• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
Non avendo mai stipulato un mutuo, chiedo un'informazione dettata dalla curiosità. Va stipulato prima il rogito e poi l'atto di mutuo? Se sì, il venditore incasserà il prezzo dopo l'atto di mutuo? Nel frattempo chi lo tutela?
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Se non ricordo male, di solito rogito e atto di mutuo sono contestuali, e nel rogito si dichiara che il venditore verrà pagato con bonifico irrevocabile.

Questa pratica però, come risulta anche su questo stesso forum, ha dato talvolta luogo a problemi, quando si è verificato che il bonifico tanto irrevocabile non era.

L'ideale è farsi pagare con assegni circolari non trasferibili, e farsi mandare una fotocopia fronte retro degli assegni ALMENO il giorno prima del rogito notarile, in modo da poterli far verificare.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Alcune discussioni dove si è parlato del bonifico bancario irrevocabile:






 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
Alcune discussioni dove si è parlato del bonifico bancario irrevocabile:






Queste discussioni postate sono state illuminanti! Questa sera le leggerò tutte con calma. Purtroppo è un argomento su cui non sono particolarmente esperto, quello relativo ai mutui.
 

possessore

Membro Storico
Proprietario Casa
Illuminanti, e mi hanno insegnato che se venderò metterò ben chiaro dall'inizio che accetterò solo assegni circolari non trasferibili, con consegna della fotocopia degli stessi almeno un giorno lavorativo bancario precedente a quello del rogito notarile.

Non posso impazzire coi bonifici bancari irrevocabili, non danno sufficienti garanzie contro i furbetti del 2020.
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Prima il rogito poi l'atto di mutuo, il venditore incassa gl I assegni che il notaio avrà avuto dalla banca. In ogni caso il venditore è tutelato perché se cisono problemi ha tutto il tempo di otrante il girono DOPo poiché può farlo presente al notaio che registrerà l'atto di solito dopo un mesetto. Semmai è l'acquirente che rischia, se prima della registrazione dell'atto nei registri immobiliari, qualcuno mette un'ipoteca sulla casa per debiti non pagati dal venditore, chi lo tutela!?
 

Franci63

Membro Senior
Proprietario Casa
Non avendo mai stipulato un mutuo, chiedo un'informazione dettata dalla curiosità. Va stipulato prima il rogito e poi l'atto di mutuo? Se sì, il venditore incasserà il prezzo dopo l'atto di mutuo? Nel frattempo chi lo tutela?
L’atto di Mutuo viene stipulato appena dopo quello di vendita, dallo stesso notaio, tra acquirente e banca: infatti spesso si fanno gli atti direttamente in banca.
Il pagamento avviene con assegno circolare della banca, che viene consegnato in tempo reale.
In questo caso non è necessario controllare l’assegno in anticipo, visto che è emesso in conseguenza della prevista firma del contratto di mutuo, quindi è sicuramente coperto e valido.
Il venditore è tutelato dal notaio stesso
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
L’atto di Mutuo viene stipulato appena dopo quello di vendita, dallo stesso notaio, tra acquirente e banca: infatti spesso si fanno gli atti direttamente in banca.
Il pagamento avviene con assegno circolare della banca, che viene consegnato in tempo reale.
In questo caso non è necessario controllare l’assegno in anticipo, visto che è emesso in conseguenza della prevista firma del contratto di mutuo, quindi è sicuramente coperto e valido.
Il venditore è tutelato dal notaio stesso
Se il mutuatario, dopo la consegna dell'assegno dalla banca al venditore, si dovesse rifiutare di firmare l'atto di mutuo cosa succederebbe?
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Prima il rogito poi l'atto di mutuo
No.
Che succederebbe se dopo aver firmato il Rogito non venisse più firmato il mutuo?


Va stipulato prima il rogito e poi l'atto di mutuo?
Solitamente e con professionisti seri la cosa è contestuale...e siccome per il mutuo si firma ipoteca significa che è presente un funzionario della Banca (nel mio ultimo caso era il Direttore di Filiale) ...quindi massima garanzia anche per il venditore sugli assegni circolari.
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
Si firma sempre prima il rogito,(atto tra venditore e acquirente) poi il notaio fa uscire il venditore e fa l'atto di mutuo (atto tra acquirente e banca) con il solo acquirente.
Non è che lo dico io, si fa così per logica e perché si è sempre fatto così
 

plutarco

Membro Attivo
Proprietario Casa
No.
Che succederebbe se dopo aver firmato il Rogito non venisse più firmato il mutuo?




Solitamente e con professionisti seri la cosa è contestuale...e siccome per il mutuo si firma ipoteca significa che è presente un funzionario della Banca (nel mio ultimo caso era il Direttore di Filiale) ...quindi massima garanzia anche per il venditore sugli assegni circolari.
Le due pratiche possono essere inserite nello stesso atto?
 

Fift@

Membro Attivo
Professionista
No
Sono 2 atti distinti e separati, tanto che li paghi separati al notaio con 2 fatture diverse.
2 atti che nulla hanno a che fare tra loro
 

griz

Membro Storico
Professionista
allora... i due contratti vengono stipulati contestualmente, prima l'acquisto e poi l'atto di mutuo, l'atto di acquisto fa riferimento al contratto di mutuo e all'assegno che verrà dato al venditore,se il mutuatario non firma l'atto di mutuo invalida automaticamente l'acquisto, il notaio non registrerà nessun atto e comunque pretenderà la parcella e farà causa all'inadempiente. Tecnicamente è possibile che vengano iscritte ipoteche sull'immobile prima che l'atto venga registrato alla coservatoria ma il notaio rogante fa una visura appena prima della firma e certifica la cosa quindi qualunque ipoteca iscritta poi sarebbe illegale. Siamo un po' nella fantascienza
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, ho una questione da porvi per chi mi può aiutare : nel condominio, l'impianto citofonico è stato sostituito da un cellulare. Tutte le comunicazioni dei portieri arrivano o tramite WhatsApp o per chiamata vocale. A questo punto, bisogna comunque versare indennità per conduzione di citofono o no? Grazie anticipatamente
perchè non ricevo più propit.it la mattina da almeno 10 giorni? , cosa è successo al mio collegamento? non so a chi rivolgermi , ho provato a reiscrivermi ma , poichè già lo sono , mi hanno risposto che non è possibile, chiedo al gestore del gruppo di ripristinarmi nei collegamenti che avevo prima con propit.it.
Alto