1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    Salve,grazie a tutti ,
    avrei da porre questo quesito e spero che qualcuno mi possa aiutare.
    Allora abito inun condominio di 12 unita'.in base all' art.1138 del codice civile che dice"quando in unedificio il numero dei condomni e' superiore a 10 deve essere formato un regolamento il quale contenga le norme circa l' uso delle cose comuni" .bene nel mio condominio non esiste questo regolamento nonistante lo abbia espressamente richiesto all' amm.re pro tempore il quale non ha mai risposto...(per me sono i condominiche non lo vogliono e sono d' accordo)quindi mi trovo ad avere condomini che usano le parti comuni a propio piacimento e uso e mi "limitano" l' uso e il godimento.cani liberi nelle paeti condominiali..escrementi pelo in atrio...poca pulizia...ho richiamato per scritto lo stesso amm.re il quale oltre a non rispondere so' che ha detto che lui non puo' farci nulla.ma non e' lui che e' l amm.re responsabile a far rispettare cosa?come posso fare per avere o esigere il regolamento di condominio visto che la legge mi obbliga che ci sia? Poso rivolgermi al tribunale per averlo visto che tutti taciono?grazie a tutti.
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Certo che puoi rivolgerti al giudice, il quale nominerà un commissario per ammiinistrare il condominio e stilare un regolamento.
     
  3. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    grazie mille!!!!
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Posso aggiungere che esistono condominii in cui mai si è approvato un regolamento da decenni (p.es. il mio ultra quarantennale), nonostante tutto si procede con le norme del codice civile, che a mio parere sono il miglior regolamento esistente, perchè al massimo l'assemblea potrebbe disciplinare l'uso delle cose comuni, decoro e norme riguardanti l'amministratore (che alle volte neppure vengono osservate), ma senza togliere a nessuno l'uso e diritti, l'importante è avere una tabella "A" registrata (come è nel mio condominio) e riportata su tutti i rogiti.
     
  5. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    certo...anche nel mio condominio fino a quando non sono arrivati nuovi condomini tutto procedeva bene anche senza un regolamento..ma ora le cose sono cambiate visto che hanno tutti i diritti e senza darne pero' anche agli altri....esempio cani liberi nelle parti condominiale con pelo di cane ovunque...portineria ..scale...giardino...e escrmenti vari davanti ai garage in portineria...e nessuno parla ,,io si pero' che penso di avere anch'io i miei diritti come se li prendono loro
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Certo che SI, hai il diritto della pulizia delle parti comuni e pretendere che il proprietario pulisca dove il cane sporca, ma non puoi vietare l'accesso ai cani, salvo una delibera all'unanimità, cioè anche con il voto del proprietario del cane.
    Comunque chi controllerà il proprietario del cane se pulisce dove il cane sporca? Devi anche sapere che se l'eventuale regolamento preveda un'ammenda per la non osservanza delle regole, la sanzione da parte dell'amministratore, non potrà essere superiore ai 5 centesimi di euro (le ex 100 Lire), concludo che io non possiedo alcun cane, mentre nel mio condominio ce ne sono diversi, tutto dipende dall'educazione dei proprietari dei cani e altri animali domestici.
    Un' ultima cosa, tu come condomino/a puoi proporre all'assemblea un regolamento, che potrà essere approvato con la maggioranza del 2°c. art. 1136 cc, ma non può prevedere limitazioni ai diritti personali.

    cc Art. 1138 Regolamento di condominio
    Quando in un edificio il numero dei condomini è superiore a dieci, deve essere formato un regolamento, il quale contenga le norme circa l'uso delle cose comuni e la ripartizione delle spese, secondo i diritti e gli obblighi spettanti a ciascun condomino, nonché le norme per la tutela del decoro dell'edificio e quelle relative all'amministrazione.
    Ciascun condomino può prendere l'iniziativa per la formazione del regolamento di condominio o per la revisione di quello esistente.
    Il regolamento deve essere approvato dall'assemblea con la maggioranza stabilita dal secondo comma dell'articolo 1136 e trascritto nel registro indicato dall'ultimo comma dell'articolo 1129. Esso può essere impugnato a norma dell'articolo 1107.
    Le norme del regolamento non possono in alcun modo menomare i diritti di ciascun condomino, quali risultano dagli atti di acquisto e dalle convenzioni, e in nessun caso possono derogare alle disposizioni degli articoli 1118 secondo comma, 1119, 1120, 1129, 1131, 1132, 1136 e 1137.
     
  7. diabolikky

    diabolikky Membro Junior

    pienamente d'accordo...bhe' io sto' raccogliendo prove con foto e filmati ....(ho chiesto un parere anche legale se potevo e posso farlo visto che e' una propieta' condominiale e non privata) e potra' essere usata come prova...comunque ti racconto il problema non sono afatto i cani ma i loro propietari ..come sempre!!!!!grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina