1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alessandro Manfredi

    Alessandro Manfredi Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Quando è stato costruito l'ascensore, nel 1970, mio padre non aveva aderito al progetto. Io ora ho l'intenzione di usufruirne. Ne ho già parlato all'amministratore. Quali spese devo sostenere?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Io non so effettuare questo calcolo, ma sarà necessario effettuare un calcolo della spesa dal 1970 ad oggi;

    cc art. 1121. Innovazioni gravose o voluttuarie
    Qualora l’innovazione importi una spesa molto gravosa o abbia carattere voluttuario rispetto alle particolari condizioni e all’importanza dell’edificio, e consista in opere, impianti o manufatti suscettibili di utilizzazione separata, i condomini che non intendono trarne vantaggio sono esonerati da qualsiasi contributo nella spesa.
    Se l’utilizzazione separata non è possibile, l’innovazione non è consentita, salvo che la maggioranza dei condomini che l’ha deliberata o accettata intenda sopportarne integralmente la spesa.
    Nel caso previsto dal primo comma i condomini e i loro eredi o aventi causa possono tuttavia, in qualunque tempo, partecipare ai vantaggi dell’innovazione, contribuendo nelle spese di esecuzione e di manutenzione dell’opera.
     
  3. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Oddio, quale spesa? Lui vorrebbe aderire oggi, non c'è mica retroattività!
    Forse intendevi dire che occorre calcolare la quota di partecipazione alla spesa se l'ascensore venisse costruito oggi.
    Spiegati bene.
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quella prevista dall'art. 1121 cc, il quale mi sembra molto chiaro e non parla delle sole spese attuali.

    p.s. scusami Jac0, con tutto il rispetto per la tua persona e risposte che fornisci, ma non mi pare opportuno polemizzare così spesso come tu fai.
     
  5. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    dovrà pagare la sua parte. La quale sarà suddivisa tra quelli che hanno sostenuto la spesa con le modalità già decise. Quale sarà la spesa? E' giusto rapportare il costo sostenuto in passato ad oggi. Vi sono delle tabelle della banca d'italia.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    A queste condizioni e con il tempo che è passato gli conviene farsene uno solo per lui.
    Battuta a parte; negli anni '70 l'ascensore era considerato una innovazione gravosa o voluttuaria; oggi non è più così. Tanto è vero che sono cambiati anche i millesimi necessari per deliberare la sua costruzione. Anzi in certi casi sono stati aboliti: basta che un condomino presenta un certificato di difficoltà di deambulazione o di problemi cardiaci ed è presto fatto. In alcune regioni potrà accedere ai finanziamenti per la costruzione dell'ascensore (abbattimento delle barriere architettoniche per i disabili).

    Per Alessandro Manfredi fai una offerta basata sul calcolo di quanto costerebbe oggi costruire l'ascensore e quanto ti toccherebbe pagare, facendo però attenzione allo stato in cui si trova l'attuale ascensore perché se troppo vetusto può capitarti nel giro di qualche anno di pagare due volte la stessa somma. Forse è meglio aspettare qualche anno.
     
  7. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    sì, ma non tirare troppo la corda perchè la situazione è spiacevole. locco locco, bello bello (pensano i condomini) mò vuoi con due soldi prenderti l'ascensore?
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono passati 43 anni. Prima valutazione: l'ascensore è in regola con le norme attualmente vigenti in tema di sicurezza degli ascensori? Seconda: quando sono state sostituite le corde? Terza: che tipo di motore monta l'ascensore? Quarta: quanto si spende annualmente per la manutenzione e quale è la spesa media degli ultimi 10 anni? Quinta: quanti sono coloro che non hanno ancora aderito all' uso dell'ascensore?
    L'ascensore ha fatto il suo dovere ed ha servito coloro che hanno deciso di costruirlo è stato un investimento che in 43 anni è stato ampliante ammortizzato, sopratutto se non si sono affrontate spese di straordinaria manutenzione.
    Se poi le circostanze della vita portano una persona a dover per forza usare l'ascensore non può altro che aprire il portafoglio e pagare senza discutere confidando nel buon cuore degli altri.
     
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    JA! non cincischiamo troppo. Per come la mette Criscuolo ci manca poco che i condomini debbano versare una somma al condomino privo di ascensore. Si può dire infatti che oggi con un altro che viene a contribuire alle spese ci guadagnino. Non è così. Hanno dovuto sopportare un onere notevole all'epoca ed oggi con la possibilità di usare l'ascensore l'appartamento si valorizza assai. Questo, nel campo immobiliare, volenti o nolenti, e dolenti, fa il prezzo. Quanto si valorizza l'appartamento oggi? e quanto è svalorizzato se è privato dell'uso dell'ascensore?
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non credo che nessuno ci ha guadagnato, specialmente quei condomini che tuttora non aderiscono all'uso dell'ascensore.
    Però bisogna considerare che sino ad oggi chi ha aderito allora ha sostenuto tutti i costi, mentre gli altri non hanno pagato nulla, comunque detto questo il Codice Civile è molto chiaro in merito esistono delle tabelle in merito ed anche tutte le spese sono state sostenute da queste persone, per esempio quella che ho trovato io dice che 10.000 Lire del 1970 corrispondono a circa 161.602 Lire del 2009;
    http://www.cracantu.it/servizi/on_line/vari/valorelira.php
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    è proprio vero! quanti ricordi! con tre mila lire facevo il pieno di benzina. Oggi ci vogliono 55 euro (stessa cilindrata, stessa capienza di serbatoio, quasi la stessa macchina) e 3 sta a 10 come 55 sta a 161. Anzi, mi sa che la benzina costa un pò di meno...non glielo diciamo però...
     
  12. Alessandro Manfredi

    Alessandro Manfredi Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ho ricevuto delle risposte intelligenti e normali, altre ridicole. Ma chi è questo Jaco. Fai la persona seria! io ho fatto una domanda e cerco delle risposte.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    quindi 10.000 lire del 1970 varrebbero 83,47 euro? Mi sembra un pò pochino io in quella data avevo già finito il servizio militare da un pezzo.
    A parte il fatto che io sono andato nel sito da te indicato ho messo 10 milioni di lire del 1970 e non mi ha dato nulla mi ha risposto: 10,00 Lire del 1970 corrispondono a circa 161,60 Lire del 2009

    Ma chi non ha pagato non ha usato. Alla fine sono coloro che hanno fatto l'investimento che poi ci guadagnano perché gli vengono restituiti dei soldi, non sul capitale, ma sul costo del loro uso.
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    ma no! 10.000 lire corrispondono a 161 euro di oggi. ovvero tre pieni di benzina, per la mia macchina, così come nel 1970 facevo con diecimila lire tre pieni di benzina- 3 x3 uguale 9, 50 per tre uguale 150 euro.
    Per manfredi: il nostro JacO è il nostro Jolly. valido per tutti gli usi. potremmo dire, il nostro genius loci[DOUBLEPOST=1374770802,1374770734][/DOUBLEPOST]ultima: diciamo che hanno fatto un ottimo investimento. ed ora almeno rientrano con una parte di capitale già impiegato
     
  15. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quì trovi una riferimento sui costi del 1970, io appena assunto percepivo un po di meno;
    http://cronologia.leonardo.it/storia/a1970.htm
    ma ricordo benissimo che a Milano il Tram e metrò costavano 70 Lire mentre il caffè al bar aziendale costava 65 lire, per cui sarebbe opportuno effettuare un rapporto tara le spese di allora e quelle di oggi, per avere una calcolo abbastanza corrispondente alla realtà odierna.
     
  16. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bene, eviterò di "polemizzare" con te.
     
  17. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ti ringrazio, ma secondo il mio parere, sarebbe meglio non polemizzare in generale specialmente quando gli argomenti sono seri.
     
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo me fare riferimento al costo della benzina, del biglietto del tram, e del caffé è fuorviante per calcolare il valore attuale della lira nel 1970 perché alcuni sono prezzi calmierati.
    Se 10.000 lire del 1970 sono equivalenti a circa 161 euro dei nostri tempi confermo quello che avevo scritto a proposito della convenienza ad inserisi su un ascensore vetusto. Oggi con circa 70/80.000 euro si intalla, nel suo vano originario, un ascensore nuovo: cabina con luci, sistema di ventilazione per il ricambio dell'aria, ma sopratutto, con pulsantiera collegata con il servizio di assistenza in caso di blocco; porte (per 6 piani), motore di ultima generazione, funi, ecc... ecc... .
    So che non si fa così per la ripartizione del costo di installazione; ma giusto per dare una idea ai partecipanti di quanto si sta parlando, in un palazzo con 6 piani fuori terra e si dividesse gli 80.000 euro si otterrebe un costo medio per piano (da ulteriormente dividere tra i millesimi di proprietà dei condòmini che si affacciano sul piano) di 13.300 euro.
     
    A condobip piace questo elemento.
  19. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Concordo con Luigi ed aggiungo che ci sono anche le spese di gestione
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    certo che è fuorviante! per comprare una macchina ci volevano dieci anni di lavoro oggi neanche uno. Il problema nasce quando si decide di installare un ascensore e un condomino non ci sta. A quei tempi i soldi avrebbero fatto molto più comodo che oggi. Questo va messo nella riflessione. Che l'appartamento si deprezzava a chi abitava al primo piano poco importava. E' quando si deve vendere che la cosa esce fuori. Quindi, quanto vale per te un ascensore? E' questo che fa il prezzo. Sono tutte giuste le osservazioni, io per non fare torto a nessuno rifonderei per la parte che mi sarebbe spettata coloro i quali hanno fatto a suoi tempo l'esborso. Nulla vieta però la contrattazione: quanti appartamenti avranno nel frattempo cambiato di proprietà e i relativi padroni si vedono entrare nelle tasche soldi di cui ignorano proprio il motivo! Ma se ci fossero ancora i vecchi proprietari, attenzione perchè dovrebbero ancora avere il dente avvelenato.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina