1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. PonetiS

    PonetiS Nuovo Iscritto

    Buongiorno,mia mamma è proprietaria per 1/3 di un appartamento le restanti parti sono divise tra i 3 suoi
    due fratelli,l'appartamento è stato dato in affitto per 10 anni,il ricavato non è stato diviso ma l'ha tenuto
    tutto un fratello.
    Da diversi anni la casa è disabitata adesso io ho 23 anni e vorrei andarci ad abitare,mia mamma e un mio zio sono d'accordo invece l'altro zio,quello dei soldi dell'affitto,vuole che io compri la sua quota,io gli ho
    proposto un pagamento dilazionato per ovvie ragioni ma lui non ha accettato,insomma li vuole tutti e subito.
    Detto questo vorrei sapere a cosa andrei in contro se dovessi entrare in questa casa col benestare di soli due proprietari.

    Grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    io gli renderei pan per focaccia...
    scontagli la parte che si è tenuto per sè dell'affitto, andandoci ad abitare
     
  3. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se non hai il benestare di tutti i proprietari non puoi andarci ad abitare. Anche per stipulare un contratto di locazione devi avere il beneplacito di tutti e tre i proprietari.
    Quello dei beni con proprietà divisa è un annoso problema, che si risolve solo con accordi bonari e ragionati.
    Visto che un immobile sfitto (quindi considerato dal fisco "a disposizione") sconta imposte a carico di tutti e tre i proprietari e visto che gli immobili non abitati per forza di cose sono suscettibili di degrado, dovreste affrontare il proprietario che non vuole dartelo in uso e chiedergli che cosa vuole fare.
    Se questo vuole tenerlo a disposizione si deve sobbarcare gli oneri e gli onori, nel senso che non è giusto che in quanto a imposte pesi sul portafoglio degli altri due proprietari.
    Se questo vuole porlo a reddito, affittandolo a terzi, potete proporgli di affittarlo a te che gli corrisponderai la sua quota di affitto.
    Se invece vuole venderlo, puoi proporgli di pagargli la sua quota in maniera dilazionata, come se gli corrispondessi un canone di locazione, magari in qualche anno.
    Se però tu vuoi occupare l'immobile gratis non credo che questi sarà d'accordo.
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    non è giusto nemmeno che il terzo fratello arrogantemente abbia tenuto per sè 10 anni di affitto e gli altri fratelli abbiano pagato le tasse.
    forse che lui aveva il benestare dei due fratelli?
    seconda ipotesi: andarci ad abitare, pagare l'affitto scontando mensilmente i soldi indebitamente incassati e sopratutto proporre "l'affitto a riscatto".
     
  5. PonetiS

    PonetiS Nuovo Iscritto

    grazie delle risposte
    si io sarei disposto a pagare la sua quota,gli ho anche proposto un pagamento a rate più che onesto
    ed accettabile ma lui ha rifiutato senza neanche pensarci troppo oppure trovare un compromesso
    Poi in questi anni l'appartameto si è degradato,tubazioni da rifare ecc,ha pure fatto rimuovere la caldaia
    senza consultare nessuno di conseguenza io dovrei porre rimedio a tutto ció semmai dovessi entrarci,
    detto questo per me non ha tutto il diritto di chiedermi i soldi.

    Io vorrei sapere cosa succederebbe se io entrassi senza la sua approvazione
     
  6. PonetiS

    PonetiS Nuovo Iscritto

    no non aveva il benestare è solo che in quei 10 anni la parte dello zio arrogante l'amministrava mia nonna
    dato che i tre fratelli non avevano l'età per poterlo fare,di conseguenza lei se ne è approfittata tenendo
    all'oscuro mio mamma e mio zio onesto
    Adesso siamo arrivati alla resa dei conti ma loro(nonna e zio)non sentono ragioni e non collaborano
    minimante ma così non si puó più continuare e per vie legali si andrebbe avanti anni senza magari risolvere
    niente
    L'affitto con riscatto sarebbe un'ottima idea ma non collaborano in nessuna direzione
     
  7. PonetiS

    PonetiS Nuovo Iscritto

    No non aveva il benestare di nessuno è solo che in questi 10 anni la quota di mio zio arrogante era
    amministrata da mia nonna dato che nessuno dei fratelli aveva l'età per poterlo fare,di conseguenza mia
    ha approfittato di questo intascandosi i profitti dell'affitto
    Ora siamo alla resa dei conti ma loro(zio e nonna)non sentono ragioni
    A me andrebbe bene anche l'affito con riscatto ma non c'é alcuna volontà di collaborare da parte loro
     
  8. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Purtroppo è brutto ricorrere alle vie legali tra parenti, ma a fronte di un comportamento del genere e sempre che non si riesca a trovare una soluzione bonaria non vedo altre uscite.
    Potresti proporre allo zio arrogante di acquistare la sua parte in un'unica tranche, magari facendoti finanziare da una banca, e dopo una perizia del valore dell'appartamento allo stato attuale di degrado.
    Se nega anche questa soluzione dovrete costringerlo almeno ad attuare una straordinaria manutenzione ricorrendo, se del caso, all'aiuto di un legale.
    Se ti stabilisci in casa senza il suo benestare rischi una denuncia.
     
  9. PonetiS

    PonetiS Nuovo Iscritto

    Si per quanto assurdo sia dovró ricorrere per forza alle vie legali e secondo l'avvocato ho buone possibilità di vincere la causa ed avere anche un risarcimento,io spero peró fino all'ultimo di trovare un accordo pacifico.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina