• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

celefini

Membro Attivo
Proprietario Casa
In un edificio di 3 piani, il piano terra è di mia proprietà ed è composto di 2 locali commerciali. Gli altri 2 piani, sono composti di 2 appartamenti per ogni piano. Verso la fine del 2010, dovendo provvedere a lavori di ristrutturazione dell'edificio, e non essendoci i calcoli delle tabelle millesimali, siamo ricorsi ad un tecnico il quale ha redatto i calcoli. Alla consegna dei calcoli sono rimasto letteralmente allibito. Praticamente secondo questo tecnico, a me toccherebbero i 460/1000 di tutto l'edificio. In poche parole, circa la metà dei lavori dovrei pagarli io. Naturalmente non c'è stato verso , nonostante le mie rimostranze, di far cambiare idea al tecnico e naturalmente agli altri condomini, i quali visto questo, non vogliono capirne di rettificarli. Perchè a me tocca quasi la metà. C'è qualcuno che mi possa aiutare a capire quale metodo è stato adottato. Grazie a tutta la comunità.
 

Andrea Sini

Membro dello Staff
Professionista
Beh, con questi elementi non è facile dare una risposta.
Ti posso dire che nel redigere le tabelle millesimali agli uffici ed ai locali commerciali generalmente viene attribuito un coefficente superiore a 1,00, questo per tener conto di un maggior utilizzo di parti comuni da parte degli utenti delle attività stesse.
Ora in un fabbricato di 3 piani, dove se i piani hanno tutti più o meno la stessa superficie, mi sembra strano che i millesimi del PT siano 460 quasi la metà.
Consultati un altro tecnico esperto in millesimi.
 

celefini

Membro Attivo
Proprietario Casa
Le superfici in questione sono tutte uguali, l'attribuzione dei 460/1000 è scaturito dall'utilizzo del coefficente di destinazione che è maggiorativo, ed uguale a 1,2. L'altra tesi sostenuta da questo tecnico, e che secondo lui il canone da me percepito dalla locazione è maggiore rispetto alle unità abitative, ma questo non trova riscontro nella normativa della legge. Grazie ancora
 

Andrea Sini

Membro dello Staff
Professionista
Un 20% in più per il commerciale mi sembra molto, almeno dalle nostre parti, non conosco il mercato locale.
In ogni caso 1/3 della superficie sono 333 + 20% = 399.6 forse ci sono altri coefficenti correttivi??
Io indagherei meglio...
 

Busolegna

Nuovo Iscritto
Se ti puo' consolare nei termini che mal comune è mezzo gaudio, nel palazzo dove abito io eretto 35 anni or sono a 25 km a nord-ovest di Milano, PT con negozio e 3 piani di appartamenti, all'esercizio è stato assegnato il coefficiente di maggiorazione = 1,80 confronto all'1,00 delle singole unità abitative.
 

adimecasa

Membro Storico
Professionista
i coefficienti possono variare in base al tipo di tabella millesimale da stilare, in mm. di pp., mm. riscaldamento., mm. delle scale e dell'ascensore, se non sei soddisfatto non accettare e fai fare un controllo da un tecnico, se riesci ad inserire qualche dato specifico, anche dal ns. forum potrài avere più risposte specifiche,;):daccordo::domanda:
 

salcompi

Nuovo Iscritto
Professionista
In un edificio di 3 piani, il piano terra è di mia proprietà ed è composto di 2 locali commerciali. Gli altri 2 piani, sono composti di 2 appartamenti per ogni piano. Verso la fine del 2010, dovendo provvedere a lavori di ristrutturazione dell'edificio, e non essendoci i calcoli delle tabelle millesimali, siamo ricorsi ad un tecnico il quale ha redatto i calcoli. Alla consegna dei calcoli sono rimasto letteralmente allibito. Praticamente secondo questo tecnico, a me toccherebbero i 460/1000 di tutto l'edificio. In poche parole, circa la metà dei lavori dovrei pagarli io. Naturalmente non c'è stato verso , nonostante le mie rimostranze, di far cambiare idea al tecnico e naturalmente agli altri condomini, i quali visto questo, non vogliono capirne di rettificarli. Perchè a me tocca quasi la metà. C'è qualcuno che mi possa aiutare a capire quale metodo è stato adottato. Grazie a tutta la comunità.
Condivido a pieno, si tratta di una usanza diffusa, a mio avviso priva di giustificazione.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Buona sera a tutti, volevo fare una domanda.
Volevo sapere se un bene bcnc può essere donato?
iole ha scritto sul profilo di Pignata.
ho letto che hai accatastato molte piscine, puoi inviarmi qualcosa iolebenevento@gmail.com?
Alto