• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Vediamo di spiegare: una srls proprietaria di "Napoleone" e allo stesso tempo anche amministratore, dopo qualche mese di attività chiede a Giuseppe di diventare amministratore di questa srls per questione di salute, Giuseppe accetta e amministra la srls.
Poi un giorno ( dopo un anno di amministrazione ) Giuseppe va in banca per le solite operazioni e trova il conto bloccato, chiede ma non gli viene dato nessuna notizia, chiama il Sig Napoleone ma non risponde e non si fa trovare, avendo necessità di sapere, perché deve pagare bollette ecc. si rivolge a un avvocato e dietro indagini si scopre che il Sig. Napoleone per altre vicissitudini ha contratto debiti con l'erario per molti soldi. Ora il Giuseppe vuole dimettersi da questa situazione ed è ritornato dall'avvocato che è impegnato il commercialista pure insomma si sente in una rete come un pesciolino cosa può fare lui direttamente oltre a dare le dimissioni con raccomandata a Napoleone e alla banca? ha cercato di parlare con la camera di commercio ma ancora non ha avuto risposta.
 

chiacchia

Membro Senior
Proprietario Casa
Grazie Luigi ma questa è la prassi normale ma essendoci sotto dei debiti amministrativi con l'erario attribuiti al proprietario della srls, attenzione non all'attuale amministrazione ma a cose precedenti, almeno l'avvocato cosi gli ha detto, chi si prende la briga di diventare amministratore della ditta? sapendo che ci sono problemi? dovrebbe trovare uno "stupido" che non conoscendo la situazione si prende le colpe di quando avverrà, cosa avverrà, la srls non potendo ricevere pagamenti perché tutto quello che arriva sulla banca viene sequestrato, non può effettuare pagamenti ne appunto riceverne come si può gestire una ditta in queste condizioni? pensa solo all'IVA a l'imps inail un mare di soldi che non ci saranno o che dovresti avere per contanti per poi pagare con i bollettini, un casotto enorme ecco perché con tutta la buona volontà di andare avanti non si può e deve andarsene, qualcuno a detto che si deve mettere un amministratore giudiziario ma non so cosa significhi
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Le richieste non devono essere pubblicate nel box. Questo box può essere utilizzato per indicare una frase di accompagnamento ai messaggi.
buonasera..allo stato attuale abito con mia madre ..sono disoccuppata.
Quando mia madre sarà defunta questa casa dovrò dividerla con mio fratello.
Mio fratello percepisce una pensione di invalidità e ha un amministratore di sostegno.
Nel corso di questi anni mia madre ha accumulato debiti e quindi in caso di successione si ripercuoterà sugli eredi.
io posso decidere di pensarci se accettare l'eredità?quanto tempo?
Alto