1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    un amministratore in caso di morosità di un condomino può autonomamente decidere di avviare la procedura e inviare un decreto ingiuntivo o deve chiedere parere all'assemblea?
    Il dubbio viene in quanto la procedura del D.I. prevede l'incarico ad un legale con le relative spese a carico del condominio amministrato.
    Il caso: condomino nuovo nel condominio, amministratore presenta conteggi non chiari e chiede pagamento, il condomino paga una parte delle rate e poi chiede chiarimenti, l'ammnistratore mette in mora e procede col Decreto Ingiuntivo per le somme chieste senza informare i condomini. E' corretto?
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non solo può...ma deve salvo vi sia specifica clausola contrattuale o norma nel RdC che imponga la decisione assembleare.
    In ogni caso non necessita il ricorso ad un legale.

    E' corretto...ma amministratore poco "saggio".
    A quale periodo si riferiscono i conteggi "poco chiari"? Sono spese che il "nuovo" condòmino aveva approvato o derivano da passata stagione?

    Se i conteggi sono "errati" l'amministratore rischia quantomeno una figuraccia ...ed il ristoro delle spese.
     
  3. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L’amministratore deve fare decreto ingiuntivo per i debiti dei condomini risultanti da bilancio consuntivo o preventivo approvato in assemblea.
    Non esistono altri “conteggi”
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    L'amministratore, considerato che il condòmino ha pagato la sua quota in parte, fornendo i suoi dubbi, avrebbe dovuto dare risposta e solo dopo avrebbe potuto, dapprima metterlo in mora ed in mancanza di risposta adeguata, procedere al D.I..
    Ha dimostrato poca professionalità!
     
  5. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    ...e come si fa senza un legale? I decreti ingiuntivi li ho sempre visti fare attraverso un avvocato, che, prima manda un ultimatum al moroso eppoi procede.....
    Mi puoi dare qualche delucidazione in merito?
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    è quello che penso anch'io
    comunque il D.I. è a firma di un avvocato quindi pagata la parcella
     
  8. Antonio Abiuso

    Antonio Abiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Un buon amministratore (non mi pare questo il caso) chiarisce al condomino l'entità del debito residuo in base alle risultanze di bilancio. Se poi costui non la ripiana è tenuto a procedere necessariamente attraverso un legale al recupero del credito senza previa autorizzazione condominiale. Le spese e competenze di procedura vengono liquidate dal giudice nel contesto del decreto ingiuntivo. Libero poi il condomino di opporvisi assumendosi i rischi d'un'eventuale soccombenza nel relativo giudizio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi