1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mariomariomario

    mariomariomario Nuovo Iscritto

    Salve a tutti,
    vi pongo un quesito:
    La moglie di mio nonno (deceduto) è stata inabilitata e gli è stato affidato dal giudice un amministratore di sostegno.
    Non avendo nessun erede diretto, nè figli nè fratelli e avendomi sempre trattato come un figlio vorrebbe fare testamento in mio favore, specialmente per la quota dell'eredità di mio nonno che è spettata a lei in quanto in comunione dei beni.
    Essendo amministrata e ritenuta inabilitata può fare il testamento da un notaio o deve avere l'autorizzazione dell'amministratore e del giudice tutelare?
    Essendo l'amministratore inerte, ciò vuol dire che non dà mai risposte nè per si nè per no, come ci si deve comportare? si deve fare istanza al giudice oppure si può andare dal notaio direttamente?
     
  2. tamara

    tamara Membro Attivo

    se solo inabilitata sì coaudiuvata dal curatore, se interdetta no, se è stato solo nominato un amm.tore di sostegno sì coaudiuvata da questo. sono tre "status" diversi.
     
  3. mariomariomario

    mariomariomario Nuovo Iscritto

    ma l'amministratore di sostegno non risponde alle sue continue richieste di testare..............ha scritto anche una lettera al giudice tutelare ma nonn ha mai ricevuto risposta...il giudice tutelare è stato sostituito forse non ha mai ricevuto la lettera oppure non ha risposto nonostante siano passati oltre tre mesi.
    come si può fare per avere una risposta.....anche un no ma almeno avere una risposta se può testare oppure no. l'inabilitata lo è stato per problemi di diabete e essendo anziana aveva difficoltà a curarsi essendo rimasta sola ma è lucida e capace di intendere e volere.
     
  4. tamara

    tamara Membro Attivo

    è certo che la stessa può testare ci mancherebbe altro. occorre però verificare che poteri sono stati conferiti all'amministratore nel decreto di nomina (potete chiedere una copia alla cancelleria del tribunale di residenza del beneficiario).in ogni caso se l'amministratore è negligente (come in questo caso) si può inoltrare un ricorso al giudice tutelare spiegando cosa sta accadendo e magari affinchè provveda alla sostituzione dell'amministratore. Il ricorso è meglio non spedirlo con lettera ma depositarlo direttamente in cancelleria.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina