• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
Buongiorno,
nel regolamento contrattuale è stabilito che non si possano tenere animali negli appartamenti. Questa regola è stata sempre disattesa, in quanto, da almeno 15 anni sono stati accettati. Adesso sta succedendo che troviamo escrementi di animali nelle parti comuni e qualcuno vorrebbe chiedere all'amministratore di far rispettare la regola. È possibile farlo dopo che per tanti anni non è stata rispettata? Si potrebbe, in alternativa, chiedere di tenere gli animali in casa e farli uscire solo se in presenza dei proprietari? Grazie.
 

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
Si può chiedere, difficile che lo rispettino. Fai prima a cambiare condominio
Non ho capito: la regola va rispettata o no? Il regolamento contrattuale, non assembleare, può avere dei punti che sono ormai stati annullati dall'abitudine di tanti anni?
 

Pipp0

Nuovo Iscritto
Professionista
Non sono annullati, se siete a questi livelli non credo che si possa più fare niente. È più semplice eliminare la causa... In maniera brutale intendo. Via il dente via il dolore
 

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non si tratta di ciò che sia meglio, ma di ciò che si debba fare. Non credo sia facile convincere i condomini a dare via gli animali, no?
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
con la Legge 11 dicembre 2012, n. 220 (Nova legge sul Condominio), è stato modificato l' art. 1138 del c.c. con l'aggiunta di un ultimo comma che dice che: "Le norme del regolamento condominiale, sia contrattuale che assembleare, non possono vietare di possedere o detenere animali domestici."
Per quanto riguarda la questione della irretroattività della legge, atteso che i più rivoluzionari stabiliscono che la disposizione dell’art. 1138 c.c. renda nulli tutti i regolamenti, anche quelli preesistenti alla legge di riforma, è bene ricordare che la legge non dispone che per l’avvenire: quindi i regolamenti assembleari deliberati prima del 18 giugno 2013, anche se contengono divieti alla detenzione di animali, restano validi sino a eventuale modifica in assemblea.
 
Ultima modifica:

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Non credo sia facile convincere i condomini a dare via gli animali, no?
in effetti è più facile cacciare gli umani. Comunque i cani abbandonati per strada in occasione delle vacanze prima vivevano in appartamento.
Ad integrazione del mio intervento precedente devo aggiungere che la commissione Giustizia del Senato, in sede di approvazione della norma, aveva chiarito che il divieto non riguardava i regolamenti di natura contrattuale in coerenza con i principi dell’autonomia contrattuale (articolo 1322 del Codice civile) consentendo ai condòmini di deliberare limitazioni ai diritti dominicali loro spettanti.
 
Ultima modifica:

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
Ho trovato una sentenza della cassazione che invalida la norma anche se si tratta di regolamento contrattuale, indipendentemente dalla data in cui sia stato redatto. C'è, però, anche l'obbligo di tenere gli animali al guinzaglio nelle parti comuni, quindi non possono essere lasciati liberi nel condominio. Dovrei aver risolto. Grazie a tutti, in ogni caso.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
La Legge del 2012 non è "retroattiva" ma ha invalidato tutte quelle disposizioni che vietavano la detenzione di animali domestici in qualsiasi Regolamento di Condominio anche se "contrattuale".

Vi è una "corrente di pensiero" che avalla l'ipotesi di validità del divieto se viene ri-confermato da voto unanime (1000/1000).
 

moralista

Membro Senior
Professionista
se vuoi ottenere il rispetto del r.d.c. che vieta di detenere in condominio devi rivolgerti ad un legale, non all'amministratore che non ha poteri nei confronti alla riforma del condominio del 2012, entrata in vigore nel 2013 togliendo agli amministratori se non con una delibera all'unanimità ogni potere in merito al problema discusso di detenere o meno i cani in condominio, sia di piccola che di grande taglia
 

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
se vuoi ottenere il rispetto del r.d.c. che vieta di detenere in condominio devi rivolgerti ad un legale, non all'amministratore che non ha poteri nei confronti alla riforma del condominio del 2012, entrata in vigore nel 2013 togliendo agli amministratori se non con una delibera all'unanimità ogni potere in merito al problema discusso di detenere o meno i cani in condominio, sia di piccola che di grande taglia
Io non voglio impedire di tenere animali, sarebbe crudele! Io voglio solo sapere se possono andare in giro a sporcare liberamente. In questo caso si tratta di gatti, che sono di proprietà e non appartengono a colonie feline.
 

Gianco

Membro Storico
Professionista
Se la traccia è lasciata da un gatto è difficile risalire a quale fra quelli presenti nel condominio, ma addirittura potrebbe essere un "invasore", "sabotatore".
 

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
Se la traccia è lasciata da un gatto è difficile risalire a quale fra quelli presenti nel condominio, ma addirittura potrebbe essere un "invasore", "sabotatore".
C'è un solo gatto che circola nel condominio, ed è stato visto da tutti. Fino all'arrivo dei nuovi condòmini (qualche mese fa), proprietari di questo gatto, non era mai successo.
 

happysmileone

Oggi è il mio Compleanno!
Proprietario Casa
Normalmente i gatti di proprieta' hanno una loro lettiera nell'appartamento dove fanno i bisogni senza spargerli nell'appartamento ..... salvo urgenze incontenibili .
Avete provato a parlare con il condomino proprietario del gatto ?
 

nut

Membro Attivo
Proprietario Casa
Normalmente i gatti di proprieta' hanno una loro lettiera nell'appartamento dove fanno i bisogni senza spargerli nell'appartamento ..... salvo urgenze incontenibili .
Avete provato a parlare con il condomino proprietario del gatto ?
Sì, ha detto che non può tenere il gatto in casa, ma che avrebbe "cercato" di pulire... cosa che non avviene, ovviamente, visto che continuiamo a trovare gli escrementi.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

A quando ****o attivano l'account
che le domande non devono essere pubblicate in questo box ma in discussioni che possono essere viste dagli utenti attivi. Grazie.
Alto