1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. diaria

    diaria Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ho chiesto all'amministratore l'indirizzo di un proprietario di casa, il cui inquilino fa baccano fino alle 3 del mattino,per chiedere un suo intervento.L'amministratore lo può comunicare o è violerebbe la privacy?
    grazie diaria
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Assolutamente no.
    Tal Registro e' da lei consultabile (puo' farne anche copia)
     
    A dolly piace questo elemento.
  3. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    quale registro?
     
  4. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ti trascrivo stralci di appunti che ho fatto sull'argomento per mio uso. spero che ti possano essere utili

    L'art. 1130 comma 1 n. 7
    prevede che l'amministratore deve tenere il c.d. registro dell'anagrafe condominiale. Questo registro deve contenere le generalità (date di nascita, luogo di nascita, residenza, domicilio, codice fiscale) di tutti i proprietari di ogni unità immobiliare e di ogni diritto reale sulle medesime unità immobiliari (es. usufruttuo), ricordiamo che per le spese condominiali usufruttuario e nudo proprietario sono solidalmente responsabili verso il condominio ex art. 67 disp. att. c.c.

    Inoltre, il medesimo registro deve contenere anche i dati dei titolari di diritti reali di godimento (inquilini, ma anche comodatari). Non tutti sanno che la Legge 27.12.2013 n. 147 art. 1 comma 49 e 50 (c.d. Legge di stabilità) ha autorizzato i Comuni ad accedere ai registri ex art. 1130 comma 7 c.c. per verificare gli affitti a “nero” i proprietari devono anche indicare i locatari degli immobili.

    Il registro anagrafe condominiale deve anche contenere i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, si anticipa che quanto ai dati catastali questi si intendono solo i dati strettamente necessari per l'identificazione dell'unità immobiliare, come ad esempio, foglio, partita, particella, sub., quindi, con esclusione, dei degli altri dati catastali come rendita catastale, numero di vani ecc., che sono irrilevanti ai fini dell'identificazione catastale dell'immobile, ma attengono alla funzione tributaria del catasto.

    Quanto, invece, al diritto di accesso alle informazioni contenute nel registro dell'anagrafe condominiale, il garante esclude che i singoli proprietari possono accedervi, mentre, sarà l'amministratore che fornirà loro i dati richiesti, (infatti, potrebbe sorgere l'esigenza di avere degli indirizzi per comunicazioni relative all'eliminazione di infiltrazioni). Nell'ottica del "Codice della privacy", viene ricordata la possibilità per l'assemblea di designare, in via formale, l'amministratore a "responsabile del trattamento" dei dati personali dei partecipanti al condominio, attribuendogli uno specifico ruolo in tale materia. Ribadendo principi più volte affermati nei precedenti suoi provvedimenti, il Garante precisa che possono essere trattate soltanto le informazioni personali che siano pertinenti e non eccedenti rispetto alle finalità di gestione e di amministrazione delle parti comuni, quali, per esempio, i dati anagrafici e gli indirizzi dei condomini, le quote millesimali e/o eventuali ulteriori dati necessari per le ripartizioni dei costi. Vietato, invece, trattare dati che non siano correlati alla gestione dell'edificio, quali, per esempio, le annotazioni personali che a volte sono riportate nelle schede anagrafiche. Nel caso poi, che vengano utilizzati dati riferibili a soggetti terzi, l'amministratore non deve dimenticare di fornire adeguata "informativa" come previsto in generale dal d.lgs. n. 196/2003. Per quanto riguarda le utenze telefoniche (fisse o cellulari) e gli indirizzi email, possono essere utilizzati solo se già indicati in elenchi pubblici, oppure a condizione che l'interessato abbia fornito il proprio consenso. Relativamente, infine, al trattamento dei dati "sensibili" (si pensi alle delibere riguardanti interventi di "abbattimento delle barriere architettoniche" in favore di un condomino diversamente abile), il loro utilizzo è consentito esclusivamente nel caso in cui sia indispensabile e fatta salva l'adozione di adeguate cautele al fine di salvaguardare la dignità degli interessati.
    Importante anche l'aspetto della "conservazione" dei dati da parte dell'amministratore che, a prescindere dalle modalità adottate (archivi cartacei o elettronici) deve essere effettuata impedendo intrusioni indebite, predisponendo adeguate misure di sicurezza;
     
    A diaria e dolly piace questo messaggio.
  5. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    il codice del condominio è una cosa il registro è altro
     
    A adimecasa piace questo elemento.
  6. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Il Registro Anagrafe Condominiale; obbligatorio post riforma 2012; come tale consultabile dai consociati.
     
  7. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Il Codice del Condominio non esiste.
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    il codice del condominio esiste e come vedi la tredicesima edizione di corrado sforza fogliani edizione editrice la tribuna
     
  9. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Ehhhhhhhhhhhhh???
    Scusi, ma quello da lei indicato non è un Codice, bensì una mera e semplice pubblicazione editoriale che la Tribuna Casa Editrice impropriamente appella come "Codice" e di tal sistema non presenta alcuna valenza/efficacia!
    Codice, nell'accezione giuridica che gli è propria, e' ben altro"
    Ad esempio il:
    Codice Civile
    Codice Penale
    Codice PC
    Codice PP

    Ripeto: Il codice del condominio non esiste
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    lei siamo ancora al lei boh, come si può continuare su queste distanze
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina