1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Attestazione di Prestazione Energetica degli edifici. Facciamo il punto ad oggi.

    Il D.L. 63/2013 ha previsto che l’attestato di prestazione energetica degli edifici (APE) debba essere rilasciato per gli edifici o le unità immobiliari costruiti, venduti o locati ad un nuovo locatario . Inoltre, gli edifici di nuova costruzione e quelli sottoposti a ristrutturazioni importanti, devono dotarsi di un attestato di prestazione energetica prima del rilascio del certificato di agibilità . Nel caso di nuovo edificio, l’attestato è prodotto a cura del costruttore, mentre negli altri casi l’onere grava sul proprietario dell’immobile.

    L’APE è normalmente riferito ad una unità immobiliare; Ma può essere riferito a più unità immobiliari (facenti parte di un medesimo edificio) qualora esse abbiano la medesima destinazione d’uso, la medesima situazione al contorno, il medesimo orientamento e la medesima geometria e siano servite, qualora presente/i , dal medesimo impianto termico di riscaldamento o raffrescamento

    L’APE ha una validità temporale massima di dieci anni a partire dal suo rilascio (a condizione che gli impianti esistenti siano a norma e correttamente manutenuti) ed è aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che modifichi la classe energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare.

    Superata la questione della temuta nullità non piu’ sussistente , stante la pronuncia dell’allora Ministero degli Interni (Cancellieri) si pone in sintesi il dubbio :

    Allegare o non allegare ? ,”This is the question” cui ha posto fine Il D.L. 145/2013 (art. 1, comma 7) ; per cui ad oggi la questione è cosi’ riassumibile:

    Nei contratti di compravendita immobiliare, negli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso e nei nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari soggetti a registrazione è inserita apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore dichiarano di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell’attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica degli edifici; copia dell’attestato di prestazione energetica deve essere altresì allegata al contratto, tranne che nei casi di locazione di singole unità immobiliari ./.... sanzioni " .
    (n.d.r per cui vale la pena di ribadire che sussiste l’obbligo di allegazione quando vengono locate una pluralità di unità immobiliari)
     
    Ultima modifica: 15 Marzo 2014
    A Antonio Assanti e Avvocato Luigi Polidoro piace questo messaggio.
  2. Pitiuso

    Pitiuso Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ma quando la finiremo con questi attestati e bollini inutili ? vedi caldaia o il per fortuna abolito bollino blu delle auto ?
    L'APE attestante alte qualità energetiche può esser un plus per chi ha costruito o fatto divenire un immobile di pregio, ma a cosa servono una pioggia di attestati classe G ? Non basterebbe richiedere, sotto responsabilità del dichiarante, apposita dichiarazione negli atti verso terzi in modo che questi siano ben consapevoli di cosa locano o acquistano ?
    Chi lo twitta a Renzi ?
     
  3. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusate se e' già ovvio: non capisco che significa in pratica "locazione di una pluralità di unità immobiliari".
    Nel medesimo contratto di locazione?
    Vale se il locatore fa più di un contratto di locazione, anche se questi sono indipendenti?

    Grazie per l'aiuto.
     
  4. Giorgio B.

    Giorgio B. Membro Junior

    Professionista
    io ho un altro dubbio ...
    e in caso di sublocazione ?

    :shock:
     
  5. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se non vi è impianto di riscaldamento l'APE scade il 31/12 dell'anno successivo all'anno di emissione del certificato.

    Io ho fatto un contratto di locazione nuovo con decorrenza 01/03/2014 e nel contratto ho aggiunto una postilla in cui i conduttori dichiaravano che li avevo messi al corrente della classe energetica dell'immobile, comunque riportata sul contratto, e che avevo consegnato loro una copia del certificato ACE. Ho registrato il contratto tramite RLI web e il giorno dopo sono andato all'ade con una copia dell'ACE e gli estremi di registrazione e loro mi hanno registrato l'allegazione del documento al contratto.[DOUBLEPOST=1395073110,1395073007][/DOUBLEPOST]
    E' sempre il proprietario che deve provvedere al certificato, chi sub loca di certo non lo è.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  6. Giorgio B.

    Giorgio B. Membro Junior

    Professionista
    eh, ho capito, ma il proprietario ha affittato l'immobile ad un inquilino 5 anni fa (e non c'era l'obbligo della redazione dell'APE) e visto che per i contratti in corso non è ancora obbligatorio, mi sembra un po' una forzatura obbligare il proprietario a spendere soldi per fare l'APE perchè il suo inquilino vorrebbe sublocare l'immobile ...
     
  7. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo con te alle volte tante sfumature non vengono considerate quando legiferano ma comunque la legge parla solo di vendite e nuove locazioni di immobili e non di sublocazioni.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    La legge si applica anche alle sublocazioni. Che altro non sono che nuovi, autonomi, contratti di locazione.
     
  9. Giorgio B.

    Giorgio B. Membro Junior

    Professionista
    Un'altra domanda:
    ho letto sul testo della legge che le sanzioni vengono comminate in solido fra le parti (proprietario ed inquilino), pertanto mi vien da sospettare che anche la redazione dell'APE debba essere copartecipe ... o son troppo malizioso ... :occhi_al_cielo:
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Che io sappia l'APE è riferito solo ad una unità immobiliare... Ad esempio foglio 5 mappale 1 sub 1,2,3,4 (tutte abitazioni) devo fare tanti Ape quanti sono i sub non ho ancora visto fare l'APE per il complesso dei sub ma ognuno per conto proprio ameno che non ci sia un abitazione, un garage, un deposito ed un bene comune non censibile. Questa della pluralità delle unità immobiliari non riesco a capirla proprio.
     
  11. gigi10

    gigi10 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie,
    aggiungo che stamattina ho avuto un incontro con un funzionario dell'Agenzia delle Entrate per altri motivi e, a domanda puntuale, non ha saputo dare una spiegazione e nemmeno ipotizzarla.


    Saluti
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Sai, temo che non abbiano la minima idea che l'APE la fai solo su un sub preciso. In un condominio di 30 sub: 10 abitazioni, 10 garages e 10 cantine (I c/2 per intenderci) devi fare i 10 APE relativi alle abitazioni.
    Ma non esiste un'APE che racchiude i 10 subalterni delle abitazioni, ma ognuno ha il suo, tant'è vero che se cerchi sull'attestato medesimo, trovi il richiamo (se non erro la prima pagina in alto a destra) al censimento a catasto fabbricati:
    1) foglio di mappa,
    2)comune di riferimento,
    3)numero dell'urbano
    4) eventualmente subalterno se ti trovi in edificio con più unità immobiliari.
    Questi dati li prendi, tanto per intenderci, paro paro dalle visure catastali.

    Dimenticavo, le planimetrie a cui le visure sono associate, devono corrispondere allo stato di fatto ed alle concessioni, prima di fare un attestato come l'APE (valevole per 10 anni) semprechè in questo lasso di tempo tu non faccia modifiche che incidono profondamente sui consumi energetici dell'edificio:
    a) sostituzione di generatore di calore, o di climatizzazione
    b) sostituzione dei serramenti esterni
    c) isolamento dell'edificio (rifacimento tetto con isolamento, o cappotto intorno all'unità immobiliare o all'edificio completo)
    Non vorrei sbagliare ma anche solo la sostituzione delle valvole stravolge i consumi e quindi comporterebbe nuovo APE (su questo però non sono sicurissimo) anche prima dei 10 anni.

    Fare un APE su una planimetria interna non corretta comporta (ad esempio in caso di modifiche interne) il cambio del subalterno catastale, che è uno dei cardini di partenza per fare l'APE. La logica dell'attestato è che ad ogni immobile con identificativo catastale corrisponda l'APE (se sono abitazioni, commerciali o industriali, NO pertinenza varie o beni comuni non censibili), ma se tu mi vari il catasto dell'abitazione mi devi rifare per forza l'APE.
    Morale della favola prima di fare l'APE controllate le vostre planimetrie catastali, le vostre concessioni che corrispondano allo stato di fatto, per non dover fare un documento da dover rifare nel momento in cui (anche senza variazioni edilizie) variassero gli estremi catastali a cui l'APE fa riferimento.

    Spero di esserti stato più chiaro dell'impiegato delle Entrate.
    saluti.
     
    Ultima modifica: 19 Marzo 2014
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  13. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Basta leggere la frase contenuta nel comma 3 dell'art. 6 del D. Lgs. n. 192/2005.
    "copia dell'attestato di prestazione energetica deve essere altresì allegata al contratto, tranne che nei casi di locazione di singole unità immobiliari".
    Si concedono in locazione più u.i. o un intero edificio? V'è l'obbligo di allegare l'APE di quell'edificio o gli APE di quelle u.i. al contratto.
     
  14. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Scusa ma hai letto cosa ho scritto sopra?? L'APE si rifa SOLO all'intestazione catastale della singola unità immobiliare.
    Non esiste l'APE che si rifà al intestazione catastale catastale dell'intero condominio. Questo la legge non telo dice, ma se ti leggi bene l'APE (parlo di un certificato alla mano) l'intestazione del subalterno a cui si riferisce lo trovi di sicuro.
    Questo per un semplice motivo: anche 2 alloggi identici, per disposizione (a Nord o A Sud) al 1°piano piuttosto che al 3°piano; non avranno mai una prestazione energetica uguale.
     
    Ultima modifica: 19 Marzo 2014
  15. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ah sì? Diglielo anche al legislatore, che sempre nell'art. 6 del D. Lgs. n. 192/2005 ha scritto:
    - al comma 1:
    "... l'attestato di prestazione energetica degli edifici è rilasciato per gli edifici o le unità immobiliari costruiti, venduti o locati ad un nuovo locatario e per gli edifici indicati al comma 6."
    "Nel caso di nuovo edificio, l'attestato è prodotto a cura del costruttore..."
    - al comma 2:
    "... in caso di vendita o locazione di un edificio prima della sua costruzione, il venditore o locatario fornisce evidenza della futura prestazione energetica dell'edificio..."
    - al comma 4:

    "L'attestazione della prestazione energetica può riferirsi a una o più unità immobiliari facenti parte di un medesimo edificio.
    L'attestazione di prestazione energetica riferita a più unità immobiliari può essere prodotta solo qualora esse abbiano la medesima destinazione d'uso, la medesima situazione al contorno, il medesimo orientamento e la medesima geometria e siano servite, qualora presente, dal medesimo impianto termico destinato alla climatizzazione invernale e, qualora presente, dal medesimo sistema di climatizzazione estiva
    ".
    E mi fermo qui.
     
    Ultima modifica: 19 Marzo 2014
  16. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    @Nemesis domani ti posto un ACE (che poi è la stessa identica cosa dell'APE) e vedi cosa sopra ci è scritto. Quando hai un unica unità immobiliare abitativa senza pertinenze hai si un unico subalterno (anzi non si usano i subalterni ) ma quando ne hai più di uno compaiono i sub sull'APE. Siccome però intelligenza vuole che una casa abbia pure le pertinenze (che sono dei subalterni) troverai sempre un'APE con riferimento ad un subalterno. Non ho altro da aggiungere. Buone cose.
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Risparmiati la fatica. Quello che c'è scritto non può contraddire quello che sta scritto nelle norme cogenti. Specialmente il comma 4 dell'art. 6 del decreto legislativo n. 192/2005.
     
  18. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Tu non preoccuparti aspetta e vedrai.
     
  19. Giorgio B.

    Giorgio B. Membro Junior

    Professionista
    :risata::risata::risata:

    E cos'è ?!?!?
    Una torre a base quadrata da un appartamento a piano ???

    :risata::risata::risata:
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  20. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Buoni, non litigate. Chi legifera, purtroppo, non sa mai quello che scrive. Sembra quasi che lo fa per..... sentito dire.
    Al buon nemesis volevo porre una domanda riguardo all'art. 1 dove dice "venduti o locati ad un nuovo locatario" cosa vuol dire? Io sto rifacendo un contratto di locazione con decorrenza 01/04/2014 perchè ho chiesto l'aumento del canone ma il locatario non è nuovo, è sempre lo stesso che sta la dal 1970. L'APE ci vuole o no?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina