• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

dario22

Membro Attivo
Salve,
volevo una informazione.
Io, i miei 3 fratelli e mia madre abbiamo ereditato (da mio padre deceduto) la villetta singola dove abitiamo.
A fianco dell'abitazione abbiamo anche un terreno edificabile di 7000 mq. (sempre ereditato in parti
uguali da tutti e 5).
La nostra intenzione è lasciare tutto a nome di mia madre.
Tra un pò di tempo pensavamo di vendere quasi completamente il terreno edificabile (vendere circa 6800 mq) ed i
rimanenti 200 mq annetterli alla particella dell'abitazione.

So che per fare un atto di rinuncia (di noi 4 fratelli) a favore di mia madre serve un atto dal notaio (costo circa
500 Euro dicono).

Ma la domanda è:
è possibile fare tutta una UNICA pratica dal notaio (per limitare le spese notarili, a 500 euro circa) ??
cioè nello stesso atto notarile, noi 4 fratelli rinunciamo alla nostra parte e nello stesso tempo, si chiede di
annettere 200 mq alla particella dell'abitazione.

E la prassi qual'è ?? Andare da un geometra, questi fa approvare il progetto dal Comune e poi si va dal notaio
o cosa ??

grazie
 

Marco Giovannelli

Membro dello Staff
Professionista
allora, si procede al frazionamento nel quale si annette anche i 200mq all'abitazione poi si va dal notaio e si sistemano le cose.
saluti
 

dario22

Membro Attivo
quindi non è necessario fare carte dal notaio in 2 volte.
Cioè una volta (prima pratica) cedere tutto a mia madre.
Seconda volta (Seconda pratica) vendere quasi tutto il terreno e annettere 200 mq alla casa.
Se ho capito bene possiamo fare tutto in un unico atto dal notaio.
Giusto ??
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho affittato a un inquilino con figli in età scolare un alloggio al 2° p. di un piccolo condominio. Il fornaio del p.t., si è lamentato "pesantemente" con me perchè i suddetti figli (ora in DAD) lo disturbano durante il giorno. Ho invitato civilmente il padre a moderare l'esuberanza dei ragazzi ma inutilmente. La domanda è: Qual è la mia responsabilità circa il diurno disturbo arrecato al fornaio?
Buongiorno. Mio figlio è proprietario di un locale di 35 mq. adibito a magazzino, classe C2 ubicato nel cortile di un palazzo, piano terra. Desiderando cambiare la destinazione d'uso, per realizzare ad esempio un piccolo laboratorio, deve avere il consenso del condominio, con delibera assembleare?
Alto