• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.
    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

tonio54

Membro Attivo
Proprietario Casa
Salve a tutti, stiamo per iniziare la ristrutturazione del condominio con il bonus facciate e sconto in fattura.
A chi spetta il compito di eseguire l asseverazione dei prezzi nel rispetto dei prezzario regionale, per evitare in seguito conseguenze per noi condomini?
 
Ultima modifica di un moderatore:

griz

Membro Storico
Professionista
un mio cliente ha fatto la cessione del credito per bonus 90% e 50% ma non è stato necessario asseverare i prezzi
 

uva

Membro Storico
Proprietario Casa
Anch'io ho capito che i nuovi adempimenti sono diventati obbligatori dal 12 novembre, data di entrata in vigore del D.L. pubblicato in G.U. il 11/11, per tutte le pratiche che riguardano lavori già iniziati e bonus non ancora ceduti.
La piattaforma dell'Agenzia dell'Entrate è stata sospesa per tre giorni e riattivata oggi con le modifiche necessarie per trasmettere le comunicazioni di cessione o sconto in fattura.
 

sid

Membro Attivo
Pongo una questione: sto per fare lavori di pulitura e tinteggiatura con accesso al bonus 90% entro quest’anno, è richiesto solo atto notorio di inizio lavori quindi esclusione della conferma di conformità dell’immobile. Contemporaneamente il geometra mi fa la pratica di scia in sanatoria (non abusi di volume ma di misure interne): non avendo lo stato legittimo dell’immobile ORA non posso far fare l’asseverazione, credo di aver così compreso leggendo, perché con essa il geometra dovrebbe dichiarare lo stato legittimo. Quindi non potrò optare per la cessione del credito. Volevo essere sicura di una cosa però, ho trovato scritto anche qui sul vostro forum che in base all'art. 50, comma 4 del Testo Unico Edilizia, la sanatoria dell'abuso (anche successiva) consente di far cessare gli effetti dell'eventuale decadenza dei benefici fiscali.
Significa che se io finisco i lavori con il bonus 90% entro il 2021 e la sanatoria si conclude positivamente in primavera 2022, e in seguito vi sono controlli dell’AdEntrate, sono a posto con i benefici legati al bonus? Grazie molte.
 

sid

Membro Attivo
grazie. Poi chiedo, ma non so se qui sono ancora in tema: se DOPO il restauro degli operai che prevede anche rifacimento intonaco della zoccolatura, ben sotto al 10% della superficie lorda complessiva disperdente, e PRIMA della tinteggiatura, io e mio marito ci stendiamo noi il marmorino intonaco sulle facciate (senza conteggio nei lavori) andando quindi oltre il 10% , è possibile? Mio marito queste cose le sa fare, anche all'interno mette i pannelli di cartongesso con magatelli di legno inframmezzati da isolante, poi li rasa con collante/rasante (non aggrappante liquido) e infine mette l'intonaco marmorino bianco (700 della Röfix), poi il colore, Keim granital. Scusate se sono off topic.
 

griz

Membro Storico
Professionista
la norma prevede che se il rifacimento completo dell'intonaco non supera il 10% non è necessario posare il cappotto ma il resto dei lavori per un miglioramento estetico della facciata è comunque soggetto a bonus
 

sid

Membro Attivo
grazie molte di nuovo! tu parli di "rifacimento completo" dell'intonaco in cui ricade la fatidica divisione del 10%, ma il rifacimento dell'ultimo strato esterno di intonaco, tipo 2 mm, quella rientra nel bonus anche se è su tutte le pareti (visibili come da disposizione Agenzia delle Entrate)? è importante per me capire questo.
 

griz

Membro Storico
Professionista
grazie di nuovo! tu parli di "rifacimento completo" dell'intonaco in cui ricade la fatidica divisione del 10%, ma il rifacimento dell'ultimo strato esterno di intonaco, tipo 2 mm, quella rientra nel bonus anche se va fatta tutta? io questo non l'ho capito
il bonus facciate è volto in generale al miglioramento estetico, infatti è riservato alle facciate su strada pubblica o visibili da zone pubbliche, c'è un paletto che definisce che se rifai completamente l'intonaco della facciata devi anche migliorarne l'isolamento termico, se invece il rifacimento riguarda non più del 10% della superficie non sei obbligata ad isolare ma il rifacimento estetico della facciata è agevolato, quindi anche l'intonachino di finitura, ovvio che deve farlo una ditta, se lo fa tuo marito non avrai una fattura quindi...
 

sid

Membro Attivo
ho trovato ampia conferma, Griz, qui di quanto mi scrivi. grazie ancora quindi. "la rasatura superficiale dell'intonaco non implica il suo rifacimento in quanto si tratta di un semplice intervento di pulitura necessario per applicare un nuovo strato di colore" :
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

AlbertoMG ha scritto sul profilo di Daniele 78.
ciao , in una risposta ad un quesito sui parcheggi per attività commerciali hai scritto che, se non ci sono, è necessario prevedere parcheggi in progetto anche in caso di completa ristrutturazione, nel caso particolare da magazzino a mostra mobili. Per favore potresti darmi un riferimento normatvo? Grazie , un saluto
Buonasera a tutti,se viene rifatta la facciata ,130.000 euro,,con maggioranza,ma non viene istituito il fondo cassa lavori straordinari, stabilito un rimborso di 5000 euro circa tra marzo e novembre......ma è normale...tutto a norma?
Grazie a chi mi può rispondere
Alto