1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. carlo16352

    carlo16352 Membro Junior

    viene prima il regolamento di condominio o il codice civile? la mia è una provocazione:
    Un signore è proprietario di un appartamento il cui ingresso è nella scala "A".
    Questo appartamento confina con la scala "B" e il nostro signore vorrebbe qui aprire una seconda porta per poter cosi' dividere l'appartamento in due .
    Il condominio acconsente nella maggioranza ,ma gli occupanti della scala "B" lo negano.Il tribunale prima in una sentenza di primo grado e la cassazione poi si sono pronunziate nei modi seguenti.

    .......qualora risulti accertato dal giudice di merito che l'apertura praticata da un condomino in corrispondenza delle scale del fabbricato in condominio,non abbia apportato alcun mutamento alla conformazione ,allo spazio delle scale e non abbia limitato il godimento degli altri condomini e non abbia arrecato alcun danno o pregiudizi alle parti comuni o alla stabilita',l'apertura rientra nella disciplina dell'uso della cosa comune, non limitando in alcun modo o danneggiando il passaggio di ulteriore condomino in detta scala,fatto salvo il nuovo conteggio millesimale.In effetti il pianerottolo si configura come bene condominiale comune e non pertinenza esclusiva dei condomini di quel pianerottolo.Il signore della scala "A" è proprietario in egual misura di qualsiasi proprietario della scala "B" di entrambi le scale e non distintamente. qual' è il vostro orientamento?
    inoltre mi chiedo se il custode o chiunque altro subisca o compia atti illeciti su una qualsiasi scala sono responsabili solo i condomini di quella scala o il condominio in solido? il signore puo' aprire la porta su maggioranza o ci vuole l'unanimita' anche contro le recenti pronunzie civili?
     
  2. enric

    enric Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    per gli atti illeciti sulle scale ne risponde il condominio in solido previo addebito al colpevole
    il sig puo aprire la porta su delibera unamime, accordata previo accollo di tutte le spese al sig e alle condizioni suddette.
     
  3. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    se il condòmino apre una seconda porta verso la scale b,dovrà anche accollarsi le spese di luci scale
    e pulizia scale in mill di proprietà. ciao ;)
     
  4. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Non capisco cosa la maggioranza dovrebbe o l'unanimità dei condomini dovrebbe approvare visto che il Comdomino che ha aperto o vuole aprire una porta sulla scala B ha ottenuto due sentenze a lui favorevoli. (Almeno io così capisco) E' logico e palese che le spese per detto lavoro debba accollarseli solo lui, non solo ma non deve arrecare danni alle parti comuni e sistemare e pulire alle fine il tutto. Di coinseguwenza, una volta praticata l'apertura nel vano scale deve pagare, in proporzione ai millesimi, le spese di pulizia delle scale, manutenzione, ecc.
     
  5. Dante De Simoni

    Dante De Simoni Nuovo Iscritto

    Se il condomino della scala A, ha nel suo rogito tra le parti comuni anche la scala B, può, utilizzando quanto previsto dall'art. 1102 del codice civile, aprire una seconda porta nella scala B, per un maggior godimento della propria u.i.; ovviamente nel rispetto dei dettami dell'art. 1102.
    Non ci sono maggioranza previste.... anzi sarebbe un errore inserirlo come argomento all'o.d.g. perchè i diritti dei singoli condomini, derivanti dal CC non sono una competenza dell'assemblea; se qualcuno ritiene lesi i suoi diritti dovrà agire legalmente contro il condomino, ma in questo caso i risultati già si conoscono.
    Per questo motivo ha avuto le sentenze a suo favore...
     
    A carlo16352 e Pippo Latorre piace questo messaggio.
  6. Pippo Latorre

    Pippo Latorre Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sono perfettamente d'accordo con Dante. L'assemblea non ha alcuna competenza in merito. Se qualche condomino viene leso, dai lavori effettuati, in un diritto di godimento della propria proprietà, agiungerei anche solo di tipo estetico (es. lavori eseguiti non a regola d'arte o con una nuova porta del tutto diversa dalle altre del pianerottolo e quant'altro)solo allora può ricorrere richiedendo il ripristino dello status quo precedente ai lavori. Tutto viene chiarito nell'art. N°1102 del C.C.
    Salve. Pippo. (coinvolto qualche anno fa nello stesso problema)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina