• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

CarmineStanziani

Nuovo Iscritto
Proprietario Casa
Buonasera la società E.distribuzione deve istallaredue pali enel su un mio terreno edificabile!!!
Quanto posso chiedere di indennizzo? Il mio terreno perderà valore!
Grazie a chi mi darà qualche consiglio
Carmine
 

davideboschi

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ti suggerisco di verificare (o far verificare) che l'elttrodotto non possa essere deviato in modo da non interessare la tua proprietà o quanto meno da interessarla in modo da non inficiare, o da inficiare il meno possibile, la potenzialità edificatoria del terreno.

Se costa di più, che l'Enel si arrangi. Non si capisce perché l'ENEL, per risparmiare sui suoi costi (che sono costi di tutti) debba danneggiare uno solo.

Qualora poi tutte le soluzioni esaminate fossero tali da ridurre effettivamente il valore del tuo terreno, i casi sono due:
- o cedi a ENEL l'intero terreno, a prezzo di mercato (più o meno quanto otterresti con l'esproprio, che però comporta tempi molto lunghi)
- o ti fai risarcire per la perdita di valore, che non è solo il valore della superficie interessata dall'elettrodotto, ma l'effettiva perdita di valore dell'intera proprietà, causata dalla presenza dell'elettrodotto.
Una valutazione seria, nell'uno e soprattutto nell'altro caso, deve necessariamente passare attraverso un perito, anche se in prima battuta potresti limitarti a sentire quanto ti offrono, e siccome probabilmente sarà poco, dire di no e avviare una trattativa.
- La fantasia potrebbe suggerire altre soluzioni: ad esempio, potresti chiedere come contropartita che il Comune ti passi le destinazione del terreno da residenziale a industriale, quindi con un incremento di valore che potrebbe addirittura tornare a tuo vantaggio. Oppure che ti aumenti la cubatura edificabile. Ma logicamente queste possibilità dipendono dalle condizioni locali.

Comunque il fatto che tu sia proprietario del terreno ti mette in una posizione di relativa forza. Se l'ENEL non viene a patti con te, potrebbero volerci anni (o molti soldi in più) per realizzare l'elettrodotto, quindi non subire passivamente ma resisti mostrando fermezza, così che anche loro si adoperino per una soluzione soddisfacente per te.

Un mio parente ebbe un problema simile: dovevano interrare un cavo elettrico nel suo terreno. Perché proprio nel suo e non in quello del confinante... si scoprì che il confinante aveva amicizie in Consiglio Comunale.
Alla fine il cavo fu interrato sotto il confine tra i due fondi, dove effettivamente non vi era possibilità di edificare, e a una quota più profonda di quanto previsto originariamente. Logicamente all'ENEL costò di più, ma così si fece.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
la società E.distribuzione deve istallaredue pali enel su un mio terreno edificabile!!!
Se il terreno ricade in una zona edificabile, le strade dovrebbero essere già tracciate ed esistenti. Quindi l'elettrodotto potrebbe essere realizzato nelle aree pubbliche. Mentre se fosse in zona di espansione, da lottizzare, la cui viabilità sarebbe ancora da progettare, potrebbe vincolare il tuo lotto e quelli attraversati dalla linea elettrica, tranne che non sia già prevista la ripartizione fra gli spazi da destinare ai lotti ed alle cessioni. A seconda delle ipotesi il vincolo cambierebbe di molto il danno provocato dall'elettrodotto.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Un trucchetto che mi spiegò un vecchio contadino, e sappiamo che i contadini la sanno l'unga, pianta delle rose sul terreno anche se sono brutte e con poca manutenzione l'importante e che siano rose, un terreno coltivato a roseto vale il doppio.
Hai capito il contadino?
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Un trucchetto che mi spiegò un vecchio contadino, e sappiamo che i contadini la sanno l'unga, pianta delle rose sul terreno anche se sono brutte e con poca manutenzione l'importante e che siano rose, un terreno coltivato a roseto vale il doppio.
Hai capito il contadino?
Se il terreno ricade in zona d'espansione viene pagato secondo la destinazione urbanistica non a valore agricolo, sebbene con coltura di pregio.
 

BeppeX88

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Un trucchetto che mi spiegò un vecchio contadino, e sappiamo che i contadini la sanno l'unga, pianta delle rose sul terreno anche se sono brutte e con poca manutenzione l'importante e che siano rose, un terreno coltivato a roseto vale il doppio.
Hai capito il contadino?
Si 50 anni fa, già è tanto se non fanno l'esproprio forzoso
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
potresti chiedere come contropartita che il Comune ti passi le destinazione del terreno da residenziale a industriale, quindi con un incremento di valore
Ho seri dubbi che il Comune effettui un siffatto cambio di destinazione d'uso...tutti tendonova localizzare le aree industriali in modovda distanziarle da quelle residenziali.
Ho pure seri dubbi che il valore di un'area industriale superi quello a destinazione residenziale.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
infatti! oggi con tutti gli insediamenti industriali deserti queste aree hanno un valore basso, ma mi pare sia sempre stato inferiore al residenziale
Dipende molto dal coefficente di cubatura...un area industriale oramai è appetibile solo per i grandi gruppi...qui poi è tutto uno scempio di aree per fare mega depositi di "logistica"....o centri commerciali/supermercati.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Dipende molto dal coefficente di cubatura...un area industriale oramai è appetibile solo per i grandi gruppi...qui poi è tutto uno scempio di aree per fare mega depositi di "logistica"....o centri commerciali/supermercati.
Certamente è importante la cubatura nel centro abitato ogni mq di abitazione corrisponde a 3 mc, mentre nella zona industriale talvolta ad un mq corrispondono dai 3 ai 10 e più mc, evidentemente dovuti all'altezza degli edifici. Poi ogni zona del centro urbano spunta dei prezzi connessi al pregio del rione, della via e della categoria e classe umana che vi dimora.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve, ho un problema per la seconda casa
Nel 1980 ho costriuito nel yerteno di mia proprieta' un annesso agricolo e nel 1985, con il condono ho chiesto la trasformazione come abitazione, ho pagato tutte le oblazioni al comune ora a distanza di anni volendo vendere la proprieta' non possi perche' la cucina nonostante la luminosita' 2 finestre, e' alta 225 ,ma nel condono era cosi'
dolcenera52 ha scritto sul profilo di mapeit.
BASTA!
Alto