• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

stick84

Membro Junior
Proprietario Casa
Buongiorno a tutti.
Ho una casa Pavia che ho affittato a 3 persone aventi le caratteristiche per poter stipulare con esse un contratto transitorio a canone concordato.

Ho scoperto, che dai nuovi accordi territoriali sottoscritti nel febbraio 2019, è obbligatorio dotarsi di un attestazione rilasciata da una delle parti contraenti degli accordi territoriali.

Ho chiamato l'agenzia delle entrate e mi hanno detto che questa attestazione è necessaria per ogni contratto a canone concordato che si decide di registrare per poter usufruire degli sgravi fiscali relativi.

Quindi, se io ho tre inquilini che cambiano ogni 6 mesi vuol dire che mi si aggiunge una tassa di circa €400 all'anno in quanto le suddette associazioni questa attestazione non la rilasciano gratuitamente.

Qualcuno mi conferma che l'attestazione non basta farla una volta ma va rifatta per ogni contratto che si sottoscrive?

Qualcuno riuscirebbe a fornirmi i riferimenti della normativa in modo che possa leggere il testo originale? Ho guardato su internet ma non sono riuscito a trovarlo.

Vi ringrazio molto..
 

GIUSEPPE DI MASSA

Nuovo Iscritto
Professionista
Ciao, va fatta ad ogni singolo contratto che registri. A Torino la vidimazione da parte di una associazione inquilini costa mediamente 35 euro, se servisse anche la vidimazione di una associazione dei proprietari (ad es perchè nei parametri inserisci ristrutturazione e mobili recenti con fatture di determinate cifre minime) il costo medio a Torino anche per loro è 35 euro, come mai a Pavia si parla di 400/anno?
 

stick84

Membro Junior
Proprietario Casa
Ciao, va fatta ad ogni singolo contratto che registri. A Torino la vidimazione da parte di una associazione inquilini costa mediamente 35 euro, se servisse anche la vidimazione di una associazione dei proprietari (ad es perchè nei parametri inserisci ristrutturazione e mobili recenti con fatture di determinate cifre minime) il costo medio a Torino anche per loro è 35 euro, come mai a Pavia si parla di 400/anno?

Ho chiesto in più posti, più associazioni rappresentanti i proprietari di casa. Confedilizia, chiede €60 a contratto per la prestazione. Sunia, chiede invece €50 per il locatore e €50 per il conduttore. Dovendo cambiare ogni 6 mesi inquilini perché gli studenti non rimangono molto o almeno gli erasmus, vuol dire che mi passano per casa 6 persone all'anno che fanno 6 contratti differenti e quindi sono sono €160.
 

Rovald

Membro Attivo
Proprietario Casa
Io faccio contratto studenti regolarmente registrato alla Agenzia delle entrate per la durata di un anno eventualmente rinnovabile ancora per un anno. L'ultimo contratto mi sono rivolta a una associazione di categoria qui a Genova che guardando la visura catastale, il contratto e con le dichiarazioni mie ha compilato un foglio, lo ha timbrato e mi ha chiesto la "modica" cifra di 80 euro (per iscrizione...). Poi in Agenzia per la registrazione hanno visionato la certificazione (velocissimamente) e hanno registrato tutto. Io faccio contratti di anno in anno, se vanno via devono trovare il subentro
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

rpi
Buonasera, un fondo parte magazzino e parte garage è stato adibito ad abitazione, tramite CILA, avendo denunciato l'abuso al comune, questo ci ha dato ragione mantenendo le originarie categorie C/6 e C/2. Nonostante ciò il proprietario lo ha affittato ad una famiglia. A chi dobbiamo rivolgerci, Vigili urbani o denunciare il proprietario alla Magistratura?. Grazie, cordiali saluti.
buongiorno a tutti ho stipulato un contratto preliminare per l acquisto di un immobile definito chiavi in mano con scritto che sarebbe stato finito il giorno 31 maggio 2019 ovviamente d accordo con l imprenditore.Ad oggi 22 giugno 2019 la casa non e ancora finita ed ora l'imprenditore vuole una proroga del contratto a fine luglio 2019 qualcuno sa cosa mi comporta questa proroga?cioè dovrei firmarla?e perché la vuole?
Alto