1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    In seguito anche alla riforma del condominio parecchi siti propongono corsi per amministratori. Al momento sono disoccupata e ho un diploma di ragioneria mi piacerebbe iscrivermi a uno di questi. Qualcuno di voi ha esperienza in merito? C'è spazio, secondo voi, per nuovi amministratori visto che anche il settore immobiliare è in crisi?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non essendo amministratore ritengo che i corsi che ora propongono e/o proporranno a proposito della riforma stabilita dalla legge 11 dicembre 2012, n. 220, riguarderanno solamente gli aggiornamenti previsti dall'art. 71bis Disp. Att. cc per gli amministratore già in carica
    Invece per chi vorrebbe iniziare frequentando cosi specifici, la strada dovrebbe essere diversa, perciò ti consiglierei di chiedere informazioni alle diverse associazioni di amministratori di condominio.
     
  3. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    A dire il vero sembrano completi perchè comprendono un po' tutto e in più ci sono gli aggiornamenti riguardanti la nuova legge.
    Però non riesco a capire se sono utili o se serve tutt'altro. Le risposte che ho avuto fino ad ora è che per fare l'amministratore serve esperienza, ma qualcuno avrà ben cominciato dico io.
    Mi conviene tentare ancora con le associazioni ma fino ad ora non ho, purtroppo, avuto grandi risposte.
    Grazie.
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Molti amministratori professionisti hanno iniziato amministrando il proprio condominio (facendosi nominare), che secondo me è un buon banco di prova e inizio carriera, poi pian pianino si possono aggiungere altri stabili di amici e conoscenti.
    Comunque le norme dal prossimo giugno cambieranno, e l'amministratore p.es. dovrà essere diplomato (2° grado), aver frequentato un corso di formazione professionale (quindi non solo aggiornamento) non per quello nominato tra i condomini dello stabile, ma per altri ed eventuali stabili aggiunti si, ed altri vincoli che puoi leggere all'art. 71-bis Disp. Att cc stabilito dalla citata legge 220/2012.
     
  5. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Conosco una persona che, avendo perso il lavoro qualche anno fa, si è "inventato" la professione di amministratore iscrivendosi ad una delle tante associazioni (non Albi: qulli non esisstono) di Amministrazione Stabili. Dopo una "formazione di ben 15 ore (sic!) in 15 giorni, eccolo lì, pronto con un molto sussiegoso timbro rotondo dell'associazione con un suo numero interno ecc.ecc. Risultato: Il primo condominio amministrato è stato quello dove abita. Risultato n.2: è stato cacciato quasi a calci per tutti i danni creati al suo condominio. E' diventato quasi irreperibile, tant'è che esce di casa col buio e col buio ci ritorna.
    Questo per dirti che non è una professione facile e per farla ti consiglio di informarti presso le varie associazioni (ne esistono molte) su cosa ti offrono a fronte della tua iscrizione e con le seguenti priorità:
    Corso completo di amministrazione ivi compresa la contabilità e le diverse incombenze contabili (ad esempio, sulle dichiarazione per gli sgravi fiscali...) L'importante è che non sia solo una "infarinatura" ma che nel corso vengano sviscerate molte (tutte è impossibile....) le casistiche delle difficoltà che ti troverai sicuramente da affrontare;
    assistenza normativa on line otelefonica in modo da avere subito la soluzione agli imprevisti;
    assistenza legale - l'amministratore dovrà munirsi di assicurazione R.C. per eventuali errori commessi.
    Coraggio! E' una professione che può causare forti mali di pancia, ma anche ottime soddisfazioni.
    Auguri.
    P.S. Alcune associazioni hanno anche un "portafoglio" condomini....
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    :^^::^^::^^::^^::^^::^^:
     
  7. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi verrebbe quasi voglia di fare il nome di quell'associazione.....a non mi va di essere querelato:rabbia:In genere sono sempre i più incapaci che si sentono offesi nella loro incapacità.:D
     
  8. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Direi che è meglio non nominare l'innominato :^^::^^::^^:, comunque credo che hai reso l'idea ;)
    Ossia meglio affidarsi ad associazione di una certa caratura dove esistono persone competenti che istruiscono con cura i prossimi neo amministratori.
    Comunque l'esame finale è quello che i condomini danno a chi viene nominato, pelandroni ci possono essere anche tra gli insospettabili, e per fortuna che si può revocare l'amministratore in ogni tempo, almeno quello è un sacrosanto diritto dei condomini.
     
  9. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vero. Ma anche se li revochi, il nuovo amministratore si metterà magari a smoccolare:disappunto:per i casini combinati dal predecessore.
    Allora, meglio una ricerca accurata sulle associazioni che offrano di più e meglio che non affidarsi ai praticoni incapaci. Spesso quel che sembra una perdita di tempo si rivela poi una decisione quanto mai saggia.:fico:
     
    A condobip piace questo elemento.
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono pienamente d'accordo, è meglio una preventiva ed accurata scelta che piangere (poi) sul latte versato :ok:
     
  11. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Mi trovate pienamente d'accordo e vi dirò di più.....

    Quando nel testo della riforma ho letto l'obbligatorietà di essere iscritti ad un'associazione la mia faccia stata questa :shock:.

    Ovviamente parlo per una mia esperienza personale... quando 4 anni fà mi iscrissi ad un'associazione per diventare amministratrice condominiale, pensai.... Bene avrò una base sulla quale partire!
    Feci il corso, lo superai e mi diedero il famoso timbrino con l'attestato.
    Felicissima cominciai a cercare condomini, feci volantinaggio ecc. poi per verificare un pò quali fossero queste basi approdai sui forum (Propit non era ancora nato). Bhè, la mia primissima risposta era del tutto sbagliata e quando mi corressero andai a rivedere sul libro che ai tempi del corso mi avevano consegnato, e lì mi resi conto delle molteplici interpretazioni da casi a casi che ci sono solo in un articolo del codice civile e che un corso di così poche ore, un timbro e un attestato non ti fanno diventare per niente un amministratore di condominio. Allora decisi di fermarmi e continuare a studiare da sola, anche perchè non basta imparare a memoria gli articoli del codice civile, ma bisogna capirli e assimilarli. Mi scaricai (e continuo a farlo) le sentenze di Cassazione e applicarle secondo i casi....
    Tre anni fa mi stabilì su Propit e devo dire veramente GRAZIE a Propit, perchè ho imparato moltissimo, come per esempio a confrontarmi con altre persone di parere diverso e (non so se quanto questo sia giusto o sbagliato) anche a ritenere Propit come un grande condominio al quale io, come amministratrice devo saper affrontare le varie problematiche.

    Poi finalmente è venuta la prova vera, gestire sul campo un vero condominio, con tutti i suoi problemi. Non è stato e non è per niente facile, perchè quando dicono che per fare questo mestiere devi avere il pelo sullo stomaco, è verissimo e se non ce l'hai, alla fine ti viene, la cosa importante e basilare, secondo me, è essere sempre corretto e imparziale, i condomini quando se ne rendono conto, ti apprezzano di più.

    Torno a ripetere questa è un mio personalissimo parere dovuto ad un'esperienza personale, però ribadisco non basta un corso per fare l'amministratore, può essere utile, ma devi continuare a studiare ed essere sempre aggiornato continuamente. :fiore:
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non sono amministratore e non ho nessuna intenzione di farlo, anche se i condomini mi hanno proposto la carica, non lo farei neppure gratuitamente ne a pagamento, troppe responsabilità civili, penali, fiscali ed amministrative, ma sono convinto che non è sufficiente un corso, bisogna dimostrare sul campo la capacità di gestire il condominio, e gli esaminatori sono proprio gli stessi condomini che ti hanno nominato. ;)
     
  13. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ringrazio tutti per le preziosissime risposte. Effettivamente penso che non sia per niente facile fare l'amministratore. Ad esempio, pur essendo un ottimo "trampolino di lancio", eviterei di farlo a casa mia per evitare di dover cambiare casa :risata:.
    Penso comunque che effettivamente valga la pena di rivolgersi a una associazione seria. Mi piacerebbe provare, magari non ne farò una professione e diventerà solo "bagaglio" personale.
    Vi farò sapere come procede questa idea. Grazie a tutti per il momento.
     
  14. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Augurissimi!!!:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina