1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ermi47

    ermi47 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Dal 2013, in base ad una disposizione delle poste è possibile pagare i bollettino postale con una tassa di 0,70 invece di 1,30 se è intestato ad una persona avente età superiore ai 70 anni; basta dimostrarlo con presentazione di un documento di riconoscimento.
    Ieri ho pagato in mattina dei bollettini intestati a mia suocera ultra 70 enne e disabile; presentando il documento di riconoscimento mi è stata praticata la suddetta tariffa di 0,70 senza alcun problema.
    Nel pomeriggio ho dovuto pagare un altro bollettino sempre della stessa intestataria ma mi sono recato presso un altro ufficio postale. Qui si sono rifiutati di applicare la tariffa ridotta poichè (ho conferito anche col direttore) hanno avuto disposizioni che si può applicare solo se la persona intestataria del bollettino si presenta personalmente, perchè a loro detta, potrebbe capitare che il bollettino è intestato a persona deceduta.
    In un forum avevo letto:
    La tariffa agevolata può essere applicata anche attraverso la presentazione presso lo sportello del documento della persona interessata da parte di un familiare o di un'altra persona. Per l'applicazione della riduzione è però indispensabile che l’ordinante del bollettino (ad esempio l'intestatario dell'utenza) sia over 70.
    Questa mattina ho chiesto lumi telefonando al numero verde delle Poste, ma l'operatrice mi ha detto che purtroppo i direttori interpretano le disposizione in modo diverso! Siamo in Italia!, dico io.
    Ho suggerito all'operatrice di presentarmi la prossima volta con un certificato di esistenza in vita e con uno di disabilità. Lei ha condiviso l'azione ma non mi ha voluto confermare il suggerimento e non ha saputo dirmi neanche a chi avrei potuto rivolgermi per avere certezza in merito.
    Chiedo scusa se mi sono dilungato molto nel chiarire il quesito e ringrazio anticipatamente tutti quelli che vorranno darmi suggerimenti in merito.
     
  2. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Sul bollettino non c'è il codice fiscale dell'intestatario (dal CF si arriva all'età della persona)?
     
  3. ermi47

    ermi47 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    L'obiezione che mi hanno fatto non era per l'età, rilevabile dal documento di riconoscimento che presentavo, bensì dal fatto che l'intestatario del poteva anche essere deceduto ed inoltre che le disposizioni (riservate o verbali) che il direttore aveva avuto erano che l'intestatario del bollettino doveva essere presente per aver diritto alla riduzione.
     
  4. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    E' un direttore originale, solo lui si comporta così.
     
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
  6. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    Delle poste mi colpiscono - negativamente - due aspetti.
    1. Gli sportelli sono specializzati, anziché polifunzionali. A mio avviso ogni sportello dovrebbe fare bollettini e corrispondenza, non bollettini per correntisti o bollettini per gli altri o corrispondenza: le file si accorcerebbero, sarebbero democratiche, con lo stesso carico di lavoro.
    2. Numerazione degli sportelli. Alcuni uffici hanno gli sportelli con numerazione da sinistra a destra, altri l'opposta, da destra a sinistra.
     
  7. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    far presente allo sportello di essere senior e se non credono con codice fiscale, certi sportellisti sono molto renitenti ma sono obbligati ad applicare lo sconto da 1,30 a 0,70
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Giusto ! E l'integrazione interculturale dove la metti ! Gli arabi che leggono e scrivono in maniera opposta alla nostra ? Lo Stesso Leonardo da Vinci avrebbe dei problemi nel presentarsi all'Ufficio Postale a senso unico.
    In fondo, siamo noi "occidentali" (o accidentali ?) ad usare talvolta sistemi incomprensibili. Prendi la circolazione stradale. Noi circoliamo a destra andando contro il principio stabilito dagli antichi popoli, in particolare i romani, massimi costruttori di strade, basato sulla circolazione a sinistra. E c'era un validissimo motivo........Lascio a te erede dei Romani ( o dei rumeni ??) e contemporaneo capitolino la spiegazione.
     
    Ultima modifica: 3 Luglio 2014
  9. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    In realtà la circolazione era destrorsa come l'attuale (si teneva la destra). Sull'Appia un giorno avanti Cristo successe questo. Un cavallo di una biga 2 cavalli-vapore (Citroen) diretta a Brindisi per un matrimonio civile impazzì e spostò la biga, guidata da tale Quinto Fabio Massimo, detto 'er Cunctator' (it., il contatore, il tachimetro) tutto a sinistra. La biga proveniente dalla direzione opposta fu costretta a sua volta a virare svelta alla sua sinistra. In quel momento vedendo le sole due bighe con la foto dello speed check si aveva l'impressione che la circolazione fosse a sinistra. La foto fu diffusa e da quel momento la circolazione diventò, fortuitamente, sinistrorsa.
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sei sicuro che questo Quinto Fabio Massimo, che si recava a Brindisi per l'ennesimo matrimonio, non fosse in realtà un impostore e un fedifrago ?
    A me risulta che fosse già biga.mo !
     
  11. jac1.0

    jac1.0 Ospite

    In effetti fu fedifrago al largo della costa brindisina. Fu anche moroso e per ciò il tribunale lo condannò alla cessione del Quinto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina