1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiornonel 2010 ho firmato un compromesso per l'acquisto di un immobile di nuova costruzione con consegna giugno 2011. Dopo molte traversie (gravi ritardi,blocco lavori per 7 mesi,cambio appaltatore alla costruzione,ripresa lavori) che per la mia famiglia hanno comportato cercare una casa in affitto per questi ultimi 2 anni adesso sembra che finalmente potremo andarci ad abitare.
    Almeno così asserisce l'impresario. Peccato che costui pretende di rogitare e avere i soldi prima di permettermi di andarci ad abitare (le chiavi me le ha già date per tinteggiare e poggiare i mobili). Purtroppo il complesso è costituito da 260 abitazioni e per adesso ne finiscono solo 1/3 perchè sono quelle vendute quindi:
    - non chiederà l'agibilità al comune perchè non c'è la fine lavori perchè bisogna aspettare che finiscano le abitazione rimanenti (senza avere alcuna idea di quando le finiranno)
    - io così non potrò chiedere la residenza e le relative utenze come casa principale
    Ma la cosa che mi preme di più è la postuma decennale: il suo rilascio è legato alla fine lavori?
    Può il notaio rogitare in mancanza dell'assicurazione? Posso effettivamente andarci ad abitare?
    Ho paura che poi ci freghi e non stipuli più nulla e noi restiamo con un palmo di naso.
    scusate ma la situazione è parecchio complicata.
     
  2. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ho l'impressione che tu sia caduto in un bel ginepraio:shock: . Intanto, la tinteggiatura non era compresa nella consegna dell'appartamento? Come mai hai dovuto fartela da solo? C'era uno sconto particolare? E poi, due anni di ritardo ti hanno causato un bel danno economico, o no? :shock: Tieni inoltre presente che oltre il danno che hai già subito, potresti anche aggiungere la beffa che una volta pagato, costui dilunghi i tempi per il rogito fino a farti esasperare. Perciò, se vuole i soldi, verrà dal tuo notaio al quale avrai consegnato il malloppo ed il quale lo girerà al "costui" appena avrà apposto tutte le dovute firme e consegnato tutti i dovuti documenti. :disappunto: C'è ancora da valutare l'eventuale tuo diritto di rescindere il contratto preliminare per gravi inadempienze da parte del "costui". Ma questa è una opzione che ti consiglio di prendere con un buon Avvocato.
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  3. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ringrazio per la risposta
    ormai siamo così avanti che rescindere il contratto non mi serve, nella casa abbiamo fatto delle modifiche, sarebbe stata una buona soluzione a inizio 2011 visto i tempi di attesa previsti.
    Se ho capito bene tu mi dici di firmare il rogito per diventare proprietario, ma di lasciare i soldi del pagamento ad un mio notaio di fiducia il quale li consegnerà al costruttore quando questo finiti i lavori chiederà agibilità e stipulerà l'assicurazione decennale. ho capito bene?
    Però cosa mi dici del fatto se posso chiedere la residenza e andarci effettivamente ad abitare.
    Se aspetto la fine lavori mi sa che si parla di fine 2014!
    grazie
     
  4. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Intendevo dire che il costruttore prenderà i soldi direttamente dal notaio al momento del rogito. Soldi che avrai depositato presso il Notaio che scegli tu ed al quale chiederai se è possibile chiedere la residenza fin da ora. A dirti a verità non so se è possibile farlo disponendo solo del compromesso di vendita.
    Ormai credo che tu abbia già speso dei bei soldini e che, oltre ad eseguire delle modifiche su una casa che, formalmente, non è ancora tua, ti convenga fin da adesso anticipare altri soldi al notaio per tutti i pareri relativi ai documenti ancora mancanti, tipo l'agibilità, l'assicurazione postuma e quant'altro occorra.
     
  5. SILVANDOS

    SILVANDOS Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Purtroppo il notaio lo sceglie la parte venditrice
    Era una clausola del compromesso immodificabile....ma chi pensava a tutto questo ginepraio
    A questo punto sentirò un legale
     
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non vorrei sembrare troppo jettatore ma ti sei "incartato" proprio bene. Cerca di salvare il salvabile con l'avvocato.
     
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista


    Assolutamente no, il notaio lo sceglie la parte acquirente (visto che è anche la parte che deve pagarne il rogito, ha almeno diritto di scegliere da chi andare).

    Occhio però che avendo 260 abitazioni il notaio non trasferirà solo l'immobile, ma poi redige anche il regolamento condominiale (essendo una residenza) ed eventualemte (come viene spigato anche in questo caso) specifica che il complesso è in corso di costruzione, che la ditta per le restanti opere di urbanizzazione non ha più niente a chiedere ai vecchi proprietari ecc.

    La cosa strana ed assurda è che non capisco come abbia potuto fare con un'unica concessione una residenza di 260 abitazioni (e di conseguenza pagare subito oneri per 260 abitazioni, anche quelle non realizzate).

    Siccome sto realizzando anch'io una residenza (anche se molto più piccola) attualmente sono solo 18 unità, ho fatto un P.E.C globale (d'altra parte non potevo farne a meno) e poi per ogni singolo intervento una Super D.I.A per ogni fabbricato che andavo a realizzare nel P.E.C approvato, e per ogni fabbircato (siccome trattasi di 2 schiere da 4 abitazioni ciscuna più 2 schiere da due abitazioni, e 2 schiere da 3) e per ogni singola abitazione con relativo garage ho sempre fatto delle varianti alla D.I.A di riferimento.

    seguendo questo iter + complicato a dirsi che a farsi ogni unità immobiluiare è slegata dalle altre e man mano che si finisce chiedi l'agibilità per il realizzato e finito.

    Ti dirò di più che la fine lavori non basta per la postuma, ci vuole l'Agibilità....nessuna assicurazione attiva determinate procedure se la parte burocratica amministrativa non è più che a posto.

    Poi se nel caso di @SILVANDOS, c è anche di mezzo una banca per il mutuo (come nel 99% delle compravendite immobiliari) le banche stesse prima di darti l'assenso finale al rogito con mutuo (eseguito spesso non negli uffici del notaio ma in una saletta della banca stessa ovviamente con il notaio che relaziona anche con funzionario di banca presente) richiedono già al costruttore l'agibilità dell'unità immobilare in questione....senza ciò tutto si blocca (te lo assicuro).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina