1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Ciop

    Ciop Nuovo Iscritto

    Ho acquistato casa firmando un contratto preliminare neL dicembre 2008 attualmente dovrei rogitare ma mi sono accorta che l appartamento realizzato non corrisponde alle planimetrie allegate al contratto preliminare.ora è possibile rescindere dal contratto o chiedere un risarcimento per il danno subito?
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La domanda è strana e forse posta in maniera non corretta. Forse volevi chiedere: Siccome non sono più intenzionato ad acquistare un immobile di cui ho firmato un preliminare nel 2008, posso rescindere con il pretesto che la planimetria non corrisponde all'appartamento?
    Scusa ma già non è normale che uno resti in preliminare dal 2008, e se l'immobile gli và bene, non trova nulla da ridire se nel 2008 la planimetria era difforme.
    E? ovvio che se la casa che stai per comprare è valida, stai sicuro che la planimetria catastale, rientrerà negli obblighi del venditore, dovrà essere aggiornata allo stato attuale.
     
  3. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Dal quesito posto da CIOP, mi sembra di capire, se non mi sono sbagliato, che ha sottoscritto un contratto preliminare di compravendita nel 2008 di un immobile in costruzione allegando al preliminare la planimetria dell'immobile stesso, che la realizzazione è difforme da quanto previsto e che in virtù di tale difformità vorrebbe rescindere dal contratto o chiedere un risarcimento per il danno subito.
    Personalmente credo che innanzitutto dovremmo leggere bene il preliminare e vedere se il costruttore/promissario venditore si è riservato la facoltà di apportare modifiche anche senza il consenso scritto del promissario acquirente. Se così non fosse e se le difformità fossero sostanziali probabilmente esisterebbero i presupposti per il diritto i recesso o per un risarcimento del danno (da dimostrare).
    Ricordo però che le mie considerazioni sono di carattere generale e sono solo il mio pensiero.
     
  4. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    quoto jrogin.

    saluti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina