1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salve. Una settimana fa ho versato sul mio c.c. l'assegno del mio inquilino di importo = canone+quota condominiale = 800 euro. Guardando i movimenti del mio conto ho notato che è 'tornato indietro', ossia a fronte di + 800 euro mi trovo:
    1. - 800 euro
    2. - 40 euro, a titolo di penalty.
    Che cosa debbo fare con questo inquilino moralmente 'poveraccio' (ha già prenotato la vacanza)?
    Grazie.
     
  2. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Mi sembra evidente che devi subito avvisare il tuo inquilino e farti pagare la mensilità di 800 euro!
    Io gli addebiterei anche i 40 euro di spese bancarie perché se l'assegno ti è stato prima accreditato e poi addebitato è colpa sua: doveva accertarsi che ci fossero i fondi sul suo conto corrente.
    Speriamo sia solo un problema temporaneo. Forse lui ha ricevuto in ritardo l'accredito dello stipendio, non se n'è accorto e ha emesso l'assegno senza sapere che non era coperto?

    Per il futuro fatti pagare con bonifico (oppure in contanti, essendo una somma inferiore al limite attuale di 3.000 euro).
     
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il titolo di debito è valido per te, ciè i soldi lui te li deve e puoi far valere il titolo a qualunque livello, il problema è per lui in quanto un assegno emesso scoperto, se non onorato nei tempi brevissimi, scatena un fenomeno per il quale lui non potrà più emettere assegni su nessuna banca, revoca delle ecarte di credito, ecc., fino a quando non avrà sanato il debito con le spese e more e quant'altro e poi sarà ancora segnalato come cattivo pagatore nel circuito bancario
     
  4. Anna Ti.

    Anna Ti. Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Però la Banca per correttezza avrebbe dovuto avvertire. Capitò un caso simile anche a me e fui avvisata dalla Banca che mi chiese se volevo far procedere o bloccare l'assegno per non "danneggiare" chi me lo aveva emesso.
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    di solito avviene, sopratutto la banca di chi ha emesso l'assegno, fa presente la cosa e se si riesce si cerca di coprire, da come si è letto sembra che la frittata sia ormai fatta
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il "danneggiamento" non sarebbe stato impedito.
    Quello che tu hai definito "bloccare", sarebbe stato invece un "richiamo".
    Ma il richiamo dell'assegno da parte della banca negoziatrice non esime la banca trattaria dall'esecuzione di tutti gli adempimenti di legge, relativi all'avvio sia della procedura sanzionatoria amministrativa sia della revoca di sistema.
    Quindi, nel caso di assegni senza provvista, presentati al pagamento, l'iter sanzionatorio e la segnalazione alla CAI non hanno corso solamente dando prova del pagamento tardivo del titolo, degli interessi, della penale e delle eventuali spese per il protesto o per la constatazione equivalente, entro sessanta giorni dalla data di scadenza del termine di presentazione del titolo.
     
    Ultima modifica: 30 Maggio 2016

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina