1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti, allora io e mio fratello comprammo nel 1991 un terreno 18 ettari ricevendo un mutuo trentennale dalla cassa contadina,tramite atto di comodato mio fratello si accolló
    la restituzione delle rate,5000 € all anno. In base all atto di compravendita,siamo proprietari io di 1/2 e mio fratello (sposato comunione dei beni) di 1/4 e mia cognata proprietaria di un 1/4. Quindi io sono proprietaria di 9 ettari che però li ho dati amio fratello per usufruirne e lui peró paga le rate. Quando il mutuo sarà istinto,desidererei vendere i miei 9 ettari a mio fratello! E se non volesse comperare lui vorrei vendere a un estraneo! Mi potete spiegare come gestire la faccenda passo dopo passo? .........
     
  2. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Con l'affermazione "io sono proprietaria di 9 ettari che però li ho dati amio fratello per usufruirne...." credo che intendessi dire che gli permettevi di lavorare e godere degli utili, sobbarcandosi le spese. Mi auguro che esista un documento di questo accordo o altrimenti che tu abbia sempre manifestato il tuo diritto con interventi diretti o abbia contribuito, con documenti alla mano, alla gestione della proprietà. In alternativa, se tuo fratello e consorte volessero, potresti aver perso la proprietà della tua quota per usucapione. Se questa ipotesi è priva di fondamento, volendo vendere la tua quota, dovresti proporlo ai comproprietari per educazione. Mentre se sono coltivatori diretti hanno il diritto di prelazione, per cui la tua decisione di vendere gli va notificati nelle forme di legge. Se non può godere di questo diritto e non è comunque interessato, ti consiglierei di concordare con loro la divisione per poter disporre di un immobile di esclusiva, tua, proprietà. A questo punto puoi vendere a chiunque, tenendo presente che un eventuale confinante agricoltore diretto ha diritto di prelazione.
     
    A rita dedè e arciera piace questo messaggio.
  3. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    quando vorrai vendere la tua quota tuo fratello avrà la prelazione sia quale comproprietario sia quale coltivatore, se non volesse esercitare il suo diritto dovrete provvewdere a frazionare la proprietà e tramite atto pubblico operare la divisione, da quel momento in poi sarai proprietaria di un terreno di 9 ettari e potrai venderlo a chi vorrai[DOUBLEPOST=1404977516,1404977438][/DOUBLEPOST]mi sono sovrapposto a Gianco che è entrato molto più nel dettaglio
     
    A rita dedè e arciera piace questo messaggio.
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il diritto di prelazione non esiste fra comproprietari che non siano coeredi o uno sia agricoltore diretto.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  5. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Rita, hai l'atto di comodato vero? Mi permetti di entrare nel dettaglio? Se gli accordi intrapresi con tuo fratello sono questi e specialmente se sono stati trascritti nell'atto di comodato, tu stai in una botte di ferro e anche tuo fratello e' a conoscenza di tutto. Sa che tu hai diritto alla tua parte o la compra o la potrai vendere senza animosità da parte dei tuoi. Bene così
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  6. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Gianco buonasera,griz buonasera,mille grazie per gli interventi,gianco poi i tuoi interventi mi sa tanto che mi salvano il cosiddetto posteriore!!!!!!!! Gli altri due compratori del terreno sono coltivatori diretti io no !! Il atto di compravendita sta dal notaio che si occupó della faccenda,e il atto di comodato dice il notaio che non c'è lo ha !!!!!! Io a casa ho una copia del atto di comodato ma proprio la pagina dove si può leggere la cosa più importante é SBIADITA!!!!! E così non posso più sapere che cosa ci sta scritto di preciso!se chiedo a mio fratello di fornirmene una copia giustamente non gli fa piacere !!!!! E adesso? Come faccio? A sapere che cosa ho firmato concretamente 23 anni fa? Se pensate questa persona è una imbranata vi dico si avete ragione!!!!
     
  7. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Arciera buonasera ecco adesso siamo tutti di nuovo qua!non vi preoccupate dopo questo problema non ne ho altri ci potete contare! Arciera il atto di comodato lo ho a casa mia qua dove vivo ma la pagina importante si è sbiadita non si può leggere!( 23 anni conservato in una cartellina mai più andato a leggere perché non mi interessava la cosa però poi si sa come è si diventa curiosi) il notaio dice che ha solo il atto di compravendita ma non ha il atto di comodato!sulla prima pagina si riconoscono la presenza di marche da bollo!!! Mah !!!! Mio padre mi disse che era necessario fare un atto di comodato per evitare che anche io dovessi aprire una partita IVA !!!
     
  8. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ai tempi della compravendita erano i tempi in cui quando mio padre il capo famiglia diceva una cosa la dovevamo fare o se no a chi non sta bene se ne può andare............ecco ....!! Si certo entra nel dettaglio !!! Comunque vi terrò informati non è bello ricevere opinioni altrui e poi sparire anzi questo forum mi sorprende non è facile parlare di cose molto private e ricevere consigli opinioni aiuti pure gratisssssss!!!! Un po' mi vergogno!!!
     
    A arciera piace questo elemento.
  9. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    bene. l'atto di comodato c'è, comunque, quindi non può usucapire il bene. Certo non si capiscono i termini, gli accordi, nel qual caso deve essere tuo fratello a produrre l'atto di comodato se c'è qualcosa che lo potrebbe avvantaggiare. Tu stai zitta, hai l'atto che ti cautela. cosa vuoi di più? starà a lui farsi avanti. Tu quando sarà il momento gli chiederai se vuole comprarlo e vedremo come si comporterà, va bene?
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  10. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Bingo arciera!!! Brava!sei uomo!donna!bo!!! Si mio fratello mi ha fatto capire............!!!!! Insomma ........ Che un domani 2021 finito il pagamento delle rate (cassa per la formazione della piccola proprietà contadina Roma è stata istituita dopo la riforma agraria anni 50 per aiutare il mezzadro a diventare proprietario del terreno che lavorava e così si abolì la mezzadria) insomma mio fratello si prende tutto il terreno senza bisogno che mi dia soldi,secondo lui,lui ha pagato le rate io non ho pagato le rate e quindi il terreno e già suo insomma arciera mi spiego?[DOUBLEPOST=1405025640,1405025428][/DOUBLEPOST]Praticamente io ho prestato il mio nome per comprare del terreno! Ecco adesso l ho detta tutta!![DOUBLEPOST=1405025768][/DOUBLEPOST]Si,che famiglia di pazzi!!!
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    L'avevo capito. Infatti ti stavo rispondendo proprio su questo. Però ha firmato un contratto di comodato d'uso. Per quali motivi? di fronte a qualsiasi giudizio perderebbe. Certo ha pagato lui le rate, ma questo era l'accordo visto che lui si prendeva il frutto del terreno che, in ogni modo tu hai comprato con quei speciali accordi presi
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  12. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono le classiche famiglie italiane che prima si accordano e poi si imbrogliano. Io riconosco solo l'accordo tra te e tuo fratello, tanto è vero che ha firmato un comodato implicitamente riconoscendoti la proprietà dei 9 ettari che ha sfruttato per questi 9 anni. A quyesto opunto per fare le cose in regola, anche moralmente, si conteggia il ricavato che lui ha tratto dal tuo terreno e le spese sostenute. la differenza potrebbe essere defalcata dalla vendita del terreno. Ma queswta è una graziosa concessione che gli faresti perchè non sta scritto da nessuna parte. tu nel frattempo dovresti ricordare le varie clausole inserite nell'atto di comodato. prima che le tiri fuori tuo fratello. Ricordati però che lo stato lo ha concesso a te il terreno
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  13. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Arciera la compravendita tramite la cassa contadina e subito dopo il atto di comodato abbiamo fatto nel 1991 e nel 2021 giugno si paga la ultima rata il terreno mio fratello lo sta utilizzando da già 23 anni e sta pagando le rate!anche mio fratello imprenditore agricolo(sposato comunione dei beni) ha comprato insieme a me quindi 18 ettari ,io proprietaria per 1/2,mio fratello proprietario per1/4la moglie proprietaria per 1/4 e tutti e tre abbiamo firmato un atto di comodato d uso, fin quando il terreno non è finito di pagare non possiamo muovere niente!compravendita con patto di riservato dominio!!! Che vuol dire riservato dominio?
     
  14. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    la vendita con patto di riservato dominio, o vendita con riserva della proprietà è un contratto con il quale l’acquisizione del diritto di proprietà è subordinata a una condizione sospensiva, ovvero il pagamento dell’intero prezzo pattuito dalle parti in causa. Si usa nelle vendite a rate. Il bene diventa tuo alla fine del pagamento dell'ultima rata.
     
    A Gianco e rita dedè piace questo messaggio.
  15. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se si vuole estinguere il credito ricevuto dalla cassa contadina prima dei termini stabiliti nel contratto lo si può fare?subito dopo si può passare alla vendita dei miei nove ettari ? Mio fratello dice che non si può estinguere il mutuo prima del tempo ! Mah me sembra strano! Mi tocca venire a Roma?
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il notaio che stipula l'atto deve averne una copia nel suo archivio. Pertanto, sin quando esercita deve fornirne una copia a chi gliela richiede. Alla cessazione dell'attività o al suo decesso tutto l'archivio viene trasferito all'Archivio Notarile, dove chiunque può fare la ricerca e riceverne copia. In alternativa per la sola lettura, non ne rilasciano copia, devi andare alla Conservatoria dei RR.II., altrimenti detto Ufficio delle Ipoteche. Qui puoi, fornendo gli estremi delle parti o gli estremi dell'atto, consultare il titolo, che è una copia autentica dell'atto originale o la nota di trascrizione che è il riassunto dello stesso, necessario per la sua pubblicità, passaggio necessario per rendere pubblico il trasferimento del diritto di cui all'atto. Della nota puoi ottenerne una copia.
     
    A rita dedè e arciera piace questo messaggio.
  17. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per quanto riguarda l'estinzione del debito, prima di muoverti puoi telefonare alla cassa contadina. La tua sicuramente sarà online. Oggi tutto si fa online, per email si chiede e per email si risponde. Prova intanto così
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  18. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il notaio che ai tempi ha stipulato l atto di compravendita ancora esercita bon! Buono così! Al telefono chiesi un anno fa se poteva il notaio spedirmi una copia e mi ha fatto capire che si tratta di un documento fatto oltre venti anni fa e per trovarlo nell archivio chissà quanto ci vuole da cercare(giuro non potevo credere alle mie orecchie) fin quando lo si trova! In concreto il famoso atto di comodato sta dentro all archivio del notaio ma non è stato inserito,insieme al contratto di compravendita............ Come posso dire non è stato inserito dentro al compiuter mi capite che cosa voglio dire? A partire dagli anni novanta ad oggi i notai hanno gradualmente inserito nel compiuter le documentazioni! Le più importanti penso gli atti notarili e poi le meno importanti tipo un atto di comodato no le hanno lasciate in archivio cartaceo! Ecco! Con il mio italiano vi faccio impazzire! Giustamente pretendere che una persona stia tante ore a cercare tra i documenti mi sembrava di chiedere troppo e così chiusi la telefonata con un tante grazie e bon niente più !!!!
     
  19. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il notaio ha un suo archivio ed ad ogni atto assegna un numero di repertorio che con la data della stipula ritrova immediatamente il documento che deve rilasciare in copia fin tanto che esercita. Se l'archivio è in sede, la ricerca è velocissima. Il rilascio, poi, può essere differito di qualche giorno, se vuole fare il prezioso. Insisti è un tuo diritto. Se trovi resistenza, interpella il collegio notarile.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  20. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho capito gianco e arciera vi ringrazio moltissimo per i vostri interventi,anche se questo è solamente un forum già solo scrivere i vostri interventi significa investire il vostro tempo! Tempo che potete trascorrere a fare altre cose,devo dire che mi sento un po' in debito nei vostri confronti! Cercherò di tenervi aggiornati ! Prevedo che in futuro sarà opportuno andare in Italia........................... Uff!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina