• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tcollo

Membro Junior
Proprietario Casa
Abito in condominio dove prima che io acquistassi avevano accordi che trovo "strani" ma pur avendo fatto vedere le incongruenze delle loro scelte,mi ritrovo isolata e quindi chiedo a voi a chi posso rivolgermi per fare valere le mie ragioni e finalmente far fare calcoli equi all'amministratore.
Grazie se mi aiutate.
 

Franci63

Membro Assiduo
Proprietario Casa
Spiegati meglio; per suggerire a chi potresti rivolgerti sarebbe il caso di sapere quali sono i problemi che rilevi , cioè capire se gli “strani accordi” sono solo strani, o anche contrari alla legge.
 

Tcollo

Membro Junior
Proprietario Casa
Sia il riscaldamento che l'acqua calda sono centralizzati, orbene proprio le "fatture estive" per il consumo di metano per l'acqua sono di gran lunga superiori alla cifra che viene suddivisa ai proprietari, pertanto tutto il consumo del metano, confluisce sul riscaldamento. Per fare un esempio,che siano in 2 o in 5 ad abitare nell'appartamento,cambia poco!
Spero di essere stata chiara.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Spiegazione parziale.
Se non ci sono sistemi di misurazione del combustibile/energia differenziati tra ACS e riscaldamento è ovvio che il tutto viene ripartito secondo i valori "millesimali" di proprietà.

Ne consegue come non rilevi il numero degli occupanti.

Ora si tratta di chiarire se siate o meno in regola con la normativa su riscaldamento centralizzato e consumo acqua... ma fintanto che non vi adeguate non puoi esimerti dal pagamento che ti compete.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non così ovvio, ma comprensibile. intanto la postante suggerisce un criterio non del tutto assurdo: se le bollette condominiali estive fossero in relazione alle letture del periodo estivo potrebbero essere attribuite alla ACS.
Non sappiamo se per l'acqua calda abbiano dei sottocontatori: se si dovrebbero attribuire al consumo un costo (approssimato) per ogni mc riscaldato. Da ciò che invece scrive pare assegnino una frazione fissa
 

Tcollo

Membro Junior
Proprietario Casa
Ci sono contatori per il consumo di acqua e ciascuno legge il proprio (senza nessuno controllo) , l'errore a parer mio sta nel fatto che il prezzo forfettario che hanno attribuito al metano è simbolico! Ecco perché io chiedo di pagare quello realmente consumato senza fare nessun intervento sulla caldaia. Per ottenere questo, visto che sono sola su 14 (persone anziane abituate a lasciar correre)a chi posso rivolgermi? grazie
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
francamente dalle poche notizie che dai sembra che siate una condominio autogestito. Se non c'è un regolamento di condominio di tipo contrattuale che stabilisca il criterio di suddivisione dovreste usare il principio stabilito dalla normativa che in sostanza prevede il pagamento del riscaldamento e dell'acqua calda proporzionalmente ai prelievi. Quindi contabilizzatori di calore sui caloriferi (o contacalorie all'ingresso di ogni appartamento) per il riscaldamento e contatori non solo sull'acqua fredda ma anche sull'acqua calda sanitaria. Tieni presente che sia per il riscaldamento che per la ACS ci deve essere sempre una quota fissa dovuta alle dispersioni e alla disponibilità del servizio.
Una curiosità a chi è intestata la fornitura del metano?
 

Tcollo

Membro Junior
Proprietario Casa
La fornitura del gas-metano è intestata al condominio.
La gestione condominiale per tantissimi anni è stata gestita da un condomino che continua a gestirla facendo passare fantoccio l'amministratore!
Gli altri condomini(anziani) si fidano di lui, per cui per me è lotta impari sia per il riscaldamento che decide:periodo, temperatura e durata.*Tutte le Mail fatte all'amministratore cadono nel vuoto.... ecco perché cerco qualcuno: un patronato, un ente insomma qualcuno che possa aiutarmi ad uscire da questi soprusi senza sentirmi costretta a vendere casa.
*n. b. non abbiamo montato le termo valvole perché impianto vecchio e non ci sarebbe stato nessun vantaggio.
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
*n. b. non abbiamo montato le termo valvole perché impianto vecchio e non ci sarebbe stato nessun vantaggio.
Senza una dichiarazione di un termotecnico che dimostri la impossibilità o la non convenienza, voi siete pure sanzionabili!

p.s.: cosa significa che:
il prezzo forfettario che hanno attribuito al metano è simbolico!
direi forse che è simbolico il costo attribuito alla acqua calda
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
ecco perché cerco qualcuno: un patronato, un ente insomma qualcuno
Non esiste nessun ente che ti possa cavare le castagne dal fuoco tantomeno qualcuno "a gratis"

1 su 14 significa che devi rivolgerti ad un avvocato ed intraprendere una serie di azioni con nessuna garanzia di ottenere quello che vuoi tu.
 

Tcollo

Membro Junior
Proprietario Casa
Si, ciascuno rileva il proprio consumo, in 8 anni che abito qui nessuno ha mai controllato!
 

basty

Membro Storico
Proprietario Casa
Non devi pensare che qualcuno bari. Ma se è così si conosce il volume di ACS prelevata: ora il costo per riscaldare un mc di acqua a X gradi si può calcolare ipotizzando la temperatura media dell'acqua fredda e quella di erogazione della calda.
E su tale base si potrà addebitare la quota di ciascuno per l'acqua calda: il ricavato andrà a diminuire il costo totale del riscaldamento.

Certo che se non riesci con le buone a convincere l'amministratore e la maggioranza , dovresti intentare una causa: e non so se per il giudice prevalga il volere della maggioranza o possa riconoscere la irragionevolezza di un "prezzo" fittizio troppo basso.
 

Tcollo

Membro Junior
Proprietario Casa
Ringrazio tutti per esservi presi la briga di aiutarmi, ma di certo per un principio, non ho idea d'intentar causa! Grazie.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
Certamente, tutto è stato documentato da un ingegnere e tecnico, quindi REGOLARE con le leggi!
se tu stessa dici che è REGOLARE non capisco da dove nascono le tue insoddisfazioni. Se nonostante i contatori dell'acqua calda la fornitura della stessa non viene addebitata a consumo, ma divisa in parti uguali, non devi far altro che alla prossima votazione per l'approvazione del bilancio voti contro, poi ti rivolgi ad un avvocato il quale comunicherà l'irregolarità all'amministratore e gli comunicherà la decisione di andare in Mediazione per regolarizzare la divisione di spesa. Riscontrando l'irregolarità è possibile che il Mediatore, su richiesta di uno dei richiedenti la Mediazione, appioppi le spese legali della controparte alla parte soccombente.
 

Dimaraz

Membro Storico
Proprietario Casa
Riscontrando l'irregolarità è possibile che il Mediatore, su richiesta di uno dei richiedenti la Mediazione, appioppi le spese legali della controparte alla parte soccombente
In una "mediazione" non vi è una parte "soccombente" e le spese sono compensate fra le parti.
Anche un Giudice di Primo grado diffilmente opta per un assegnazione diversa.
 

Luigi Criscuolo

Membro Storico
Proprietario Casa
In una "mediazione" non vi è una parte "soccombente" e le spese sono compensate fra le parti.
questo è il motivo per il quale l'Istituto della Mediazione alla fine viene rifiutato nelle sue conclusioni. Anche i Giudici di primo grado ed i Giudici di Pace nella prima udienza spingono per degli accordi di mediazione prima di entrare nella prosieguo dell' iter giudiziale. MA questi ultimi, dopo il fallimento della Mediazione, accollano sempre più spesso le spese di giudizio e legali alla parte soccombente.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve ho un problema molto grave; ho affittato ad una persona la mia abitazione come ospite dato che c’erano da fare del lavori avrei scalato sul mensile tutto i lavori effettuati in più ha lasciato 1000€ di cauzione ma dato che è entrato da soli 15 giorni ed ancora non ha pagato nessun affitto non ha residenza ed ha spaccato dei mobili buttandoli fuori casa ora come posso fare per mandarlo via???
Buongiorno, chiedo aiuto per il 730 precompilato riguardo la cedolare secca. Il locatore ha lasciato l'appartamento a fine maggio. Ho variato il periodo di pagamento adeguandolo ai 5 mesi di possesso. Tutto ok per i 5 mesi di cedolare 2019 ma nell'esito dei calcoli è sparito il saldo della cedolare 2018.Qualcuno può aiutarmi.
Alto