• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

prelussia

Nuovo Iscritto
Buongiorno,
Appartengo ad un condominio composto da 5 unità immobiliari più area cortilizia comune.
Una porzione di quest'area cortilizia,separata da un muretto alto 1 metro circa da terra, è di proprietà esclusiva di 2 persone esterne al condominio/edificio , che la utilizzano come posto auto, accedendovi dal nostro stesso vialetto e utilizzando il nostro cancello.
L'accesso all'area cortilizia condominiale, che a noi condomini serve necessariamente per accedere alle nostre abitazioni ed agli esterni solo per accedere al posto auto nella loro porzione, è quindi comune a tutti i 7 proprietari ( 5 del condominio/edificio e 2 esterni). Lo spazio realmente condiviso è quindi solamente quello che permette l'accesso ai posti auto degli esterni, visto che si trova a pochi metri dal cancello di ingresso.
Ribadisco che la proprietà dei posti auto suddetti è estranea alle proprietà condominiali, e che questi entrano in gioco col condominio esclusivamente per ciò che concerne i primi 20 metri quadri di vialetto che utilizziamo tutti (noi 5 per accedere al nostro cortile ed alle abitazioni, e loro 2 per raggiungere i loro posti auto) e per ciò che concerne l'uso del cancello di tale vialetto e l'illuminazione del passaggio.
L'amministratore condominiale ha convocato l'assemblea, convocando 7 proprietari, secondo me correttamente, in quanto almeno per il primo tratto del vialetto i proprietari in condominio sono 7. Dal secondo tratto in poi, i proprietari interessati sarebbero solo 5, ovvero noi che possiediamo le abitazioni che danno sul cortile.
Secondo voi questo è un ragionamento corretto?
E' corretto suddividere le spese riferite al primo tratto di vialetto in sette parti uguali? Oppure come si dovrebbe fare?
Spero di essermi spiegato bene e spero possiate aiutarmi a risolvere questo dubbio!!!
Grazie in anticipo
 

maidealista

Fondatore
Membro dello Staff
Proprietario Casa
Penso sia corretto suddividere le spese riferite al primo tratto di vialetto in sette parti uguali e per la parte restante in 5.
Potrebbe essere anche adottato un correttivo se i 5 potessero disporre, ciascuno, di un numero di posti auto superiore ad uno mentre i due proprietari di solo posto auto ne avessero appunto uno solo ciascuno.
:daccordo:
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Il peggior difetto di chi si crede furbo è quello di pensare che gli altri siano stupidi
Buona sera... Una domanda.. Il confine per delineare una proprietà si prende dal muro di confine o dal paletto della rete?
Alto