avevo riportato in voltura è stata (per il figlio):
    PROPRIETÀ 1/4- SOGGETTA A DIRITTO ABITAZIONE A FAVORE DEL padre/madre

    nel caso qui postato il risultato in visura diventerebbe:
    Madre : proprietà 1/3 con diritto abitazione 1/1
    Figli: proprietà 1/3

    Tra voltura e successiva visura , le indicazioni si sono cioè (apparentemente) invertite, comunque con indicazione non equivocabile..
     
  6. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ottima spiegazione, grazie.
    La modulistica non è certo il mio forte...:)
     
  7. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In effetti è abbastanza strano che il SW sia impostato in questo modo: forse è la ragione per cui molti geometri mi suggerivano di non citare questo diritto. Io ho provato così e tutto andato secondo le aspettative. E' vero che un giorno o l'altro, :pollice_verso:, qualcuno dovrà fare la cancellazione di questo diritto: ma sarà come cancellare un usufrutto. Tanto la voltura sarà da presentare comunque.
     
    A Franci63 piace questo elemento.
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Non credo che sia esatta la soluzione perché nel caso ci fosse l'usufrutto si avrebbe:
    per la madre la quota di proprietà 1/3 il diritto d'abitazione per 3/3;
    a ciascuno dei due figli 1/3 di nuda proprietà gravata da diritto d'abitazione.
     
  9. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Vaglielo a spiegare ai tuoi colleghi del catasto.
    Intanto mi sembra un ossimoro scrivere "nuda proprietà gravata da diritto di abitazione ": se è nuda non puoi più togliergli niente.

    A parte queste sciocchezze, ti ripeto che in voltura avevo indicato per mio figlio la sua quota gravata dal mio diritto di abitazione. È il risultato prodotto dalla procedura d'ufficio ad aver generato nella successiva visura, la scritta che ho indicato.

    Ps. Per la cronaca nelle successioni curate da geometri per i miei genitori e miei suoceri, nessuno si è premurato di indicare in voltura il diritto di abitazione. Ed anche per me suggerivano di lasciar perdere.
    Sarei portato ad affermare, anche per altre esperienze, che spesso professionisti ed impiegati del catasto, recitano "a soggetto"
     
  10. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    :ok: questa sarebbe la logica, ma i postanti non la condividono
     
  11. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non direi: temo si fermino al tecnicismo usualmente adottato, senza valutare l'insieme
     
  12. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    Il postante cerca conferma, sarebbe stato meglio indicare 1/3 alla madre della nuda proprietà, con diritto di abitazione, e 2/3 ai figli solo della nuda proprietà
     
  13. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non direi, specie se ti metti ad aggiungere delle bufale
     
  14. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    Quali ad esempio?
     
  15. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La madre eredita 1/3 in piena proprietà, (con diritto di abitazione anche sui 2/3 del figli)
     
  16. moralista

    moralista Membro Senior

    Professionista
    se eredita 1/3 certamente e sottinteso gli altri 2/3 ad altri eredi, poi se vogliamo mettere i puntini agli i siamo in democrazia ancora per ora (MA)
     
  17. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ma benedetto: non sta li il punto: hai attribuito alla madre 1/3 di nuda proprietà, quando le spetta 1/3 di piena proprietà: non è che sia la stessa cosa. Specie se stiamo impostando la voltura.
     
  18. dragone

    dragone Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ho parlato con un tecnico e lui nella nuovavoltura non indica il diritto di abitazione ma ad esempio per 3 eredi divide 1/3 cadauno che ne pensate
     
    A Gianco piace questo elemento.
  19. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Cosa ti avevo detto?
     
  20. dragone

    dragone Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Di farla 1/3 cadauno senza diritto abit
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi