1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. luciano155

    luciano155 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Mia mamma,vive da sola alla bella eta di 91 anni, è completamente autonoma, sia fisicamente che mentalmente.
    Io la assisto nelle pulizie di casa e nel preparare i pasti,la mia abitazione si trova a circa 15 Km , tutti i giorni devo percorrere avanti e indietro tale distanza.
    La notte, mia mamma rimane da sola e nel caso avesse bisogno ha in dotazione un mezzo per chiamarci.
    Sopra l'appartamento di mia mamma c'è un mini appartamento libero arredato, chiedo se è possibile darlo in locazione in cambio di eventuale assistenza, solo per la notte,.
    Mi ha offerto questa opportunità una ragazza che momentaneamente è stata trasferita per lavoro nella mia città e sarebbe disponibile a fare questo servizio in cambio della locazione gratuita.
    Chiedo se questa operazione è possibile e se esiste un modo per regolarizzare il tutto.:occhi_al_cielo:
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Puoi certamente dare in "comodato" l'unità a terza persona (ragazza) con obbligo di registrare tale contratto, ma corri determinati rischi per "contrattualizzare" una controprestazione "in natura".

    Se l'assistenza fosse fatta "spontaneamente" con nulla di registrato...alcuno avrà a ridire (unico rischio per te se lo facesse tale "ragazza").

    Mettendo nero su bianco di fatto formalizzate una prestazione che avrebbe come corrispettivo il (mancato) canone di locazione.
    Ravvisabile evasione contributiva (per lo "stipendio" anche se non fisicamente percepito) ed erariale (per falsa denuncia di "comodato").

    Seppur cosa diversa dalla "locazione" pure dare un "comodato" comporta l'accettazione di certi inconvenienti qualora tu poi volessi "liberarti" dalla occupazione del locale.
     
  3. luciano155

    luciano155 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Dimaraz grazie per la risposta,
    la ragazza è ben felice di accettare la condizione proposta, oltretutto la sua permanenza non è definitiva, anzi avrà una durata ,Lei presume , inferiore ad un anno.
    Grazie ancora.
     
  4. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il mio consiglio è: Nessuna registrazione. "parlerai" di Comodato verbale. Indipendentemente dalla controprestazione. Se la ragazza non rispetterà
    la data del rilascio avrai il tuo bel da fare per allontanarla. Ed è negativo. In positivo,invece, la ragazza rispetterà il tempo del rilascio..e sempre in positivo la ragazza rispetterà la piccola controprestazione assistenziale. Tutto questo è al di fuori della legge ma rientra perfettamente nel diritto naturale della libertà di fare o non fare...Non possiamo andare in bagno con i codici sotto al braccio. Il legislatore è pregato di inchinarsi e di prenderselo in quel posto. Così pensa, dice e fa quiproquo.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Così si espone al rischio che venga contestato dall' AdE una locazione "in nero".
    Già discusso che se il contratto verbale di comodato possa essere presuntivamente ammesso in caso di parentela stretta...con estranei si parte dalla presunzione di locazione.

    La ragazza dovrà produrre "documento" non appena chiederà l'elezione di residenza in Anagrafe.
     
  6. luciano155

    luciano155 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    La ragazza vista la breve durata della sua permanenza fuori sede,non intende richiedere il cambio di residenza , ma eleggere suo domicilio e recapito momentaneo.
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Informati bene della procedure previste presso il tuo Comune.
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se esci senza l'ombrello ti esponi al rischio di bagnarti in caso di pioggia..
    alcuni buontemponi, come qpq, escono senza ombrello anche quando sta iniziando a piovere...se ti fai travolgere da un treno rischi di morire...se decidi di non astenerti da un rapporto intimo con tua moglie o qualche altra sventurata mentre
    sei ammalato con qualche grado di febbre, rischi l'afflosciamento ancora prima di iniziare...Ecco son tre tipi di rischio...ma si potrebbe continuare...con diversi gradi
    di probabilità...La probabilità che la Belva si muova autonomamente per controllare un "comodato" di comodo come in esame, è praticamente vicino allo
    zero. Minacciare o adombrare il tal rischio da parte di Dimaraz e compagni, al
    contrario, è molto alta...direi proporzionata alla loro capacità di fedeltà legislativa
    dove il rischio di rischiare è banditissimo ancora prima di esaminare a 360 gradi
    l'esposto "esposto" su propit...perchè fra l'altro, senza due cuscini si rischia di non dormire e senza dormire rischi di non prendere pesci nonostante il detto contrario...Mi fermo, altrimenti rischio qualche sanzione e a me amante dei
    rischi non piace il pegno sanzionatorio che essendo solo un rischio ha una buona
    probabilità di insuccesso...spero che vi sia poco chiaro...come lo è per qpq.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  9. moralista

    moralista Membro Attivo

    Professionista
    Se vuoi essere tranquillo fai un contratto provvisorio registrato di euro 300 mensili e un contratto di assistenza notturna di euro 300 mensili, finché che c'è assistenza sei tranquillo dopo si vedrà.
    chi sa fa, chi non sa insegna
     
  10. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anch'io penso sia più opportuno regolarizzare il tutto: contratto di locazione transitorio per l'appartamento (la transitorietà può essere dimostrata dall'incarico a tempo determinato assunto dalla ragazza che assisterà la signora anziana); e regolarizzazione dal punto di vista lavorativo.
    Perché non è escluso che la ragazza successivamente contesti di essere stata ingaggiata "in nero" come badante/assistente dell'anziana. Si potrebbe regolarizzare questo lavoro con i voucher.

    Lo dico perché in un caso analogo di una mia conoscente (badante "assunta" in nero e "ospitata" in nero dalla sua assistita) i guai sono stati tali e tanti (difficoltà nel mandarla via dopo due anni, causa sindacale per mancata assunzione e mancato pagamento dei contributi) che ci si è pentiti amaramente di non aver fatto tutto seguendo dall'inizio le norme di legge.
     
    A Luigi Criscuolo, sasisilu e alberto bianchi piace questo elemento.
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A chi pone una domanda si fornisce risposta presentando tutti i "lati" di quanto può accadere.
    Presumo che Luciano vivendo in Italia abbia "conoscenza" dei rischi e delle probabilità.

    Poi siccome la fortuna è cieca ...ma la "sfiga" ci vede benissimo...è più facile che ti perseguano per una presunta evasione che se tu "rubi" qualche milione di Euro all'erario (che pi su quelle cifre trovano sempre un accordo)

    UVA docet
    APPLE docet
    PAVAROTTI docet
    EZIO GREGGIO docet
    ...e tanti altri
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo salvo l'ultima frase (ne avevamo già discusso con tanti insigni propisti fra cui Sergio Gattinara che qui cordialmente saluto...) che provo a rettificare: chi sa sa fare e sa anche insegnare...chi non sa non fa e se insegna lo fa male...qpq.
     
  13. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non sono per nulla d'accordo con questa affermazione!
    Cosa si intende per "diritto naturale e libertà di fare o non fare" se si viola palesemente la legge?

    Per quanto riguarda la prestazione di un lavoratore: è veramente brutto fare lavorare in nero le persone. Purtroppo tante colf e badanti (italiane o straniere) non vengono regolarizzate dai propri datori di lavoro. I quali giustamente esigono che il lavoratore sia corretto nello svolgere le sue mansioni, ma a loro volta devono rispettare le leggi che regolano i rapporti di lavoro.
     
    A sasisilu piace questo elemento.
  14. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo...è meglio non rischiare...e se inizia a piovere, qpq a malincuore prende l'ombrello rischiando che se esce il sole si becca la noia di portarlo e con l'amico di turno al bar che gli dice: ma dove vai con quell'ombrello??? Con tanto
    sole??? Fuori dalla celia, il rischio che un comodante si riveli un fetentone (si può dire???) esiste, però si deve valutare caso per caso. Nel topic in esame si potrebbe
    prendere in cnsiderazione anche l'ipotesi di "ospitalità"...L'ipotesi Badante in nero
    cade a fronte del fatto che la ragazza non dispone del tempo previsto dalla prassi
    che è 24 su 24 ore, mentre lei di fatto lavora. La mia soluzione, pur rischiosa, esclude qualunque scrittura, restando di fatto un puro e classico accordo verbale.
    Che di fatto è un evento sonoro e come tale sparisce un secondo dopo l'effetto
    acustico. Ai fini probatori l'accordo verbale se non pubblicamente manifestato
    è niente per non dire nullo...Se è nullo, è nullo per tutti, compreso il fisco, pardon la Belva...ma, che forte della sua crudeltà e dell'avvocato statale e della parzialità del magistrato intraprende la vertenza che nessun soggetto privato si sognerebbe di
    attivare...D'altra parte lei risparmia un canone locativo e lui il costo di una badante...Le probabilità che la ragazza non sia una fetentona, ma semplicemente una cittadina onesta come la grandissima parte del popolo, sono altissime
    (intorno al 97%) e non vedo perchè i nostri comportamenti si debbano sempre
    improntare sull'ipotesi negativa...questo lasciamolo fare al Legislatore che quando legifera lo fa sempre improntando sulla disonestà del popolo italiano...E le modalità legislative sono indicative di questa asserzione. Poi sempre verbalmente,
    la "collaboratrice" saprà che lui detiene altre copie delle chiavi...per cui alla prima che mi fai...ti ritrovi con quiproquo sdraiato sul "tuo" letto...Che fai??? Chiami
    la polizia??? Non credo...E allora stai tranquilla e quelle poche volte che la
    vegliarda ti chiama durante la notte corri ad assolvere il tuo impegno...
    Cosa mai potrà accadere di insolito in una situazione di così estrema semplicità???
    A proposito di Badanti...Nel mio vissuto, per ora indiretto, posso testimoniare che
    in tutti i casi la Badante è stata reclutata tramite le organizzazioni del settore...quindi tutte in "chiaro" e mediamente il rapporto si risolveva in due-tre mesi per l'esaurimento della materia prima (voi mi capite...)...Nel nostro caso,
    date le premesse, la riserva delle scorte vitali appare ben pingua, per cui bene
    farà il postante ad attuare quanto ha in animo...Ed io sono qua ad incoraggiarlo...
    E non ti curare dei predicatori di sventure...fra l'altro porterebbero jella...
    quindi lasciali strillare che alla fine cadranno esausti sul tappeto volante di
    propit...Così pensa, così dice, così fa quiproquo.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  15. luciano155

    luciano155 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    State buoni, la mia richiesta aveva lo scopo di valutare se c'era la possibilità di poter fare questo scambio con la ragazza, in cambio di una sua parziale disponibilità a prendersi in carico l'eventuale esigenza che dovesse sorgere da parte di mia madre, durante la notte.
    Non è assolutamente mia intenzione violare la legge.
    Chiedevo se esiste una una qualche forma per regolarizzare la cosa .
    Grazie
     
    A uva piace questo elemento.
  16. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Molte leggi sono inique perchè è iniquo chi le ha scritte. Ma questa è solo una battuta. Sulla violazione delle leggi si dovrebbe aprire una discussione...probabilmente infinita. A volte è il legislatore stesso che non le rispetta...pensiamo a quello che sta succedendo in campo Sanità...tutto fa pensare
    che vi sia un disegno riduttivo della vita... Il contabile ci ipotizza la drastica riduzione del passivo se i pensionati più "testardi" fossero fatti sparire...Sono almeno tre miloni i papabili...Mi fermo. La libertà di fare o non fare è nella natura di ogni essere vivente. Se io e te ci mettiamo d'accordo sul "fare" una cosa non prevista o
    vietata da una regola e decidiamo ciononostante di farla, tradiamo una regola ma assecondiamo il nostro istinto di libertà. Alzi la prima mano chi sia vissuto fin qua
    rispettando tutte le regole...Io ho l'onestà mentale di non alzarla...perchè di regole
    violate ne ho collezionate a decine comprese quelle sulla Donazione sulla quale ne ho detto e ne ho fatto di cotte e di crude come ben si ricorderanno gli amici Ollj e Dimaraz. La legge che regola il lavoro ha messo sullo stesso piano l'impresario
    magari con decine e più di dipendenti e il privato cittadino che con appena qualche
    euro in più della media (a volte anche meno) si avvale di prestazioni occasionali
    di colf, pulitori, sgombratori di cantine, Badanti, studenti per il rinforzo scolastico,
    insegnati post lavoro ecc...Bene.. quiproquo sarebbe d'accordo con il legislatore
    su tale parità ma quando può con il consenso della controparte se ne f...tte
    spudoratamente...come vedi...Il problema ha molti lati e non sarà facile nè per me,
    nè per FradIACOno e forse neanche per te addivenire ad una condivisione...
    Scherzi a parte; tutti i giorni vi sono milioni di prestazioni "volanti" su cui nessuna
    legge potrà mai farle "atterrare"... Idraulico docet!!! Auguri. qpq.
     
    A Gianco e uva piace questo messaggio.
  17. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Giusto! Però ricordo (soprattutto a me stessa) che la mia libertà finisce dove inizia quella degli altri.
    Per il resto sono d'accordo che tante leggi sono pensate male (e scritte peggio) dal Legislatore.
    E che gli "addetti ai lavori" (politici, magistrati, giudici, ecc) non sempre e non tutti agiscono correttamente.

    Per quanto riguarda i rapporti di lavoro, è vero che anche la legislazione in materia è complicata.
    Ma il datore di lavoro "domestico" (privato cittadino che assume una colf o badante, e che non è sostituto d'imposta) può facilmente regolarizzare la propria posizione con un contratto apposito oppure coi voucher. E se il lavoratore in questione per suoi motivi preferisce lavorare in nero, io semplicemente ne cercherei un altro.
     
  18. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non ho minimamente dubitato che tu volessi violare alcunché!
    Secondo il mio modesto parere: contratto di locazione transitorio regolarmente registrato all'AdE per l'appartamento (la transitorietà deve essere citata e dimostrata con l'impegno a termine, seppure a tempo parziale, assunto per assistere la signora anziana); regolarizzazione del rapporto di lavoro della ragazza (siccome lavorerebbe poche ore riterrei idonei i voucher, ma si può fare anche un contratto di lavoro domestico part-time per tot ore settimanali).
    Così sareste tranquilli su entrambi i fronti: riavere in futuro la disponibilità dell'appartamento ed evitare grane sindacali.
     
  19. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sei male informato...non esiste un prassi che fissa i "tempi minimi delle ore lavorative".

    Gli unici "limiti" regolati dalla "prassi"sono quelli massimi ...resta nell'accordo fra le parti decidere per l'assitenza solo nelle ore notturne, solo su chiamata etc etc.
     
  20. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Hai ragione..Hai preso il lato della Regola. Io quella della pratica possibile.
    E concordata liberamente al di fuori della regola. Per questo ho anche indicato
    l'ipotesi "ospitalità"...come concetto alternativo al Comodato. Ma solo per la facciata. La realtà è quella di un baratto dove al posto delle cose ci si scambia
    Valori immateriali...Anche in ambito baratto, una cosa è farlo con un imprenditore, un'altra è fra privati cittadini dove tu mi ospiti ed io ti curo
    l'orto oppure dò lezioni di inglese a tuo figlio oppure "guardo" tua madre...
    Vedi Dimaraz io non voglio legalizzare quel che è illegale, come potrei???
    Io mi limito ad osservare la pratica quotidiana, dove vicino alla legalità
    (la maggioranza) vi è una minoranza agguerrita che non molla il suo fare
    al di fuori della legge...e spesso sono portato alla comprensione ed alla assoluzione
    quando il buon senso me lo impone. Legge o fuori legge che sia. Alla prossima. qpq
     
    A Gianco piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina