1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    leggo su "abitanti on line", mi sembra interessante, a me sembrava esatto il contrario, evidentemente mi sbagliavo, oppure le statistiche sono diverse secondo la zona?



    Casa, acquirenti insensibili alla prestazione energetica
    [​IMG] 16/03/2016 - L'APE orienta ancora troppo poco le compravendite immobiliari. Lo dicono Fiaip, Enea e Istituto per la competitività.
    Il mercato immobiliare, che nel 2015 aveva mostrato segni di vitalità (compravendite in crescita a fronte di prezzi in flessione), resta dominato da edifici di qualità energetica scadente. Lo rivela un'indagine compiuta da Fiaip, Enea e Istituto per la competitività, secondo cui i dati degli edifici compravenduti nel 2015 non registrano sostanziali mutamenti rispetto all'anno precedente.

    In particolare, l'APE risulta poco utilizzato: il 58% di chi vende o compra non lo ritiene utile. Gli edifici appartenenti alle prime tre classi energetiche (A+, A e B) rappresentano una percentuale ancora bassa, tra il 7 e il 13% a seconda delle tipologie, rispetto al totale delle compravendite. Il peso statistico degli edifici di classe G varia dal 72% per i monolocali ad un 57% per le villette.

    Molto basso risulta poi il numero di ristrutturazioni edilizie che hanno previsto gli aspetti energetici: "E' un dato preoccupante " afferma il responsabile dell'unità tecnica per l'efficienza energetica dell'Enea, il quale rimarca come l'APE sia un potente strumento per aumentare il valore economico dell'edificio.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Idiozia paragonabile a tante altre "affermazioni/dichiarazioni" che cercano di propinare quanti si sentono appartenere alla "elite culturale".

    L' APE di per se non aumenta nulla...semmai è la "classe" ottenuta che può determinare il valore.

    Ma fatte escluse le "nuove costruzioni" dove l'usare fin da subito criteri costruttivi a bassa "dispersione/alta efficenza" ha un aumento di costo relativo...è indubbio che su edifici esistenti ben difficilmente il maggior valore di mercato per una classe migliore copre la spesa necessaria per gli interventi.
     
    Ultima modifica: 19 Marzo 2016
    A casanostra piace questo elemento.
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Puoi spiegarti meglio? Grazie.
     
  4. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione Dimaraz...più che un'idiozia è una conflittata (n.c.z.) alla "silviona"
    dove la furbizia tipica dell'eccellentissimo imbonitore si cela dietro una presunta,
    superiore competenza...Anche i notai si proclamano indispensabili e a pensarci bene in tutte le attività i rappresentanti delle stesse usano pari megafoni. Dove i due avverbi, importantissimo e assolutamente, si consumano dall'uso continuo e
    improprio. Se FraDIACOno invece di giocare ritornasse a fare il punzecchiatore
    ne leggeremmo di assunti e proclami in pieni conflitti di interessi. qpq.
     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Giocare = punzecchiare, per me. D'altronde qualcuno nell'antichità disse "Castigat ridendo mores", ossia: ridendo castiga le more.
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    io ho potuto riscontrare un fenomeno di vendita di immobili appena costruiti, pubblicizzati come efficienti energeticamente, avvenuta abbastanza in fretta, di contro, immmobili di clesse energetica media rimanere invenduti anche se venivano proposti a prezzi più appetibili. La mia interpretazione del fenomeno è che il target che si poteva permettere l'acquisto di una casa era abbastanza elevato qiundi sceglieva costruzioni più costose, l'efficienza energetica faceva parte del pacchetto.
    Oggi, che a quanto si dice, il mercato è in ripresa, il target si allarga anche a chi vuole una casa a condizioni migliori dal punto di vista del prezzo, si va quindi a preferire una classe inferiore abbinata al prezzo.
    E' corretto quanto scrive dimaraz, il più delle volte gli interventi migliorativi della classe energetica sono antieconomici e vanno interpretati come inseriti in inteventi più sostanziali di ristrutturazione per avere un senso.
    Poi, diciamocelo fuori dai denti, la differenza di consumo tra un appartamento in classe A e uno in classe C, non è poi così tanta, il costo però della costruzione è molto più rilevante, poi la classe A prevede il riciclo dell'aria attaraverso le apparecchiature apposite, se apri una finestra hai già buttato tutto il risparmio del giorno, quale persona che si dedica all epulizie non apre una finestra? credo si posa evincere che in realtà i risparmi siano più teorici che pratici, intendiamoci, nulla va tolto comunque alla ricerca della prestazione energetica migliore ma senza fanatismi
     
    A Dimaraz piace questo elemento.
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'Enea aveva fatto anche un programma scaricabile gratuitamente in internet per calcolare l'ACE (perché all'inizio si chiamava così), che moltissimi hanno scaricato e su quel programma hanno redatto delle ACE che si sono fatti pagare, anche profumatamente. Poi a fronte della levata di scudi di coloro che producevano i programmi a pagamento per la redazione di questo attestato, con la scusa di un aggiornamento alle norme UNI, lo hanno fatto diventare a pagamento pure loro tramite una società intermediaria.
    Che l'APE sia un potente strumento per aumentare il valore economico dell'edificio ho i miei dubbi.
    Prima di tutto perché la maggiorparte delle persone che compra casa non è che appartiene alla categoria di coloro che non hanno problemi economici, anzi vanno a vedere anche le decine di euro sulla rata del mutuo.
    Secondo, tra i criteri con i quali la gente sceglie un appartamento, l'appartenenza alla classe energetica non è tra le prime caratteristiche che il compratore analizza.
    Cosa se ne fa di un appartamento in classe C, o meglio in classe A, se le stanze sono come delle celle, i bagni angusti, non c'é uno straccio di balcone largo a sufficienza per metterci uno stendino per far asciugare la biancheria.
    La gente cerca case vicino al posto di lavoro, o quanto meno servite da metropolitane e servizi pubblici di superficie, cerca case servite dalle scuole dove portare i figli. La gente cerca case che abbiano almeno un posto auto di pertinenza. Poi prende in considerazione il riscaldamento se è condominiale oppure autonomo.
    Terzo, viene considerato come una ulteriore tassa da pagare: gli stessi notai, che la pensavano allo stesso modo, a fronte della quasi totalità delle certificazioni in classe G degli appartamenti rogitati, avevano pensato di accettare autocertificazioni di appartenenza alla classe G, per far risparmiare 2/300 € alla parte venditrice.
    Quarto, il patrimonio edilizio nazionale è vetusto, costruito secondo canoni che nulla hanno a che vedere rispetto alla tecniche odierne.

    Guarda che il consumo energetico degli edifici se lo sono invento a Bruxelles.

    perché solo le more e non le bionde o meglio ancora le rosse con il corpo cosparso dalle lentiggini?
     
    A Un giocatore piace questo elemento.
  8. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Purchè i dati inseriti nell'APE siano reali. Ho avuto modo di verificare quanto dichiarato in progetto e quanto effettivamente eseguito, un caso limite: in progetto era previsto il cappotto ed invece sono stati inseriti pannelli di polistirolo a secco, a settori in controtavolati trascurando ovviamente di isolare i pilastri. Perchè poi anche nei nuovi edifici non mancano le condense nei ponti termici? Eppure i venditori parlano di edifici a contenimento energetico previsto dalla legge. Se chi acquista verificasse cosa in effetti consuma rispetto a quanto dichiarato ci sarebbe lavoro straordinario per gli avvocati.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  9. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non castiga le bionde perché con le bionde lo Stato incassa le accise e allora per par condicio non castiga neppure le rosse.
     
  10. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Concordo parzialmente con @Luigi Criscuolo per il semplice motivo che legata alla classificazione energetica (quindi dal risultato dell'APE) degli incentivi discreti anche per l'acquisto del nuovo: Eco-case, Notariato: incentivare l’acquisto anche dalle imprese di ristrutturazione per cui ai fini fiscali CONTA MOLTO avere una classe A e B piuttosto che un'altra, poi come ho sempre detto in altri discorsi nulla vieta che un'immobile esistente (con stanze più grandi e comode) a seguito di ristrutturazione passi da una classe G ad una classe B o ad una A; tant'è vero che esistono le detrazioni anche del 65% per il risparmio energetico!
     
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Ma stai scherzando? Guarda che sul nuovo pesa esattamente come l'esistente in meno hai solo le demolizioni da una parte, ma dall'altra hai tutta la procedura legata alla struttura dell'immobile (norme tecniche 2008) che adatti solo in parte sull'esistente altrimenti non una casa sarebbe più agibile.
    Poi hai il costo del terreno, di tutti i progettisti (incluso il termotecnico o ingegnere del risparmio energetico) che non sono briciole ed infine le urbanizzazioni che ormai sono una mazzata tribale.
     
  12. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Comunque tanto per fare esempi su immobili esistenti su cosa porta la diagnosi energetica e fino a dove di può arrivare con la riqualificazione di un condominio ecco qui i risultati: . Se fatte bene FUNZIONA e FUNZIONA BENE!
     
  13. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    E quello che ho pubblicato è solo un esempio di livello non eccelso, perchè se noi andiamo ad intervenire sugli involucri le cose cambiano nettamente!
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Daniele...mi sa che hai "perso di vista" il tema del topic e il senso della mia risposta.
    Poi che centra l'acquisto del terreno per un nuovo edificio ???!!!???
     
  15. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Perché il costo dei terreni sono aumentati parecchio, e senza terreno non realizzi nulla di nuovo!
     
  16. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ammesso e non concesso (in funzione della zona i prezzi se vuoi vendere sono in caduta/piatti) ripeto che tale costo nulla centra rispetto alla questione iniziale.

    Se tu costruisci ex-novo hai certamente tutti i costi da affrontare per la prima volta...ma chi "adegua" spende molto di più per ottenere le stesse prestazione e sta ancora ammortizzando i costi precedenti.

    Tanto per banalizzare...tu quando costruisci un muro sul "grezzo" aggiungi il cappotto e poi intonachi/pitturi...chi interviene sul "vecchio" ad un muro "già finito" deve aggiungere il cappotto ma anche ripetere intonaco e/o pittura.
     
  17. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Non cambia niente per il cappotto esterno:

    Quando realizzi sul nuovo puoi o realizzare la muratura a sandwich o realizzare il cappotto esterno.
    Se realizzi il cappotto esterno la pittura la fai sulla superficie esterna.

    Se invece fai una ristrutturazione energetica e metti il cappotto su una vecchia muratura anche intonacata non spicozzi nessun intonaco esistente ma semplicemente gli appiccichi i pannelli di polistirene sopra e sempre sopra ai pannelli in polistirene ultravom presso realizzi un intonachino particolare di finitura attaccato con retina agli stessi e poi pitturi.

    Io ho utilizzato per una ristrutturazione il sistema della ARREGHINI:
    pannelli tipo polistirene,
    i tasselli per ancorarlo al muro,
    più retina
    più intonachino apposito con colore apposito.

    Il cappotto in realtà è un sistema di più pezzi non è solo l'isolamento! Arriva fino alla finitura esterna! Senza spicozzare e togliere nessuna finitura esistente sulla muratura!
     
  18. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Per riassumere il tutto quello che ho detto sopra ecco il sistema ARREGHINI:
     
  19. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ancor ti fissi con il tecnico...io contesto il "conto".
    Un edificio costruito 15 anni fà (senza coibentazione) è già finito...ma non ancora "ammortizzato".
    Poichè siamo nello stesso "settore" ti garantisco che parlo a ragion veduta.
    Fare un "restauro profondo" costa più che costruire ex-novo.
    Ogni spesa che fai per miglioria forse riesci a pareggiarne il costo con un maggior ricavo solo se trovi immediatamente l'acquirente.
     
  20. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Dipende da restauro @Dimaraz proprio perchè sei nel mio stesso settore dovresti saperlo che non esistono verità univoche ma dipende molto dal tipo di ediifcio (stato di manutenzione) e da come vuoi ristrutturarlo!

    Sul cappotto ti ho dimostrato che con alcuni sistemi, dal nuovo al vecchio, non cambia nulla.

    Ti assicuro che quando fai le cose per bene sul nuovo ed inserisci finiture particolari come Geopietra sulle murature, inizi ad usare autobloccanti della Ferrari Bk, inizi ad usare porte e basculanti in legno e metallo (tipo Silvelox o simili) anche i costi del nuovo decollano e li ammortizzi dopo 40 anni di mutuo.

    Dipende sempre da cosa realizzi a nuovo e cosa e COME ristrutturi profondamente il vecchio.
    Esistono tutta una marea di finiture (che anche io non conoscevo) ma sono venuto in contatto girando per le fiere da farti impazzire.
    C'è da perdersi in un mare di prodotti anche di altissima qualità e da utilizzare in casi specifici (sia per il nuovo che l'esistente!
     
    Ultima modifica: 23 Marzo 2016

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina