1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. LucaLauria

    LucaLauria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buona sera a tutti...sono nuovo iscritto. Spero di aver scritto nella sezione giusta.
    Ho acquistato un appartamento nel Maggio 2013. Al momento del rogito mi è stata rilasciata la fideiussione per l'acconto versato, le relative certificazioni impiantistiche ed energetiche ma purtroppo mancava e manca tutt'ora l'assicurazione postuma decennale. Noi ingenui, al momento del rogito, abbiamo detto: non c'è problema l'importante che ci venga consegnata il prima possibile.

    L'impresa ci aveva garantito che nel giro di un paio di mesi ci avrebbe consegnato l'assicurazione perchè non erano riusciti ancora a stipularla con l'istituto assicurativo.
    Ormai siamo a dicembre 2014, dopo quasi 2 anni di scuse, a mio parere campate in aria o frasi del genere "l'amminstratore non l'ha consegnato ancora? Noi l'abbiamo stipulata" o "stiamo aspettando le documentazioni dell'assicuratore" o "adesso ci sono le ferie e quindi le assicurazioni sono chiuse".

    Non so piu' cosa fare! Chiedo consiglio a voi! C'è la possibilità di fare qualche cosa per ottenere l'assicurazone postuma? Ho qualche diritto o all'impresa è tutto concesso?
    Ciliegina sulla torta in questi ultimi mesi si sono presentati alti livelli di umidità e muffa, volevo fare un intervento realizzando un cappotto esterno per cercare di ridurre l'umidità e inserire dei sistemi d'areazione forzata...ma non avendo l'assicurazione!!!

    Mi riuscite a dare una mano e consigliare come procedere?
    Grazie a tutti Luca
     
  2. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Buongiorno Luca,
    dubito che riuscirete ad ottenere la stipula della decennale postuma, essendo ormai trascorsi 2 anni.
    La soluzione migliore sarebbe stata quella di ritardare l'acquisto (o il pagamento di parte del prezzo) sino alla consegna della polizza; una volta perfezionato l'acquisto, accade frequentemente che l'obbligo di stipula della decennale postuma rimanga lettera morta, in quanto l'art. 4 D. Lgs. 122/2005 non prevede tutele specifiche ed effettive.
    Alla luce del tempo trascorso e dei vizi emersi, ritengo che la soluzione migliore sia quella di informare immediatamente la società costruttrice della presenza di umidità interna, diffidandola a provvedere immediatamente alla eliminazione dei vizi ed a comunicare gli estremi della polizza assicurativa decennale.
    Nel caso di mancata risposta / mancato soddisfacimento delle vostre ragioni, ricorrere al tribunale per la nomina di una consulenza tecnica preventiva che attesti la presenza del vizio ed indichi le attività necessarie alla sua eliminazione.
    Il costruttore deve rispondere dei vizi del bene nei 10 anni successivi alla costruzione (art. 1669 c.c.), la mancata stipula della c.d. "decennale postuma" renderà meno agevole il soddisfacimento delle vostre ragioni (perché se il costruttore non acconsente ad eliminare il vizio, dovrete adire il Tribunale) ma non vi priva del vostro diritto (conferito appunto dall'art. 1669 cc).
    Da quel che scrivi l'impresa costruttrice / venditrice (non so se coincisero) è ancora attiva, quindi sembrerebbe scongiurato (almeno per ora) il rischio della insolvenza della stessa (ragione principale per cui i legislatore volle prevedere l'obbligo della decennale postuma).
    Spero di essere stato sufficientemente chiaro, buona giornata.
     
    A Ennio Alessandro Rossi e alberto bianchi piace questo messaggio.
  3. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    1.ma nota : immagino che intenda l' 'amministratore societario" in quanto la polizza non è da confondersi con quelle che in genere fruisce il condominio che riguarda le parti comuni
    2.da nota: premesso che ci sia una polizza postuma decennale ( che pare le consegneranno) non significa che tutti i vizi vengano indennizzato ( evidentemente andrà valutata). Spesso (troppo spesso per non dire sempre) queste polizze decennali "preconfezionate" indennizzano solo la parte strutturale ( cedimenti e simili) senza sollevare il cliente da altri ben più frequenti vizi che pertengono all'impiantistica.

    Queste polizze sarebbero da contrattare prima di firmare alcunché : dopo , si rischia, rimangano solo le tutele già correttamente evidenziate dall'avvocato sempre che la ditta si patrimonialmente solvibile e non si cancelli ed si estingua al registro imprese nel qual caso, in fatto , addio ad ogni speranza

    http://www.comunicati-stampa.net/co...tingue-addio-ad-ogni-speranza-di-rivalsa.html
     
    A Avvocato Luigi Polidoro piace questo elemento.
  4. LucaLauria

    LucaLauria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Grazie mille per i tempestivi suggerimenti e per le risposte interessanti.
    L'impresa costruttrice/venditrice sono la stessa entità. Diciamo che sono riuscito, dopo aver anticipato circa 10.000€ per gli allacciamenti, ad avere dopo un anno, tutti le utenze collegate...sicuramente non navigano in buone acque.

    Il problema della polizza è nata in questi giorni, visto che stiamo definendo il regolamento condominiale. L'amministratore ci ha fornito l'assicurazione sul condominio dando per scontato che, l'impresa costruttrice ci avesse fornito la postuma decennale.

    Essendo del ramo "architetto", è evidente che a livello progettuale c'è un errore. Non è stato realizzato un adeguato isolamento (infatti manca il cappotto) e andava previsto un sistema di ricircolo dell'aria.

    Comunque la questione che mi spaventa maggiormente è appunto la postuma decennale. Ormai sono sei mesi con cadenza mensile che inviamo mail e posta raccomandata con la richiesta dell'assicurazione.

    Con l'intervento di un avvocato, secondo voi, riesco a sbloccare la situazione?

    Grazie mille.
     
  5. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Per quanto concerne la lavorazione di isolamento termico, credo che con l'intervento di un legale potrete avere soddisfazione.
    Ho qualche dubbio, invece, sulla garanzia assicurativa: temo che rimarrà una semplice promessa.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  6. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    non puo' essere una mera promessa visto che e' obbligatoria per legge.chiamare il notaio che a stipulato l'atto,e richiedere la documentazione mancante.vedrai che corre lui deve aver scritto che tale documento esiste oppure lo consegnera' entro il...... auguri.
     
  7. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ammesso che trovi una Banca o una Società di Assicurazione disposta ad assumersi il rischio,
    le semplici parole dell'Impresario, di questi tempi, seppure scritte, se non esistono mezzi finanziari e /o beni materiali liberi da vincoli di terzi (ipoteche, etc) valgono poco o nulla, come già segnalato da chi ci ha preceduti negli interventi.
     
  8. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    ma il notaio e' responsabile dell'atto,pertanto ne risponde pure lui.
     
  9. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    In che senso?! Il notaio ha per caso scritto che la polizza esiste?
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In teoria sì. Non so se sono possibili deroghe, dietro specifica rinuncia dell'acquirente, comunque il Notaio avrebbe dovuto bloccare il rogito finale riguardante il trasferimento della proprietà, una volta constatata la mancanza della Polizza, che ricordiamolo è richiesta già prima che inizino i lavori di costruzione.
     
  11. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Il notaio non risponde certamente dell'inadempimento del contratto. Il notaio risponde per aver confezionato contratti invalidi, e non è questo il caso.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  12. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    nella vendita essendo obbligatoria la polizza,assieme all'atto deve esserci la documentazione inerente la certificazione energetica,tabelle millesimali,certificazione degli impianti,disegni,e copia della polizza,verifica di eventuali gravami (ipoteche oppure obblighi o oneri diversi sulla proprieta' stessa).tale compito di controllo spetta al notaio.se non ci sono si puo richiedere il risarcimento anche al notaio.
     
  13. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    La polizza deve essere prestata obbligatoriamente, ma la sua assenza non impedisce la stipula (come invece accade, ad esempio, per i trasferimenti di immobili costruiti dopo il 1967 e privi del titolo edificatorio).
     
  14. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    pertanto e' obbligatoria ma se manca e' come se ci fosse?non credo proprio.ultimo atto 2014 nessun documento mancava.il notaio ha aspettato che tutta la documentazione fosse regolare.sollecitato lo stesso notaio mi ha confermato che altrimenti lui stesso avrebbe potuto avere noie.
     
  15. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Una cosa è dire che doveva esserci (e quindi la sua mancanza è fonte di inadempimento della controparte), altra cosa è dire che la sua mancanza determini responsabilità del notaio.
    Responsabilità a quale titolo?
     
  16. uragano

    uragano Membro Attivo

    Professionista
    spetta al notaio verificare se esiste questa polizza oppure no.se non esiste come fa a dichiarare che esiste?nell'atto viene specificato che esiste (compagnia assicurativa e numero polizza) e viene consegnata all'acquirente stesso .come valuti tale comportamento.corretto? ecco perche' posso chiedere i danni.
     
  17. Avvocato Luigi Polidoro

    Avvocato Luigi Polidoro Membro Attivo

    Professionista
    Chi ti ha detto che nell'atto viene specificata che esiste? Non mi sembra che LucaLauria lo abbia scritto.
     
  18. LucaLauria

    LucaLauria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Non pensavo di ricevere così tante risposte. Grazie a tutti! Adesso sto iniziando a comprendere come muovermi...comunque giusto per far chiarezza. Il notaio, al momento del rogito ci disse "manca la postuma ma a breve vi verrà fornita". Ingenuamente ci siamo fidati. La situazione dell'impresa edile non è delle più rosee. Secondo quanto avete scritto, la strategia migliore e' quella di rivolgermi ad un avvocato per accelerare i termini di consegna della postuma e per obbligare l'impresa a risolvere i problemi di umidità e aerazione? Giusto?
     
  19. LucaLauria

    LucaLauria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Nel rogito...non c'è niente che specifica la presenza della postuma... Come ripeto, giovane coppia, felice e con l'adrenalina per l'acquisto della loro prima casa. Noi ingenuamente non abbiamo verificato e ovviamente se ne sono approfittati.
     
  20. LucaLauria

    LucaLauria Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Come indicava Uragano, c'è un danno evidente ma non posso dirlo io, preferisco il parere di gente più esperta come voi!!! C'è la possibilità di chiedere un danno e quindi un eventuale risarcimento?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina