1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Salve amici,

    il mio attuale amministratore nell'ultima assemblea tenuta un anno fa' ha rassegnato le dimissioni e invitava i condomini a comunicare nei prossimi mesi il nominativo del nuovo amministratore.
    L'assemblea respingeva le dimissioni e invitava tutti i condomini a predisporre dei preventivi di spesa da valutare in una prossima ssemblea che sara' convocata non appena i condomini ne faranno formale richiesta.
    Dopo un anno non si e' fatto ancora nulla....come mai? si puo' rimnere cosi'? che si puo' fare ?
    L'amm.re continua il suo operato in regime di '' prorogazio imperis'' al fine di non mancare al condominio l'ordinaria e necessaria gestione del condominio delle parti in comuni.
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se nessuna delle due parti (amministratore e condominio) si "muove", la situazione rimarrà così. Per "muoversi", occorre necessariamente la convocazione di una nuova assemblea, che potrà quindi deliberare in merito.
    Art. 1129 c.c.:
    "(...) L'assemblea convocata per la revoca o le dimissioni delibera in ordine alla nomina del nuovo amministratore (...)."
    L'amministratore ha redatto il rendiconto condominiale annuale della gestione e quindi ha convocato l'assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni?
     
  3. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    si l'ha redatto per quest'anno.....va bhe' vorra' dire che ne rispondera' sempre l'attuale amm.re ...grazie
     
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    No. La legge dispone ben altro.....................
    Per muoversi non occorre necessariamente una nuova assemblea; infatti la legge prevede uno specifico rimedio processuale, la nomina giudiziale:
    "se l'assemblea non vi provvede,
    la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell'amministratore dimissionario"

    Tale procedura è prevista proprio per salvaguardare i diritti dei condomini:
    - in caso d'inerzia dell’assemblea
    - in caso di dimissioni dell'amministratore
    e l'assemblea non provveda alla nomina di un sostituto.
    Legittimati: i condòmini e l'amministratore dimissionario; ricorso in carta semplice e senza necessità di un legale; competenza: Tribunale del luogo dove si trova il condominio.
    Unica differenza nella procedura: che il Condominio sia composto da più o meno di otto condòmini; nel secondo caso l'autorità giudiziaria dovrà valutare non la semplice inerzia dei condòmini, ma anche accertare la necessità di una nomina in relazione alla gestione del bene comune.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non è detto. L'assemblea "di un anno fa" aveva deliberato di respingere le dimissioni. Se l'amministratore, dopo un anno, è ancora tranquillamente là al suo posto, si può presumere che abbia ritirato le sue dimissioni.
     
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Lei può presumere ciò che meglio le aggrada.........
    Deve invece citare correttamente la legge e non dimenticarne alcune parti essenziali (se conosciute).
    Riprovi e formuli meglio.
     
  7. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Io presumo quello che è ragionevole arguire dai dati disponibili.
    Al contrario di te, che presumi quello che più ti aggrada.
     
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Si, si, si........... qual figuraccia sta facendo, continui e perseveri pure!
    Lei, dimentico della nomina giudiziale in presenza di dimissioni, ha esordito statuendo la necessità di un' assemblea:
    Tale necessità non c'è: lo dice proprio la norma da lei citata, ma di cui Lei dimostra scarsa conoscenza.
    Lasci perdere il libero argomentare: commetterà solo svarioni; ritorni invece al suo caro "copia/incolla", forse farà meno danni.......
    Il tutto accompagnato dalla presunzione di correggere gli altri utenti per cose banali e di secondaria importanza; si ripassi questo:
    "How can you say to your brother, ‘Let me take the speck out of your eye,’ when all the time there is a plank in your own eye? You hypocrite, first take the plank out of your own eye, and then you will see clearly to remove the speck from your brother’s eye"
     
  9. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    osservazione: ma se presento ricorso in tribunale senza avvocato...pago le spese e basta?
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Quale Matteo ? Nessuno dei due !
     
  11. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Non pagherà troppo: € 98,00 per il contributo unificato + € 27,00 per le marche da bollo + spese di notifica. A nomina giudiziale avvenuta, l'onorario dell'amministratore sarà a carico del Condominio tutto.
    Chi le scrive sostiene la corrente di Cassazione n.18730 del 26-09-2005, secondo cui: "nessuna spesa se non quella fissa, in caso di rigetto dell'istanza di revoca dell'amministratore in "volontaria giurisdizione". Pertanto il provvedimento camerale relativo alla istanza di nomina o di revoca dell'amministratore di condominio, anche quando si inserisce in una situazione di conflitto tra condomini, si risolve in un intervento del giudice di tipo sostanzialmente amministrativo privo della attitudine a produrre gli effetti del giudicato supposizioni soggettive in contrasto, essendo finalizzato soltanto alla tutela dell'interesse generale e collettivo del condominio ad una sua corretta amministrazione. Dalle considerazioni esposte consegue che nei procedimenti di volontaria giurisdizione non trovano applicazione le regole di cui agli articoli 91 e seguenti c.p.c., le quali postulano l'identificazione di una parte vittoriosa e di una parte soccombente in esito alla definizione di un conflitto di tipo contenzioso...... in particolare quindi le evidenziate caratteristiche del procedimento ex art. 1129 c.c. di nomina o di revoca dell'amministratore di condominio comportano la inapplicabilità delle disposizioni di cui agli articoli 91 e seguenti c.p.c., cosicché le spese del procedimento devono rimanere a carico del soggetto che le abbia anticipate proponendo il ricorso per la nomina o per la revoca dell'amministratore o resistendo a tale iniziativa giudiziaria".
    Deve tuttavia sottolinearsi come Cassazione con la recente 2719/11/02/2015 abbia invece sancito l'applicabilità del su menzionato art. 91 c.p.c:
    "l'art. 91 c.p.c. (quello relativo alla condanna alle spese n.d.A.), si riferisce ad ogni processo, senza distinzioni di natura e di rito ed il termine sentenza è, all'evidenza, ivi usato nel senso di provvedimento che, nel risolvere contrapposte posizioni, chiude il procedimento stesso innanzi al Giudice che lo emette: quindi, anche se tale provvedimento sia emesso nella forma dell'ordinanza o del decreto"
     
  12. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    A me risulta Matteo 7:3-5; ma forse ho scelto una bibbia non interconfessionale.
     
  13. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scherzavo, mi riferivo ai due Matteo Italici, non evangelisti, e per niente interconfessionali.:)
     
  14. diabolikky69

    diabolikky69 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    molto interessante olly....e la domanda da presentare dove si trova? per favore ha n modello ? devo comunque informare l'amm.re della cosa il quale informera' poi i condomini? e se viene nominato l'amministratore nel frattempo e io ho presentatola domanda?grazie
     
  15. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Visiti il sito del Ministero G. & G. troverà il tutto, modello compreso.
    Consiglio l'utilizzo di tal risorsa solo nel caso estremo, preferibile puntare a convincere l'assemblea per la nuova nomina ( l'amminisratore di nomina giudiziale non garantisce nulla - voi avete bisogno di persona di fiducia - lo si sceglie giudiziario se non vi sono alternative - mali estremi, estremi rimedi).
    Se nel frattempo l'assemblea nominasse un nuovo amm. la procedura non andrebbe a buon fine; accertata la nomina il Giudice chiuderebbe il fascicolo e non procederebbe oltre.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina