1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Aiuto...! Il mio locatore ha smarrito un mio assegno bancario
    di euro 1.200 a lui intestato ma senza data. Doveva servire come deposito cauzionale
    di un contratto assistito ma senza inserirlo nel documento...un escamotage (..cretino...)
    per non pagare gli interessi...La banca ha detto che entrambi dovremo sporgere denuncia
    ai carabinieri (???) ecc...Vi chiedo: come fare visto che il numero di matricola
    appartiene ad un libretto di assegni del 2013 e quindi ampiamente superato da almeno altri tre
    carnet...??? Insomma cosa scrivere sulla denuncia onde evitare il rigore della legge che vieta
    l'emissione di assegni senza data??? E cosa potrebbe accadere se in futuro il bell'amì lo dovesse
    ritrovare e portarlo all'incasso??? Chi vuole aiutare quiproquo...???
     
  2. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    A mio parere l'assegno smarrito deve essere subito bloccato dalla tua banca emittente affinché non possa essere incassato né dal locatore né da nessun altro, né ora né in futuro.
    Per fare ciò occorre che chi ha smarrito l'assegno (il tuo locatore) faccia subito denuncia di smarrimento alla pubblica sicurezza: potete rilevare il numero dell'assegno dalla matrice del libretto, oppure da una fotocopia se all'epoca hai avuto l'accortezza di fotocopiarlo. Non penso sia rilevante che il libretto di assegni era del 2013.
    Con copia della denuncia di smarrimento la tua banca blocca l'assegno in modo che non possa mai più essere incassato.

    Alcuni anni fa feci un pagamento ad un fornitore con un assegno, regolarmente emesso, e glielo rubarono.
    Procedemmo così: denuncia di furto (nel vostro caso di smarrimento) da parte del beneficiario, e comunicazione alla mia banca per bloccare l'assegno. Andò tutto a buon fine: l'assegno non venne mai incassato (e io ovviamente feci un altro pagamento al mio fornitore).
     
    A AZALEA piace questo elemento.
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Per "bloccare" un assegno non serve preventiva denuncia...anzi in pratica potresti anche evitarla...seppur l'iter spiegato da @uva sia quella più regolare.
     
  4. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La mia banca mi disse che per bloccare l'assegno era necessaria la denuncia (nel mio caso del furto subìto dal beneficiario dell'assegno stesso). Non so se fu eccesso di zelo dell'impiegato, o se nel frattempo le norme sono cambiate.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  5. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Evitare la denuncia??? Ma come??? Nel frattempo ti ringrazio per l'intervento...qpq.
     
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se la banca venisse coinvolta sicuramente pretenderebbe un atto...documento..dichiarazione resa pubblica...Il problema è che potrebbe non
    accontentarsi della denuncia ai tutori della "quiete" pubblica, pretendendo invece
    l'ammortamento giudiziario...In mancanza di altre testimonianze...mi recherò
    dai carabinieri per vedere se hanno predisposto un modulo ad hoc...e nel caso
    cosa "dover" asserire e cosa no...Credo vi sia il rischio concreto di una sanzione
    amministrativa per me che ho firmato l'assegno incompleto e per il locatore
    che tale assegno irregolare ha preso...A meno che Dimaraz non ci spieghi come
    evitare tutto questo e dormire serenamente; e in tale vibrante e trepidante attesa
    saluto te e lui con mille grazie per l'esauriente testimonianza. Quiproquo.
     
    A uva piace questo elemento.
  7. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma chi potrebbe sostenere che nel 2013 l'assegno fu emesso senza data? Nessuno ha una fotocopia dell'assegno (se non eventualmente tu stesso).
    Tu potresti aver emesso l'assegno qualche giorno fa, utilizzando per tua svista un libretto vecchio, e il tuo locatore potrebbe aver smarrito l'assegno prima di versarlo sul suo c/c.

    Per quanto riguarda la denuncia di smarrimento, mi sembra logico la debba fare chi ha smarrito l'assegno (il tuo locatore).
    Se si può evitare, ancora meglio. Però nel tuo primo post hai scritto che la tua banca ha detto di fare la denuncia (strano abbia detto di farla entrambi); pare quindi sia necessaria.
     
  8. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Di nuovo grazie UVA...L'idea, anzi l'ipotesi di aver utilizzato un assegno da un vecchio libretto potrebbe essere buona...ma...ma...è il numero 2 di un carnet da 10...per cui io avrei utilizzato il n. 1 datato novembre 2013...poi il numero 2 consegnato senza data al 10 dicembre 2013...poi gli altri 8 restanti dal 20 dicembre 2013 al 4 marzo 2014...quindi sembrerebbe illogico aver saltato il n.
    2 mentre man mano si compilavano i restanti otto...Credo a questo punto che
    l'unica versione, nel caso venisse richiesta, sia quello di "dire" che il locatore anche lui sotto sfratto volontario ( abitava lui nell'alloggio locatomi...) si sia completamente dimenticato di portarlo all'incasso ( ma anche questo non regge...
    trattandosi di un semplice documento dato per garanzia e secondo i patti mai
    incassabile...)...oppure attenersi alla semplice verità, come indicato in parentesi,
    e fidare nella mancanza di controllo da parte della banca...cosa molto probabile..
    Nel frattempo ho letto qualche sentenza del massimo capoccione che non escluderebbe la cosa in quanto tale...e questo un pò mi conforta. Poi, come intuisco
    da Dimaraz, non fare nessuna denuncia, accontendandosi di una dichiarazione sottoscritta del locatore attestante sia lo smarrimento, sia la promessa di non portarlo mai all'incasso nel caso di ritrovamento successivo fino anche alla chiusura del rapporto, e,chiaramente, di restituirmelo...E chiudo: ma come mi è venuto in mente di fare una cosa simile??? Almeno che la mia disavventura
    apra gli occhi ai propisti più giovani....ancora in età vulnerabile. Quindi: leggete
    e moltiplicatevi...quiproquo.
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Per esperienza diretta ma non con furti/smarrimenti.

    Un assegno dovrebbe essere emesso completo di luogo e data che potrà essere post-datata di massimo 4 gg. (giorni viaggio).

    Ho usato il condizionale perchè nella realtà pochi seguono le prescrizioni di legge e ben difficile sarebbe dimostrare l'irregolarità se non si sequestra l'assegno prima dell'incasso (il cassiere completa "a timbro" la mancanza).

    Falso problema che appartenga ad un blocchetto di anni precedenti...nulla impedisce di fare uso "disinvolto" e non cronologico...e il fatto non dimostra ma al limite può solo creare sospetto.

    Gli assegni si possono anche sbagliare e/o strappare...rimane registrazione che tal progressivo non è ancora stato portato all'incasso...ma fintanto che il rapporto di c/c rimane aperto l'istituto mai verra a contestare la questione.
    Personalmente (negli anni di attività) ho fatto annullare decine di assegni senza che me ne venisse richiesta la consegna fisica...ma avevo certezza dell'impossibilità del loro utilizzo.
    Qui dipende dalle disposizioni dei vari istituti.

    Ora è questione di capire la "buona fede" del beneficiario che presumo non lo abbia smarrito (per strada) ma occultato in luogo che non ricorda.

    Prassi corretta sarebbe seguire l'iter suggerito da Uva...ma sarà il classico "verbale" che andrà ad ammucchiare con quintali di altre denunce.

    Per togliersi il pensiero ti fai rilasciare dichiarazione scritta o chiudi il c/c.
     
  10. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Grazie Dimaraz...Però, però, però...su quel conto vi sono quattro pensioni:
    due da Austria e Germania...una da Enasarco e l'ultima da INPS...poi vi sono
    le Utenze e tre amministratori....poi i depositi dei titoli ecc...Quindi: Benissimo
    la privata dichiarazione datata e sottoscritta accompagnata dalla fotocopia della denuncia ai carabinieri o polizia di cui una copia consegnata alla banca.
    Come disse lo scomparso Andreotti...che a pensar male spesso ci s'azzecca...
    vedrai che quando chiederò tutte queste belle cosine al mio amico locatore...
    l'assegno spunterà fuori come un bel fungo pinaiolo...e ve ne darò notizia...qpq.
     
  11. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ho pensato che il tuo locatore fosse un amico, nel senso che ti conosce bene e si fida di te.
    Perché io non accetterei da un conduttore come deposito cauzionale un assegno da conservare per anni. Nel momento in cui dovessi incassarlo potrebbe non essere coperto, oppure il conto corrente essere chiuso.
    Meglio incassare subito la cauzione, pagare al conduttore gli interessi, ed essere certi che la somma sia disponibile se occorrerà utilizzarla a fine locazione.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sì..più di una amicizia posso definirlo un rapporto locativo amichevole, avendo
    pagato il canone per 45 anni alla grande società immobiliare di cui lui era dirigente...Scaduto il contratto lui mi ha offerto il suo alloggio e sul fatto che da anni la sua società non chiedeva più il deposito cauzionale lui ne ha seguito
    l'impostazione...sono stato io che in preda a scempiaggine senescenziale mi sono offerto di dargli l'assegno avendo dimenticato completamente la normativa che
    regola la COSA...Ora si tratta di constatare se lo smarrimento è reale o meglio ancora se sia impossibile o difficilissimo ritrovarlo...Prossimamente su questo sito...
    Grazie UVA per gli interventi graditissimi. Quiproquo.
     
    A uva e AZALEA piace questo messaggio.
  13. AZALEA

    AZALEA Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mea culpa . mea culpa, mea maxima culpa.....
     
    A quiproquo piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina