1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    non mi risulta facile capire questa dicitura che spesso si trova nelle aste

    Quota proprietà

    Piena proprietà 1/2


    cioè si fa l'asta su mezza casa? e l'altra metà? non capisco grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Che si sta mettendo all'asta la piena proprietà del 50% di un immobile pignorato. E quindi l'altro 50% è di un altro proprietario.
    Esempio: immobile al 50% del marito e al 50% della moglie, il marito si indebita e il creditore gli fa pignorare la sua quota e la si mette all'asta.
    saluti
    jerry48
     
  3. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie ma quindi anche quando ci sono ad 1/9 funziona così?

    io addirittura pensavo che se c'èra 1/2 di proprietà pagando il doppio si prendeeva la piena proprietà..

    come funziona con le case a doppia proprietà?
    se io ho il 50% e un altro sconosciuto l'altro 50%?

    grazie
     
  4. britallico2

    britallico2 Ospite

    Quelle aste li per noi non vale proprio la pena immischiarsi, infatti se le tieni d'occhio vedrai che vanno sempre deserte finche' il prezzo diventa irrisorio, e a quel punto.... puo' andare venduta ad uno che sa come fare..
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Come puoi pensare che una qualsiasi persona perda automaticamente la sua parte di proprietà solo perché sono cambiati i proprietari dell' altra parte di proprietà.
    Acquistare all'asta frazioni di proprietà immobiliare è conveniente solo se la proprietà a complemento di 1/1, contattata preventivamnete, è d'accordo nel vendere anche la sua parte: altrimenti, come ha fatto sottintendere britallico2, è un affare per chi ha il pelo sullo stomaco.
     
  6. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    Chi acquisisce parti indivise poi di solito tratta con gli altri proprietari per cedere loro la quota o farsi cedere le quote. Non é una cosa comunque semplice, evita
     
  7. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    sono pienamente d'accordo. Comunque c'è anche di peggio: c'è chi si aggiudica porzioni di immobili a prezzi scannati per poi costringere, in via giudiziale, tutti gli altri proprietari alla vendita del bene stesso e quindi realizzare un guadagno commisurato alla porzione di proprietà acquisita che ovviamente è superiore al prezzo che lui ha pagato. Nelle stragrande maggioranza dei casi si ha a che fare con situazioni penose per questo nel mio post precedente ho scritto che bisogna avere il pelo sullo stomaco.
     
  8. volley3

    volley3 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie ma quindi come funziona esattamente..
    fuori dall'asta posso contattare l'altro proprietario e chiedere ditro somma in denaro di cedermi anche l'altra
    proprietà? grazie++

    come funziona?
     
  9. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    NOn sono molto pratico ma innanzi tutto devi andare alla sezione fallimentare del tribunale della città in cui è aperto il procedimento di vendita all'incanto. Di solito c'è un albo esposto al pubblico, in alternativa devi riuscire a sapere chi è il giudice che è incaricato di seguire il procedimento di vendita all'asta. Da li risali al numero di procedimento dal quale puoi sapere quasi tutto dell' immobile posto in vendita (Foglio PArticella Subalterno, Consistenza, R.D./R.A. se è un terreno, numero di vani se è un appartamento, indirizzo e piano) e della persona contro la quale si attua il procedimento: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza. Puoi chiedere di visionare l'immobile prima di fare l'offerta.Poi entro il termine stabilito dal Giudice devi fargli pervenire la tua offerta (con tutti i riferimenti alla quale si riferisce) in una busta R/R con dentro anche una fidejussione/cauzione che è stabilità dal giudice per partecipare all'asta: in genere è una percentuale sull'importo offerto. Il giudice può anche stabilire gli incrementi minimi delle offerte. Il giorno stabilito dal giudice si aprono le buste: chi ha offerto di più si aggiudica l'immobile messo all'asta. Se sei l'aggiudicatario entro il termine stabilito dal giudice devi versare il saldo. Quando hai saldato sei diventato il proprietario di tutto e di una parte dell'immobile. Nel secondo caso se fai una visura catastale dell' immobile di escono i nomi e cognomi degli altri proprietari e le relative quote di possesso. Se non li hai conosciuti durante le fasi dell' asta, fai una piccola ricerca e mandi a loro una lettera R/R nella quale fai una proposta di acquisto delle loro quote di proprietà oppure una proposta di vendita della proprietà che tu hai comprato.
    Buona fortuna
     
    A britallico2 piace questo elemento.
  10. teofilatto

    teofilatto Membro Attivo

    Professionista
    Vai su internet ci sono portali specifici, oppure visita il sito del tribunale della zona di interesse, li dovresti trovare una sezione vendite immobiliari. Cerchi quel che vuoi, per zona, prezzo, ecc e di ogni immobile che interessa guardi la perizia con dati salienti, foto,, planimetrie. Se non c'è tutto ti rivolgi al custode ( quello che poi ti accompagna a vedere l'immobile) e ti fai dare tutto. Occhio che le visite si fanno quando vogliono loro,non quando vuoi tu!
    A quel punto, dopo aver visto l'immobile e soppesato pregi e difetti( cosa da fare A RAGION VEDUTA meglio se aiutato da un tecnico) fai un'offerta con deposito di cauzione. Il processo come vedi non é immediato e richiede un po' di mano, quindi monitora ogni mese le novità e quando trovi cose interessanti parti subito.
     
    A britallico2 piace questo elemento.
  11. britallico2

    britallico2 Ospite

    Via giudiziale? ma ti immagini cosa puo' succedere se la meta' di casa tua appartiene a me, che potrei essere collegato a vari clubs di bikers Danesi, Svedesi, Tedeschi, Britannici (tutta gente per bene tra l'altro, anche se un pochino rumorosi) e decidessi di usare le mie due stanze, porticato e meta' del cortile per ospitare i miei amici, a ruota?

    Innanzitutto nella porzione della casa mia mi ci piazzo io con i miei due alani, e naturalmente mi porto anche tutti i miei attrezzi, perche' devo sostituire il motore al mio pick up e non ho altro posto che farlo nella mia parte di scoperto, se poi tua moglie ci ha fatto l'orto... cerchero' di non rovesciarci l'olio usato.
     
  12. britallico2

    britallico2 Ospite

    Come funziona esattamente nel tribunale di pertinenza, ci sara' scritto nei documenti relativi all'asta.
    Ricordati che tu potrai chiedere pareri qui e a tutti gli avvocati di turno ma le condizioni d'asta sono scritte nero su bianco sull'avviso, perizia ecc dell'asta stessa e se te le studi bene, quelle sono e quelle restano, tutti i partecipanti (e intendo tu, giudice d'asta, cancelliere e tutti gli interessati) si dovranno attenere a quelle modalita'..
    quindi la tua fonte migliore di informazioni e' quella.

    Se poi vuoi fare cose "fuori dall'asta" .. di regole scritte non esistono, ma attenzione che quando uno si vede pignorare meta' casa dove magari ci e' cresciuto, chissa', bisogna stare attenti che i disperati possono anche essere imprevedibili.

    Comunque se hai visto le aste al momento, e' una manna caduta dal cielo... la parte piu' difficile e' trovare chi te la ricompra, ma anche li, tutto e' fattibile.
    Io ho recentemente comperato un garage all'asta e l'ho rivenduto ancora prima di prenderne possesso ad uno del condominio che, troppo preso con la sua vita non si era accorto che era la seconda volta che andava all'asta.
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Diciamo .....forse non mi sono spiegato bene. Quando uno decide di acquistare all'asta una parte di proprietà indivisa nella maggioranza dei casi lo fa per investire denari e non per andarci ad abitare. Il concetto di proprietà indivisa non è equivalente di multiproprietà, dove uno è proprietario esclusivo dell'immobile solo per un determinato periodo di tempo. Essere proprietario di una frazione di immobile non garantisce la proprietà esclusiva di una o più stanze: è solo possibile, attraverso accordi bonari, una suddivisione di possesso. Comunque ritornando a chi compra ad un' asta giudiziale una frazione di immobile lo fa per acquistare tutta la proprietà oppure per rivendere a prezzi di mercato la sua parte agli altri proprietari. Se non riesce nell'intento o trova qualcuno a cui vendere la sua parte oppure convince gli altri proprietari a vendere l'immobile per intero. Se non riesce nell'opera di convincimento, siccome ogni proprietario dell'immobile non ha alcun vincolo di stare unito nella proprietà, e siccome vendere una porzione indivisa penalizza il suo venditore, il medesimo si rivolge al giudice per chiedere la vendita dell'intero bene. Così lui, una volta venduto per intero l'immobile, si prende la parte di denaro corrispondente alla frazione di sua proprietà, che è senz'altro superiore a quanto l'ha pagata all'asta. Così si fanno i guadagni.
    Capito?
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  15. britallico2

    britallico2 Ospite

    Beh il mio post voleva fare riflettere che se la persona sbagliata compera casa, al proprietario lo fanno scappare in tre giorni e questo mi sa che sei tu che non lo hai capito.
     
  16. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    per mia esperienza, questo è successo al tribunale di Varese, il tribunale, chiesta la vendita all'asta del 50% dell'immobile, considerato che l'immobile non è coerentemente divisibile in 2 parti, ha definito la vendita di tutto l'immobile, a quanto mi dicevano in cancelleria questo è il normale modo di procedere
    in effetti, la vendita della mertà indivisa non è un buon investimento per nessuno
     
  17. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Però non è proprio come tu hai scritto. Non è che tu in una casa già abitata, magari dalla parte minoritaria di proprietà, puoi dire "Buongiorno in virtù del fatto che sono diventato il proprietario di 3/5 o 1/2 o 1/4 di questo appartamento in questa stanza ci piazzo questi miei amici bikers che ruttano e scorengiano a tutto spiano per l'intera giornata." Daccordo ci sono mezzi più convincenti dal cambiargli la serratura quando tutti sono fuori per lavoro all' incendio dello zerbino fuori della porta. Però, se permetti, questi sono metodi mafiosi che possono essere perseguiti. Il rivolgersi al giudice per sciogliere questa forzosa comproprietà è l'unica cosa legale.
     
  18. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    per mia esperienza, questo è successo al tribunale di Varese, il tribunale, chiesta la vendita all'asta del 50% dell'immobile, considerato che l'immobile non è coerentemente divisibile in 2 parti, ha definito la vendita di tutto l'immobile, a quanto mi dicevano in cancelleria questo è il normale modo di procedere
    in effetti, la vendita della mertà indivisa non è un buon investimento per nessuno

    Mi piacerebbe sapere in base a quale principio il tribunale mette in vendita la parte di proprietà di terzi che, oltre ad non aver contratto debiti, non sono intenzionati a venderla, anzi magari ci abitano pure dentro. Forse, visto quello che ho scritto nel mio post precedente, è una scorciatoia per arrivare alla vendita dell'immobile (appartamento) in modo che i creditori, che hanno promosso la causa, siano più protetti e di far fuori i compratori intermedi di quote.
     
  19. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Per il semplice fatto che, qualora il ricavato della vendita della quota pignorata e messa in vendita, sia inferiore al debito. Vedasi appunto ribassi notevoli nelle aste.
    Pertanto si vende il bene indiviso, si soddisfa il creditore e il rimanente della vendita viene diviso tra i comproprietari, (rimettendoci notevolmente anche se non debitori).
    saluti
    jerry48
     
  20. britallico2

    britallico2 Ospite


    Mah, forse il parlare di bikers puzzolenti e' un modo di esprimersi piu' anglosassone che itaoliano..

    allora diciamo che ti si presentano due individui vestiti molto bene, gentilissimi, con scarpe abito e cappello all'ultima moda e ti spiegano altrettanto gentilmente cosa devi fare, e tu lo fai... se capisci.

    hei stai a vedere che a parlare cosi nella nazione delle quattro mafie ci passo io per mafioso :)
    Ci tengo a specificare che quando hanno beccato quei 6 mafioselli imboscati nel comune/tribunale di Venezia, notizia di cui ne ha parlato anche il TG5 per una settimana, quello e' stato merito MIO.

    Io sto cercando solo di spiegare che quelle aste dove si compera solo una parte sono dei veri e propri MAGNETI per un certo tipo di persone.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina