1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ORIONE

    ORIONE Nuovo Iscritto

    Salve a tutti voi del forum e per me e' un piacere condividere questi problemi con tutti voi. Cerchero' di spiegare la mia situazione nel modo piu' semplice.
    Ho acquistato il mio appartamento nel 2006 sito ad un III piano e l'inquilino sottostante aveva l'allaccio del tubo di condensa del condizionatore della camera da letto alla grondaia pero' vecchia e fatiscente. Nel 2008 decido l'installazione di un condizionatore e sistemo quest'ultimo nello stesso modo dell'altro inquilino. Attenzione ai tempi. Nel 2010 si decide con assemblea di condominio, di rifare il tetto del palazzo e nello stesso tempo vengono collocate le nuove grondaie. La ditta durante la sistemazione di esse, nel giugno 2010 ripristina con un semplice foro solo il mio scarico ( sotto comunque la mia richiesta). Nel mese di agosto,il condomino del I piano mi ha intimato il ripristino della grondaia, per evitare noie legali e questa situazione verra' discussa nel prossima assemblea. Quali sono i vostri pareri in merito? Grazie anticipatamente.
     
  2. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    arbitrariamente non potevi far eseguire l'intervento ni quanto la grondaia è parte comune; come ha/hanno risolto gli altri condomini dotati di condizionatore?
    se non trovi alternative allo scarico della condensa (anche mettendo un secchio che la raccolga sul balcone ma occhio allo stillicidio in caso si riempia) chiedi all'asseblea (dimostrando eventualmente di non avere alternative) il permesso di lasciare lo scarico così com'è facendo mettere a verbale che sarai responsabile e ti farai carico delle spese di ripristino per ventuali futuri deterioramenti, perdite e quant'altro relativo al punto di innesto dello scarico nella grondaia...
    non è una bellezza sotto l'aspetto giuridico ma se lo scarico è un po nascosco o comunque poco impattante sulla facciata (in un condominio "civile") ci può stare.... (ma ne dubito)

    p.s. cospargiti il capo di cenere (essendo in buona fede) e fai notare (non so di che materiale sia la grondaia) che l'opera di ripristino "potrebbe" essere peggio perchè un conto è siliconare un tubo all'interno di un foro con lo stesso diametro un altro è tappare un buco.
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  3. ORIONE

    ORIONE Nuovo Iscritto

    Grazie della tua risposta nuoviorizzonti, ma avevo dimenticato di scrivere che, interpellato l'amministratore, ho ricevuto il suo consenso, ma non ho spedito niente di scritto, ma solo accordi verbali. Quindi come puoi leggere, non penso di aver fatto nulla di arbitrario.
     
  4. nuoviorizzonti

    nuoviorizzonti Membro Attivo

    Professionista
    l'amministratore ha forse commesso una leggerezza può succedere, se è convinto di quello che ha detto non avrà nessun problema a risolvere lui stesso la cosa in sede di assemblea con il condomino del primo piano in caso contrario .. profilo basso, accomodante e ampi sorrisi :)...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina