1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Giulio Gobbato

    Giulio Gobbato Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Sono proprietario di un immobile al pianoterra che ha un lato seminterrato confinante con un'area verde scoperta ad uso comune , di cui sono comproprietario con altri condomini.
    Un altro condomino comproprietario di detta area ha piantato ( prima che io entrassi in possesso del mio immobile che è attiguo all'area suddetta) proprio a ridosso del muro del lato seminterrato del mio locale, dei grossi arbusti ormai con fusto e radici molto cresciute che trattendono l'acqua piovana che ( a detta dell'impresa edile che sta eseguendo dei lavori da me) è probabile abbiano creato , come da segni all'interno del muro seminterrato del mio locale, umidità dal lato della parete confinante con l'area verde.
    Ho il diritto di far rimuovere detti arbusti e , se si, in che modo?
     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Innanzi tutto bisognerebbe capire perchè ha messo le piante su versante della sua proprietà.
    In secondo luogo, per una corretta impostazione dei locali seminterrti, si dovrebbe avere un'intercapedine tra la casa e il terreno.
    Infine se le piante ledono la sicurezza della tua proprietà, allora attraverso il codice civile puoi chiedere la rimozione o spostamento per danni all'immobile e le spese puoi farle mettere a carico del proprietario delle piante.
    Però mi devi permettere una domanda... se le radici sono adesso la possibile causa del danno, pensa da quanto tempo li hai li... e non hai mai contestato la posizione?...
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se i locali sono ad uso accessorio non è necessaria l'intercapedine, comunque se queste piante recano danno, puoi chiedere di rimuoverle, non credo tu possa arrivare ad attribuire le spese a chi le ha piantate addirittura prima che tu ti stabilissi li
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Inizialmente le piante devono distare dal confine m 1,50 se la diramazione del tronco in rami avviene al di sotto dei m. 3,00 e m 3,00 se avviene al di sopra. Tu puoi pretendere il rispetto di queste distanze se l'albero è messo a dimora da meno di vent'anni, altrimenti ha usucapito il diritto a lasciarlo nella sua posizione. Nel caso i rami e le radici sbordassero sul tuo terreno, puoi pretendere che vengano recisi. Infine se dovesse arrecare danno al tuo immobile il vicino è obbligato a risarcirlo.
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    Gianco, a quanto si deduce l'area è condominiale, il condomino h apiantato queste piante, non c'è nessuna distanza da riespettare nè usucapione
     
  6. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    L'area sarà condominiale ma confina con la proprietà di Giulio, per cui deve rispettare le distanze previste per legge.
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    forse non capisco bene ma sembra che l'area dove insistono le piante sia area condominiale di pertinenza della proprietà del nostro amico quindi anche sua in quanto proprietario del seminterrato, non di altri condomini confinanti
     
  8. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Io ho capito che lui ha una proprietà confinante con il cortile condominiale. Pertanto sono due distinte proprietà che devono sottostare alle distanze previste dal CC.
     
  9. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se è area condominale, come può essere "pertinenza della proprietà del nostro amico"?
     
  10. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Nemesis, probabilmente non mi sono spiegato. Sono due proprietà finitime, quella di Giulio ed il cortile condominiale.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ti eri spiegato. Infatti, non era a te che avevo replicato.
     
  12. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Scusami, l'ho letta troppo frettolosamente.
     
  13. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Giulio Gobbato dovrebbe fare un'ispezione in giardino per verificare quale protezione contro la parete del seminterrato è stata posata, se una semplice guaina senza protezione dalle radici il fatto che gli arbusti non siano a distanza regolare non ha importanza. Anche un albero a distanza di tre metri può con le radici manomettere le guaine non protette
     
  14. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    capiamoci: l'area condominiale, se fa parte del condominio nel quale si trova il seminterrato è comunque legata alla proprietà, quindi pertinente, anche se non è una pertinenze diretta dell'unità immobiliare[DOUBLEPOST=1406291766,1406291635][/DOUBLEPOST]non mi risulta che le piantumazioni allocate nelle proprietà condominiali debbano rispettare le distanze di C.C. rispetto ai cinfini delle unità immobiliari del condominio stesso
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Fino a prova contraria il cortile condominiale ed il lotto del singolo, sono due distinte proprietà. Pertanto se il condomino, proprietario del lotto non accetta deroghe, si applicano le norme del CC.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina