1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. solima

    solima Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    SALVE. chiedo se con le nuove leggi condominiali,un immobile unico di 18 unità suddivisi in tre scale : A-B-C con sei appartamenti ognuna sia vero che per la scala B- (oppure A-o- C) non è obbligatorio avere l'amministratore datosi che ogni scala ha un numero civico diverso.GRAZIE anticipate a chi mi aiuterà
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Senza dubbio obbligatorio.
    Pensa solo che è un immobile unico, quindi con fondamenta, muri portanti, tetto, magari spazio per parcheggi tutto in comune.
    Pertanto tutti i proprietari degli appartamenti o condomini formano il condominio.
    In un caso solo non si deve nominare l'amministratore: se due condomini sono proprietari dei sei appartamenti per ogni scala.
    In pratica sarebbero 6 condomini proprietari di 18 appartamenti.
    Per cui non si è contro la legge non nominare l'amministratore.
     
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Scusa, jerry:fiore:
    perché dici che solo questo è il caso in cui non è obbligatorio la nomina dell'amministratore? Il nuovo art. 1129 c.c. ne prevede l'obbligatorietà quando i condòmini sono più di otto, quindi da nove in poi.
    Mi torna strano che un immobile unico abbia tre scale con un distinto numero civico... Ad ogni modo, bisognerebbe sapere quanti condòmini sono e NON quante unità immobiliari siano presenti nell'immobile...
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    dolly, hai ragione, tutto giusto sull'art. 1129 c.c. che prevede la nomina dell'amministratore quando i condomini sono da nove in poi.
    Assodato che si tratta di un immobile unico (affermazione dell'OP), io ho cercato di spiegare che sei condomini potrebbero essere proprietari ciascuno di tre appartamenti, ipotesi non campata per aria (potrebbe pure verificarsi questa fattispecie).
    Pertanto essendo sei i condomini e non nove, numero dal quale scatta l'obbligatorietà,
    possono benissimo esimersi dalla nomina dell'amministratore.
     
  5. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se vi sono tre "porte o altri accessi" dall'area di circolazione all'interno del fabbricato, non è strano. E' conforme a quanto prevede il regolamento anagrafico.
     
  6. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Ok! grazie per avermi edotta.:)
     
  7. solima

    solima Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Intanto grazie a tutti gli intervenuti!

    Preciso che l'immobile ha tre ingressi distinti, ognuno con un proprio numero civico e sei appartamenti .In totale sono diciotto condomini.Non vi è separazione fisica fra i tre blocchi di sei appartamenti ciascuno. Siamo in presenza di" condominio orizzontale" oppure "supercondominio" o che altro? GRAZIE
     
  8. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Penso anche io che sia obbligatorio nominare un amministratore,come dice Jerri48, perchè ci saranno senz'altro dei servizi in comune come luce giardino,autoclave,contatore dell'acqua,fognature con pozzetti biologici di raccolta.
    Per non ricorre ad un amministratore dovrebbero essere tutti e tre autonomi.
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    In un edificio con più scale con ingressi autonomi è possibile frammentare l'amministrazione dell' edificio per ogni scala ma come ha scritto Jerry 48 le parti comuni restano: le fondamenta, la facciata ed il tetto. Quando si dovrà intervenire su queste parti comuni ci dovrà essere un professionista che si dovrà occupare della ripartizione delle spese di manutenzione. Per tutti i restanti servizi è possibile tecnicamente che ogni scala sia autonoma ed indipendente: dalla fornitura di luce, acqua, allaccio in fognatura, riscaldamento e ascensore. Tuttavia anche questi servizi vanno gestiti quindi emerge la necessità di avere un professionista che se ne occupi.
    Francamente non capisco questa tendenza a fare a meno dell'amministratore. La corrente per illuminare le scale di sera e per far funzionare l'ascensore, anche se è una cifra modesta si deve pagare; la pulizia delle scale anche se fatta una volta alla settimana si deve pagare; la manutenzione dei citofoni e di tutti gli altri servizi comuni vanno gestiti; ma quanto può costare un servizio di questo tipo ad Occhiobello?
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Nel vero senso della parola "obbligatorio" non lo è, per il semplice fatto che se nessuno dei condomini effettua il ricorso al Giudice, nessuno mai verrà a nominare un amministratore se non i condomini stessi, e poi per assurdo gli stessi condomini all'unanimità decidono per l'autogestione, possono farlo, fintanto uno di loro non effettua il ricorso al Tribunale.
    Comunque è mio parere che è sempre meglio avere l'amministratore anche nel caso di condominii inferiori al numero prescritto (+ di 8), per ovvi problemi di responsabilità su tutti i condomini.
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Provo a fare l'avvocata del diavolo. So che e' antiestetico e bruttissimo, ma a Roma vi sono edifici, anzi un unico edificio, colorato in diversi modi. Un edificio con entrate diverse, colorato a strisce verticali diverse perché di diversi condomini che ristrutturano in tempi diversi. Addirittura in pieno centro Si, credo proprio che siano in questo caso tre condomini che hanno la possibilita' di essere autonomi uno dall'altro. Con esigenze diverse, scale diverse, ascensori diversi e quant'altro. Ora la polemica ed il mio parere: metterei in gattabuia chi ha articolato leggi siffatte. P.s. Per Condobip: e' obbligatorio nominare l'amministratore sopra una certa cifra di condomini. Se non lo si fa si e' contro la legge
     
  12. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E chi verrà a controllare? (Non esiste nessun ufficio preposto per questo). Chi eleverà una sanzione o muta, chi obbligherà al rispetto se tutti i condomini sono d'accordo a non nominare l'amministratore e nominare un legale rappresentante?
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Del gas per il riscaldamento condominiale se ne può fare a meno passando al riscaldamento autonomo ma la corrente elettrica o la si intesta al condominio oppure ad un condomino compiacente idem tutti gli altri servizi condominiali e se ci fosse il passo carraio? chi è il soggetto che paga la tassa? sempre il medesimo condomino compiacente? e la manutenzione dell'ascensore? Francamente non capisco le persone che anziché cercare di vivere confortevolmente la vita comune della comproprietà, solo per il fatto che non vi è l'obbligo di adempiere a determinate normative, automaticamente non lo fanno per risparmiare qualche decina di euro l'anno. Così prima o poi insorgeranno delle liti per far contenti solo gli avvocati e spenderanno qualche migliaia di euro.
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Condobip, mi sento tanto bigama....tra te e JacO....questi battibecchi tra coppiette, o trii, arzilli.. la tua riflessione merita un approfondimento. E' vero c'e' la legge, quindi?
     
  15. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti c'è la legge e quanto dico io è perfettamente quanto dice la Legge

    cc art 1129. Nomina, revoca ed obblighi dell'amministratore
    Quando i condomini sono più di otto, se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un
    amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o
    dell'amministratore dimissionario.
    ...

    L'assemblea d'accordo tutti non nomina l'amministratore e nessuno (d'accordo con gli altri) effettua il ricorso e così l'amministratore non viene nominato.
    Tutto perfettamente lecito.
    Inoltre sono il primo che dice "non voglio stare senza amministratore", ovvero a me non capiterà mai se abiterò (come ora) in condominii con più di 8 proprietari.
     
  16. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione. Non ci avevo proprio pensato! Quindi e' possibile che con la presenza di dieci condomini si possa fare a mano dell'amministratore! (tutti d'accordo) quindi si puo' fare a meno di qualsiasi rendiconto. Di un conto corrente. Di cococo o di partite IVA. E la compilazione del 770? Non essendoci rendiconti, si potrebbe farne a meno? Sono certa di no, quindi almeno un commercialista si deve pagare se non si vuole tutto in nero, cosa ne pensi?
     
  17. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono sempre responsabili tutti i condomini per tutto, amministrazione, questioni fiscali, responsabilità civili e penali, per cui devono fare tutto altrimenti la SI possono avere conseguenze e ammende se non altro.
     
  18. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ebbene si io purtroppo non ne faccio parte ma esiste, e spero anche altri, condomini che tanto è l'accordo e l'amore che hanno trà loro che a fine hanno con i soldi che non hanno speso si riuniscono e fanno delle grandi mangiate o lavori di abbellimento....e questo lo grido per tutti AVETE CAPITO COME SI VIVE IN CINDOMINIO vergognamoci delle nostre liti, leggi e leggine che ci impongono di vivere secondo il loro modo di vedere le cose.:fiore:
     
  19. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    chiacchia,
    pan per focaccia


    hanno tra loro, senza accento

    che a fine anno, senza h


    non lo considero: errore di battitura

    :risata::risata: :p :p
     
  20. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per sapere se l'amministratore è obbligatorio occorre vedere la descrizione del condominio sul regolamento di condominio. Faccio un esempio. Se le unità immobiliari sono 9 e i condòmini 8 (perché un condòmino possiede due unità) l'amministratore non è obbligatorio.[DOUBLEPOST=1379078955,1379078823][/DOUBLEPOST]
    Anche i Romeni hanno i condomìni e in Romeno condominio si dice 'cindominio', perché un condominio è abitato in prevalenza dai cinesi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina