1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. goffredo

    goffredo Nuovo Iscritto

    Salve,
    per la prossima settimana ho indetto l'assemblea ordinaria per approvazione bilancio, non vorrei però andare, possi delegare/nominare un avvocato che mi sostituisca? A parte considerazioni di opportunità, c'è un obbligo per l' amministratore di essere presente in assemblea? Cìè qualche problema a farsi rappresentare da un legale?
    Grazie
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'amministratore non è obbligatorio sia presente in assemblea ma dato che ci sarà da discutere per l'approvazione di bilancio è meglio che tu sia presente, non puoi delegare un legale a farlo al tuo posto, infatti la carica dell'amministratore non è delegabile e l'avvocato potrebbe essere allontanato perchè è estraneo, prenditi le tue responsabilità e presentati ed illustra il consuntivo.
     
  3. goffredo

    goffredo Nuovo Iscritto

    ma non è delegabile neanche nei rapporti all'interno dell'assemblea? hai il riferimento normativo? grazie
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Scusa francamente non comprendo, tu sei l'amministratore di uno stabile e non vuoi essere presente all'assemblea? Bene non ci vai ed è fatta, ti consiglierei di inserire all'ordine del giorno anche le dimissioni e le nomina di un successore.
    Non comprendo perchè vorresti delegare una terza persona a fare il tuo lavoro, non puoi per il semplice motivo che sei tu l'amministratore, ed i condomini hanno eletto te come loro rappresentante e sicuramente vorranno sentire da te che sei il responsabile civile, penale, fiscale e amministrativo, le spiegazioni sul TUO operato, sicuramente non desiderano altre persone presenti in assemblea, pensa che se uno solo dei condomini presenti in aula vorrebbe allontanare un estraneo lo potrebbe fare, leggi questo;

    Come per l’amministratore anche per l’assemblea ci sono delle regole da seguire per non incappare in violazioni della privacy. Innanzitutto la partecipazione all’assemblea. Chi può partecipare? Abbiamo visto come i condomini abbiano diritto a partecipare all’assemblea anche per mezzo di un delegato (art. 67 disp. att. c.c.) che può essere anche un esterno al condominio.
    Che cosa succede se un estraneo al condominio (intendendo per estraneo un soggetto che a nessun titolo possa vantare diritto di partecipare alla riunione condominiale) è presente durante lo svolgimento dell’assise?
    Il Garante per la protezione dei dati personali con un provvedimento del 18 maggio ha inteso chiarire alcuni dubbi relativi alla normativa a tutela dei dati personali i relazione allo svolgimento e funzionamento dell’assemblea condominiale. E’ così chiarito che tecnici e consulenti possono partecipare all’assemblea per il tempo necessario al’espletamento di quanto richiesto e restare presenti solo con il consenso unanime dei partecipanti. L’unanimità è richiesta ab origine per la partecipazione di "uditori" completamente estranei al condominio. Allo stesso modo la videoregistrazione è consentita solo con il consenso di tutti i condomini presenti.
    Avv. Alessandro Gallucci


    Comunque tu mi chiedi se ci sono normative al riguardo, mi spiace ma ti rispondo con un'altra domanda.
    - Ci sono normative in cui si dice che l'amministratore di condominio può farsi rappresentare in assemblea da una persona estranea mentre lui è assente?
    Ripeto, prenditi le tue responsabilità, presentati e se non vuoi fare l'amministratore, dimettiti e fai nominare un'altro al tuo posto, forse e secondo me è la soluzione migliore.
     
  5. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L' assemblea per essere regolare deve essere convocata rispettando le procedure previste dalla legge.

    L' amministratore in assemblea è sono un convenuto che partecipa per convenzione.

    In teoria potrebbe non esserci mai.

    L' assemblea si incardina nominando un presidente ed un segretario, delibera votando con le maggioranze previste dalla legge, che il segretario annota sul verbale.

    L' assemblea si chiude con la firma del verbale da parte del presidente e del segretario.

    Per gli approfondimenti su questo argomento ti lascio il link che segue:
    La Community AziendaCondominio • Leggi argomento - Assemblea di condominio, assemblea condominiale
     
  6. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    L'amministratore e qualsiasi condomino possono delegare terze persone a rappresentarli in assemblea e non può esservi un divieto nel regolamento condominiale stante il disposto dell'art 67 del c.c. disp.att.
    Ovviamente quando si ha sentore di problematiche di carattere giuridico da affrontare e decidere in assemblea la scelta di delegare o farsi assistere da un avvocato esperto in materia condominiale è preferibile, per l'amministratore farsi assistere in assemblea da un legale è parimenti possibile.
    Avv. Luigi De Valeri:ok:
     
  7. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sono d'accordo che l'amministratore si faccia assistere da un legale in assemblea, è scritto anche nell'intervento dell'avvocato Alessandro Gallucci, che avevo allegato in precedenza,
    ... E’ così chiarito che tecnici e consulenti possono partecipare all’assemblea per il tempo necessario al’espletamento di quanto richiesto ....
    Ritengo però devono esserci dei motivi validi, p.es. cause in corso o questioni legali riguardanti il condominio, ma un'amministratore che deleghi un legale quando c'è da trattare l'approvazione di bilancio in assemblea ordinaria (come ha chiesto Goffredo) e non si presenti, mi pare eccessivo, anzi il responsabile giuridico per il bilancio è proprio l'amministratore e lui dovrebbe rispondere alle domande che le verranno poste, ovviamente potrà essere assente e allegare una relazione scritta al rendiconto sul suo operato, ma sarà sempre lui stesso il responsabile del lavoro svolto fino a che sarà in carica.
    Secondo il mio modesto parere, se un amministratore non si assume questa sua specifica responsabilità, è un amministratore da rimuovere e nominare quanto prima uno più accorto alle problematiche del condominio.
     
  8. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    scusa ma se non vuoi partecipare all'assemblea secondo me dovresti avere l'onestà di dimetterti, capisco che qui scappano pure i comandanti delle navi dopo averle portate sugli scogli ma a me non piacerebbe avere un amministratore che sfugge le sue responsabilità e non ha il coraggio di venire in assemblea.
     
  9. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Non sono d'accordo con "StlegaleDeValeriRoma" e d'accordissimo con la prima risposta di "Condobip". L'Art. 67 delle Disp.di Att. del CC. parla solo ed espressamente dei "condomini" e solo dei condomini. L'Amministratore, del condominio, nella sua qualià, può essere presente all'Assemblea dei condomini, ma non può farsi delegare, al più, e se l'assemblea accetta, può delegare qualcuno in sua vece per illustrare ai condomini un argomento o una situazione perticolarmente difficoltosa, ma se l'assemblea rifiuta di sentirlo può benissimo farlo. (aranno fatti loro poi).
     
  10. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, un'amministratore non dovrebbe farsi scudo in via preventiva di un legale quando deve presentare un resoconto o bilancio, in fin dei conti se lui ha eseguito le delibere come erano state decise dall'assemblea precedente (quella del preventivo), non deve nascondere e giustificare nulla, ha semplicemente eseguito il suo mandato e dovrebbe essere tranquillo nella sua chiara e (spero) esauriente esposizione.
    Appunto per questo motivo, non permetterei come condomino che un legale sia presente al posto dell'amministratore in assemblea per la spiegazione del consuntivo (se NON regolarmente eseguito*), eventualmente e se l'assemblea non convaliderà il consuntivo ci saranno le conseguenze legali (da vedersi), ma questo in altra e opportuna sede

    * se regolare non avrebbe bisogno di assistenza legale
     
  11. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    A mio giudizio bisogna "stare sul pezzo"!

    La domanda è: L' amministratore può farsi rappresentare da un altro soggetto munito di delega all' assemblea di condominio? La risposta è SI!

    L' assemblea può rifiutarsi di trattare con il delegato dell' amministratore? La risposta è ancora SI, ma in questo caso il rappresentante farà mettere a verbale che l' assemblea rifiuta il confronto, e di ciò ne terrà conto il giudice in caso di contenzioso.

    Domanda residuale: L' assemblea senza amministratore può svolgersi regolarmente? La risposta è ancora SI!

    Se poi la questione diventa se sia opportuno o non sia opportuno che l' amministratore sia presente, questa diventa una questione politica, che l' amministratore stesso provvederà a risolvere nel modo che ritiene più conveniente.

    Nessuno può costringere l' amministratore a presentarsi in assemblea.
    Se non si presenta l' assemblea ne prenderà atto.
     
  12. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    Tutto questo Azzaretto è conforme al mio precedente intervento, le altre sono solo opinioni, non dovrebbe farsi scudo e altre affini, non supportate dal diritto e dalla giurisprudenza.
     
    A Antonio Azzaretto piace questo elemento.
  13. romrub

    romrub Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Io non sono dell'arte, quindi il mio dire è un pensiero in libertà, però faccio una considerazione:
    Se l'amministratore partecipa alle assemblee di condominio, non di diritto ma per convenzione, e può essere allontanato in qualsiasi momento su richiesta di un condomino (io lo ho fatto più volte), come può farsi rappresentare di diritto, se già lui non ha titolo giuridico per presenziare?

    L'amministratore è un tecnico al servizio del condominio, può farsi assistere da altri tecnici, ed anche da un legale per delega, solo ed esclusivamente se tutti i condomini accettano tali presenze.
    Ci sarà da discutere, se basti un condomino contrario per vietarne la partecipazione, o se servano delle maggioranze e quali, ma una cosa è certa (secondo il mio vedere), è il condominio che decide su quelle presenze e non l'amministratore.
     
  14. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Infatti, non ho mai detto il contrario, ma in via preventiva, permettimi di dire che l'amministratore al consuntivo per pararsi eventuali sue mancanze non dovrebbe far intervenire un'altra persona, forse è meglio che si presenti con la sua faccia davanti ai condomini e se non si presenta l'assemblea ne prenderà atto :^^::^^::^^:
     
  15. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    io mi sto chiendendo un'altra cosa, posto che il tipo possa farsi rappresentare e/o portare un legale come consulente mi chiedo se potrebbe addebitare la spesa al condominio che così si troverebbe a retribuire oltre all'amministratore un legale non richiesto.
     
  16. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'assemblea potrà non approvare questa spesa (salvo non sia necessaria e urgente), e l'amministratore se la pagherà di tasca sua, è lampante.

    Comunque desidererei conoscere il motivo dall'original poster, ovvero il perchè desidera essere sostituito da un legale all'assemblea, senza cognizione di causa è difficile dare una risposta adeguata, perchè ora si fanno solamente delle supposizioni senza sapere il vero motivo della domanda.
     
  17. cautandero

    cautandero Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La risposta data da Azzereto proprio non la capisco. Scusate la mia ignoranza. Certo un amministratore può delegare, chi è che non lo può fare, ma bisogna vedere se l'assemblea accetta che questo signore sia presente alla riunione. L'Assemblea non deve mettere niente a verbale, semplicemente può mettere alla porta il delegato. Poi se vuole, può sentire quello che ha da dire questo delegato al posto dell'amministratore.
     
  18. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L' amministratore ha il potere politico che gli viene concesso dai condòmini.
    Per gli approfondimenti su questo importantissimo problema ti lascio il link che segue:
    Potere politico dell' amministratore
     
  19. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Scusami ma non sono d'accordo, l'amministratore di condominio deve (dovrebbe??) assolvere al suo mandato di rappresentanza, ossia nessun potere "politico", ovvero nel condominio non c'è un potere "politico", ma un potere di maggioranza disposto dal Codice Civile;
    1. Rapporto dell'amministratore: mandato e rappresentanza | Anaci Piemonte | Con
    Comunque non ho ancora avuto una risposta dall'original poster, ovvero;
    Perchè vuole (o desidera) nascondersi all'assemblea di condominio, delegando un legale (avvocato)????
    Ha qualche cosa da nascondere???
    Forse ottenendo questa risposta si risolverà l'enigma.
     
  20. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Caro Condobip il potere politico esiste, così come esiste il potere economico.

    ...e qualcuno il potere se lo prende che tu lo voglia o no!

    Quì non si tratta di "essere d' accordo", ma solo di diventare consapevole.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina