1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Buongiorno a tutti,
    qualcuno mi sa dire (possibilmente per esperienza personale) quale possa essere la migliore (=migliore rapporto qualità/prezzo) assicurazione sul mercato per danni domestici (anche a terzi) solo da perdite di acqua o incendio e quanto possa costare al massimo? Il mio inquilino mi ha detto che sarebbe conveniente farla e che sarebbe disponibile a pagare la metà del premio: il mio dubbio è sia se farla, sia se la deve fare lui a suo nome (come occupante la casa) o se la devo fare io a mio nome (cosa che, avendo visto in giro, mi sembra più complessa perchè tutte le polizze sono "polizze famiglia", ma dato che nella casa non ci abito io, come faccio a fare una "polizza famiglia"?).

     
  2. Certificatore

    Certificatore Membro Attivo

    Professionista
    Ciao Gagarin
    è vero quel che dici, la polizza che solitamente copre danni causati da te verso terzi è la polizza famiglia, che interessa principalmente possibili danni che tu possa causare a terzi, anche per un vaso che cade dal balcone... (se però il vaso uccide qualcuno non so cosa succede... :shock::shock::shock: ...) scherzo ... queste polizze coprono questi danni, ma bisogna stare attenti ...alle postille, perchè sono le indicazioni scritte in caratteri microspici che bisogna stare attenti ...:rabbia:
    A mio parere il tuo inquilino se ti ha proposto questo vuole giocarci dentro (capisci a me...) perchè avrà un bambino, un animale o che so ... per cui vuole un supporto da te...:shock:
    Inoltre è da distinguere i danni derivanti dagli impianti, perchè se sono recenti, non mi preoccuperei, al contrario mi preoccuperei se lui lascia qualcosa aperto o acceso e poi se ne va fuori ... se invece gli impianti sono vecchi allora saprai tu l'età del fabbricato o quando li hai sistemati ... in ogni caso un impianto che non funziona correttamente ti da segnali ben precisi.
    Infine per gli impianti e le cause derivanti da questi, c'è sempre la polizza assicurativa condominiale che copre gli incidenti comuni e... in alcuni casi anche quelli privati (ma questi sono contratti suppletivi che stipula il proprietario guadagnandoci sulla rata.:)
    Voi l'avete vero???:occhi_al_cielo:
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'assiccurazione può essere sottoscritta autonomamente sia dal proprietrio che dal conduttore.
    La polizza famiglia che io conosco non copre i danni da bagnamento, ma solo quelli della vita di relazione del sottoscrittore e della sua famiglia. Appunto figlio che getta un giocattolo dal balcone e ammacca una automobile parcheggiata, cane che morsica un vicino ecc... ecc... .
    I danni derivanti dalla rottura accidentale di tubazioni sono coperte dalla polizza fabbricato. Però anchequi bisogna vedere cosa si assicura. Mi è capitato di leggere una clausola che escludeva le rotture dei tubi per vetustà, per ammaloramento per esposizione alle intemperie ecc... ecc... .
    Consiglio prima di tutto di avere le idee chiare di cosa ci si vuole cautelare e di perdere qualche giorno nel leggere tutte le clausole. Mai fidarsi di quello che spiega a voce l'assicuratore.
     
  4. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Ringrazio delle risposte, ma penso che ci sia stata un pò di confusione. In primo luogo l'assicurazione globale fabbricato copre solo i danni derivanti da incidenti causati dalle cose comuni (caduta di una tegola dal tetto, rottura di un discendente di scarico, etc..) e non quelli causati da rotture degli impianti privati al servizio del singolo appartamento, sia all'appartamento stesso, sia a terzi. In secondo luogo esistono numerose polizze che coprono singole tipologie di danni (acqua condotta, incendio, caduta oggetti da balcone, morso di cane, etc..) sia in modo collettivo, sia singolarmente con aumento progressivo del premio (basta andare su Google). I prezzi sono estremamente variabili per lo stesso tipo di rischio coperto. E' vero, peraltro, che bisogna leggersi accuratamente tutti i paragrafi scritti in caratteri minuscoli, come in ogni altra polizza, per evitare sorprese nel momento in cui si chiede l'intervento assicurativo; ma io chiedevo se qualcuno avesse già avuto un'esperienza positiva con polizze di questo genere, in modo da non prendere qualche fregatura con qualche assicurazione furbastra (oltre a chi possa/debba stipulare la polizza, cosa a cui Luigi Criscuolo ha chiaramente risposto).
     
  5. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Un rimedio potrebbe essere contattare le compagnie più importanti e farsi fare i preventivi e specificare per bene tutte le clausole dai loro agenti in casa propria, senza alcun impegno.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  6. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Approfitto dell'ospitalità di JerrY per rispondere a @Gagarin come segue:
    Ho sempre avuto la famosa polizza del capofamiglia..alla quale ho aggiunto un'altra specifica sul piccolo alloggio che affitto, chiedendo la copertura degli eventuali danni allo stesso inquilino ed eventuali ospiti, e
    a quelli di eventuali malcapitati terzi (vicini). Mi sembra con 120 euro.
    Adesso mi avete fatto sorgere un dubbio: che l'assicuratore amico (da oltre 50 anni) mi abbia preso per i cosiddetti fondelli??? Vuol dire che fra domani o dopodomani vado a recuperare (Tu donte stas...???) la
    polizza...mi leggerò tutte le condizioni fronte retro e poi richiamerò l'amico assicuratore...e poi vi riscriverò. qpq.
     
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ultimamente, nell'ambito delle mie diversificazioni lavorative, mi sto occupando di redigere alcune perizie di danni che interessano fabbricati.
    L'esempio eclatante è quello un signore, conduttore di un appartamento, che, mentre si trovava per le vacanze pasquali fuori casa, gli si è rotto il flessibile di adduzione dell'acqua alla caldaia del riscaldamento e dell'ACS. La caldaia era piazzata sul balcone in un incavo ricavato nella muratura esterna di rivestimento del muro perimetrale. La perdita d'acqua anziché fuoriuscire dall'incavo e cascare sul balcone, facendo dei danni limitati, si è infilata nell'intecrapedine tra le due murature del muro perimetrale andando a irrorare la tamponatura interna. Morale della favola il proprietario dell'appartamento sottostante dopo un paio di giorni dall'evento ha incominciato a vedere dello stillicidio in cucina. Ha chiamato l'inquilino del piano di sopra che è rientrato di fretta ed ha fatto riparare il guasto; in seguito, avendo sottoscritto una polizza del capofamiglia ha denunciato l'evento.
    Il danno oltre a interessare il soffitto e parte del muro della cucina sottostante era presente anche sulla tamponatura interna della stanza del medesimo denunciante.
    Il problema è che la polizza del Capofamiglia, anche se estesa alle rotture degli elettrodomestici, non copre la rottura delle tubazioni di casa pertanto l'assicurazione non è intervenuta.
     
    A quiproquo piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina