1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. MariaKiara

    MariaKiara Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buonasera,
    per mia disgrazia ho acqistato 24 anni fa un villino che si affaccia su una strada "privata" a fondo cieco (all'ingresso della stada c'è un cartello che vieta l'accesso ai non residenti). Nel rogito di allora è indicata questa dicitura senza ulteriori precisazioni relativamente ad una delle coerenze. All'origine la strada era sterrata e dopo qualche anno ci fu una riunione dei proprietari (una ventina in tutto) durante la quale fu decisa l'asfaltatura dopo aver effettuato il raccordo con la rete fognaria comunale. L'illuminazione esisteva già. Sto avendo molti problemi con il parcheggio anche continuato di veicoli davanti alla mia abitazione dal momento che è l'ultima, proprio al termine della strada. Mi era stato confermato dal geometra che aveva costruito l'abitazione che ogni frontista ha la proprietà per metà della strada per quanto sono i confini della stessa. Ho verificato anche all'Ufficio Tecnico del comune e tutt'ora la strada non risulta indicata. C'è un modo legale per avere conferma di quanto ritengo sia corretto e cioè il diritto di non avere parcheggiato auto e spesso furgoni davanti a casa? Inoltre la strada almeno all'inizio è veramente stretta e spesso c'è difficoltà di passaggio anche per una sola autovettura. Grazie

     
  2. maxbiag

    maxbiag Membro Attivo

    Professionista
    Potrà essere una soluzione drastica, ma se la strada è veramente privata e non ad"uso pubblico", ed in particolare il Comune non partecipa alle spese di manutenzione, suggerisco una bella sbarra con telecomando per l'utilizzo dei soli proprietari e/o affittuari.
    Ciao:idea:
     
  3. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Aggiungendo anche i relativi cartelli di "passo carrabile" - con relativa denuncia e tassa presso il Comune.
     
  4. MariaKiara

    MariaKiara Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sbarra per accesso strada privata

    Grazie per l'alternativa ma era già stata proposta durante l'unica riunione fatta con tutti i proprietari per discutere delle spese da sostenere per l'asfaltatura della strada ed ovviamente praticamente tutti non avevano dato l'approvazione. Da tenere presente che in tutti questi anni il numero di persone che transitano, ed ovviamente si fermano, è aumentato in maniera esponenziale in quanto approdano qui tutte le generazioni sucessive, figlie e nipoti, per i più svariati motivi. Da tempo ci sono sempre molti problemi con il moltiplicarsi delle autovetture in sosta e non si riesce ad uscirne. Io ed il mio dirimpettaio siamo i più penalizzati perchè essendo a fondo strada i più, pur conoscendo la situazione, "ignorano" le regole e sistemano le auto eccedenti lì. Purtroppo non esiste un pezzo di carta che dica esattamente lo stato delle cose altrimenti avrei già provveduto a fare una bella circolare, ed è inutile pensare di riunirli ancora discutere di questa situazione che alla maggioranza sta bene così com'è. Sono senza speranza (vabbè che ci sono problemi ben più grossi in giro ...) Ciao
     
  5. aldo maione

    aldo maione Nuovo Iscritto

    E' un Argomento interessante anche perchè la casistica investe tutto il territorio nazionale. Voglio dare il mio contributo per esperienza diretta.
    . Anche io quasi tutti i giorni percorro una strada interpoderale per raggiungere il mio terreno con casetta rurale. Il tratto ha una lunghezza di cira m.300 ed è a termine, non prosegue e per tornare a casa devi rifare il percorso. Vengo ai principi che in genere regolano l'uso della strada;
    in genere si diparte da una strada comunale o altro.La manutenzione è a carico dei proprietari, e la eventuale costruzione di servizi a carico di chi li chiede. Vengo al dunque dei parcheggi:
    1) Le strade interpoderali hanno larghezze molto ridotte e non consentono parcheggi, se ciò fosse incombono dei principi e devono essere regolamentati.
    2)L'accesso e l'uso della strada è consentito alle persone proprietarie dei fondi serviti e dei loro eredi.
    3)la strada è un diritto di passaggio e non di parcheggio,chi si ferma anche temporaneamente non deve ostruire il passaggio agli aventi diritto.
    4) per farla breve la strada è solo un diritto di passaggio ed il parcheggio ognuno se lo deve creare nella sua proprietà. spero di essere stato utile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina