• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

cominale rosa

Membro Attivo
Conduttore
#1
Abito in un palazzo dove nn c'è un amministratore la mia domanda è cm richiederne uno perché il palazzo ha tanti problemi di carattere di ristrutturazione i carabinieri mi hanno detto di inviare r. C a tt i proprietari ed invitarli a mettere l'aministratore e laddove si rifiutassero di chiedere l'intervento della finanza
 

Betelge

Nuovo Iscritto
Professionista
#2
L'amministratore è obbligatorio se i condomini sono più di otto. Se si è meno di 8 lo si può nominare ma con una maggioranza assembleare (il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti all’assemblea, in rappresentanza di almeno 500/1.000, anche in seconda convocazione).
Se siete meno di 8 siete comunque in un condominio (condominio minimo) che anche se non ha obbligo di amministratore ha comunque tutte le norme previste per tutti i condomini.
Nominate un referente, non un amministratore. Un condomino che faccia da punto di riferimento per tutti.
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
#4
Se siete meno di 8 siete comunque in un condominio (condominio minimo)
Anche quando i condomini non sono più di otto (e quindi meno di nove), nel caso in cui non si riesca a prendere le decisioni necessarie per l’amministrazione delle cose comuni, ciascun partecipante può ricorrere all'autorità giudiziaria. Questa provvede in camera di consiglio e può anche nominare un amministratore.
Il condominio cosiddetto "minimo" (in senso stretto) è quello composto da due proprietari.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#6
Se si è meno di 8 lo si può nominare ma con una maggioranza assembleare (il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti all’assemblea, in rappresentanza di almeno 500/1.000, anche in seconda convocazione).
direi: se si è 8 o meno di 8..... poi il resto va bene. Purtroppo il modo di esprimersi dei legislatori, a volte, è alquanto ambiguo: quando scrivono che l'amministratore è necessario se i condomini sono più di otto sembra che sia possibile avere 8,5 proprietari. Non potevano scrivere "almeno 9"?
 

Betelge

Nuovo Iscritto
Professionista
#7
sei il secondo che mi fa questa annotazione ma la mia frase iniziale definiva la questione inmodo chiaro
in realtà anche il mio secondo periodo è corretto, (tralasciando il caso di 8 condomini di cui non parlo) se si è meno di 8... non fa una piega
:p

Agata Christie fosse stata un nostro legislatore il libro 'Dieci piccoli indiani' l'avrebbe titolato 'Gli sventurati piccoli indiani con identificativo precedente all'undicesimo'
 

Betelge

Nuovo Iscritto
Professionista
#9
non ho scritto una sentenza di tribunale ma soltanto una risposta in buona fede ad un quesito; nel primo periodo affermavo la cosa in modo corretto, nel secondo mancavo di precisione ma non credo che una decisione sulla scelta dell'amministratore derivi dalla mia involontaria svista. Non siamo in tribunale e neppure nell'esercito...

Take it easy... che capita di peggio...
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
#10
nel primo periodo affermavo la cosa in modo corretto
Affermazione che era: "L'amministratore è obbligatorio se i condomini sono più di otto".
Non è del tutto corretto. Se i condomini, anche in numero superiore a otto, sono tutti concordi a non nominare un amministratore, nessuno li "obbligherà" a farlo.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#11
Se i condomini, anche in numero superiore a otto, sono tutti concordi a non nominare un amministratore, nessuno li "obbligherà" a farlo.
infatti. L' ultima versione dell' art. 1129, al quale tutti fanno riferimento per affermare l'obbligatorietà di avere un amministratore se i condomini sono 9, recita: "Quando i condomini sono più di otto , se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell'amministratore dimissionario. Dove sta scritto che automaticamente scatta l'obbligo di nominare un amministratore?
 

Betelge

Nuovo Iscritto
Professionista
#12
Non tutti gli obblighi si realizzano automaticamente. Il fatto che basti l'iniziativa di un condomino o addirittura di una parte esterna quale l' amministratore dimissionario dimostra che l'obbligo sussiste.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
#14
dimostra che l'obbligo sussiste
non direi proprio che c'è la dimostrazione. La frase non dimostra che c'è l'obbligo, dice soltanto che se in un condominio con almeno 9 condomini non c'è l'amministratore (caso che si verifica sopratutto se non si raggiunge il quorum deliberativo per nominare o confermare un amministratore) su richiesta anche di un solo condomino il Giudice ne nomina uno. Poi per il resto ti ha risposto @Nemesis.
 

Betelge

Nuovo Iscritto
Professionista
#15
no
la legge diche che può essere richiesto anche dall'amministratore dimissionario quindi per la legge l'obbligo sussiste a prescindere dai condomini altrimenti perchè avrebbe parlato addirittura di un soggetto esterno?

nella pratica l'obbligo poi sussiste di fatto in quei grandi condomini dove l'amministratore nominato o giudiziario deve gestire il complesso nell'interesse generale
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
#16
la legge diche che può essere richiesto anche dall'amministratore dimissionario
Ma se non è mai esistito un amministratore, non vi può essere un dimissionario. Quindi se tutti i condomini sono d'accordo, nessun amministratore ci potrà essere.
La legge prevede la nomina giudiziaria, se almeno uno dei condomini o l'amministratore dimissionario si rivolge al giudice. Non prevede un obbligo alla nomina da parte dell'assemblea.
 

Betelge

Nuovo Iscritto
Professionista
#17
altro approccio al problema :nerd:
perchè la legge distingue tra 9 o più condomini e meno di 9?
perchè oltre i 9 considera l'amministratore obbligatorio
che poi si possa stare senza e non incorrere in sanzioni ci stà ma la legge parla di un limite oltre al quale lo si deve avere.
per me questo significa che è obbligatorio :maligno:
 

Nemesis

Membro Storico
Proprietario Casa
#19
perchè la legge distingue tra 9 o più condomini e meno di 9?
Perché quando sono almeno 9 si può ricorrere al giudice per avere l'amministratore. Se fosse obbligatorio averlo, la legge avrebbe previsto che si deve averlo.
La legge non prevede un obbligo. Ma prevede una facoltà: di ricorrere al giudice.
 
Ultima modifica:

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
#20
ma la legge parla di un limite oltre al quale lo si deve avere.
Ma precisa anche una condizione: almeno 1 proprietario (alias condòmino) che lo rischieda
Stiamo parlando di Codice Civile...i diritti ivi enunciati possono essere fatti valere solo da parti in causa.
Nessun magistrato andrà mai ad indagare e nessuno persegue.

Se facessi l'esame per diventare amministratore ti boccerebbero.
Su questo ...nutro svariati dubbi.:innocente:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, volevo dirvi che è in dirittura di arrivo l'acquisto dell'appartamentino attiguo a quello in cui abita mia figlia. dovendo procedere alla fusione mi chiedevo se fosse possibile aprire una porta tra i due balconi piuttosto che all'interno degli appartamenti. Grazie a chi mi darà una risposta circostanziata.
moralista ha scritto sul profilo di Tiziano71.
Avete steso un verbale della situazione dell'immobile, cosa avete concordato al momento della consegna?
Alto