1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ianez

    ianez Membro Attivo

    Avrei bisogno di un chiarimento. Il mio appartamento con annessa cantina è 19 millesimi, a uno stesso appartamento con cantina abusiva (appena scoperta in assemblea), si possono attribuire in + quanti millesimi ?ammesso sia possibile? grazie:rabbia:
     
  2. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La determinazione dei valori è un'operazione tecnica, che deve essere compiuta misurando la superficie reale di ogni unità immobiliare e ragguagliandola, in millesimi, al volume totale dell'edificio. Restano escluse dal calcolo parti esterne al fabbricato e non edificate [es. i giardini]. Nell'accertamento dei valori non si tiene conto dello stato di manutenzione di ciascun piano o porzione di piano.
    Il calcolo, di solito, viene fatto moltiplicando la superficie reale dell'appartamento per dei coefficienti di riduzione (o in qualche caso di aumento) che modificano i metri quadri in funzione dell'effettivo utilizzo della superficie dell'appartamento. Questi coefficienti di solito vanno da 0,20 a 1,20 e sono scelti dal tecnico sulla base della sua esperienza o rifacendosi a delle tabelle, in particolare alla circolare ministeriale n. 12480 del 26/3/1966 (che aggiorna e sostituisce la precedente n. 9400 del 1/7( se puoservirti) ciao;)
     
  3. ianez

    ianez Membro Attivo

    Chiarissimo...grazie mille.
    ciao:)
     
  4. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    grazie anche ate che scrivi. ciao;)
     
  5. ianez

    ianez Membro Attivo

    E allora ne approfitto; senti come prosegue la storia delle cantine ..... in assemblea l'amministratore conferma che il 50% di queste sono abusive da anni e che i millesimi sono ininfluenti. Sul verbale però niente di questo emerge,sottolinea però che chiederà il parere legale per stabilire come attribuire le spese per il cedimento di parte della pavimentazione. Detto ciò, ora ci sono tre schieramenti: gli abusisi (che stanno ben zitti perchè pensano di diventare proprietari o per condono o per usocapione), quelli che NON posseggono cantina (che non avendo proprietà sostengono di non creare danni e quindi di non dover pagare ne ora ne in futuro nulla) e noi poveri "fessi" proprietari, che da anni paghiamo per tutti. Insmma, un pasticcio....e se chiedessi ai Vigili del fuoco di fare un sopralluogo per mostrare il degrado del locale? Potrebbero stabilire se i locali abusivi arrecano pericoli per un eventuale incendio? questa infondo è la mia preoccupazione più grande :rabbia:!!!!!!!!! e ancora, si possono chiedere affitti di locazione?grazie ciao
     
  6. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    non devi chiamare i vigili del fuoco, devi chiamare l'uff d'igene.sele cantine sono del condominio
    debbono pagare l'affitto.
    ciao;)
     
  7. ianez

    ianez Membro Attivo

    ok!
    come scopro però quante sono le cantine abusive? secondo te l'amministratore me lo dice, visto che sta tentando d'insabbiare tutto? può rifiutarsi ? Nel frattempo gli indirizzerò una bella raccomandata di manleva da ogni responsabilità! che ne pensi? :domanda: ciao
     
  8. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    l'amm a il dovere di controllare quali sono le cantine.e riferirlo in assemblea.
    raccomandata? (si) per conoscenza.che esigi questo contrllo.ciao;)
     
  9. ianez

    ianez Membro Attivo

    grazie, farò così.
    ciao alla prossima!:)
     
  10. ianez

    ianez Membro Attivo

    buona sera a tutti, ho bisogno ancora di consigli....si è verificato un cedimento della pavimentazione nel corridoio che da accesso "anche" alla mia cantina. Dopo varie discussioni con l'amministratore, ancora oggi non è stato in grado di stabilire se il locale è proprietà comune oppure no. Comunque parere legale (senza alcuna perizia tecnica) : le spese di ripristino 2/3 ai proprietari delle cantine, 1/3 ai restanti condomini.
    iOggi il danno ammonta a poche centinaia di euro, ma se fosse di entità maggiore secondo voi è giusto che paghino solo coloro che in questo maledetto fondo posseggono la cantina? il parere legale senza perizia tecnica ha valore? nel fondo passano le condutture dei riscaldamenti, le fognature, le braghe e qunt'altro..potete darmi qualche consiglio su come comportarmi? grazie
     
  11. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    se le condutture sono condominiali egiusto 2/3 e 1/3
    perizia tecnica ha valore? per cosa?ciao;)
     
  12. ianez

    ianez Membro Attivo

    Per chiarire se proprietà comune e suddividere le spese su tutti i millesimi di proprietà! Se nel momento del cedimento mi fossi fatta male? Quali sono le responsabilità dei proprietari delle cantine? Il legale ha espresso un giudizio che ha rimesso al consenso unanime della prossima assemblea, quindi??????:domanda:
     
  13. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La sentenza rappresenta una vera e propria liberazione per quei condomini che per decenni hanno dovuto subire l'ingiustizia di pagare le spese anche per chi aveva ampliato o trasformato la propria unità immobiliare. Ma alcune domande le suscita.
    Anzitutto, la normativa sulla redazione delle tabelle millesimali non prevede soltanto espressioni matematiche ma anche valutazioni, sia pure frutto di esperienza e di professionalità. Inoltre, oggi la normativa appare alquanto lacunosa, tanto da essere integrata riferendosi alle circolari 12480/1966 e 2945/1993 del ministero dei Lavori pubblici.
    Sino ad oggi, infatti, l'azione di revisione è stata ammessa unicamente per i cosiddetti errori tecnici, purché non incidano sui cosiddetti coefficienti valutativi. Per esempio, a Milano il coefficiente di valutazione per i negozi era pari a due negli anni Cinquanta e oggi è pari a circa 1,2. Si tratta quindi di elementi che incidono fortemente sui calcoli ma che non rientrano nei limiti dell'articolo 69 delle disposizioni di attuazione.
    Da ultimo, va ricordato che l'amministratore, in assemblea, usa proprio le tabelle millesimali per stabilire le maggioranze. Se vengono cambiate ciò ha un effetto diretto su decisioni che non riguardano le spese ma anche, per esempio, la partecipazione a un contenzioso.
    porta questo in assemblea legge del 10 febbraio 2010 non serve più maggioranza in assemblea per modificare regolamento condominiale per mill cantina.ciao;)
     
  14. ianez

    ianez Membro Attivo

    ok, grazie
    ciao:D
     
  15. ianez

    ianez Membro Attivo

    ciao Nicoz,
    avvalendoci della legge che citi oltre alle tabelle millesimali per le cantine si possono modificare e regolamentare anche le deleghe per condomino?
    Mi spiego meglio : il nostro Regolamento al momento non prevede limiti, così il prediletto dell'amministratore si presenta ogni volta con 14.12.17 deleghe con conseguente potere decisionale.
    grazie
     
  16. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Condominio: un primo passo al “Limite all’incetta di deleghe”?
    Con la sentenza N. 10683 del 22/7/02 la Suprema Corte, contraddicendo, per certi versi, una sua pronunzia piuttosto recente, ha stabilito un principio generale sul conflitto di interessi in assemblea e ha riconosciuto, in concreto, la sussistenza in un caso particolare.
    In primo luogo, la S.C. ha riconosciuto, interpretando estensivamente l’art. 2373 (relativo alle società commerciali) che, qualora un condomino si trovi in una situazione di contrasto di interessi, il suo voto non vada computato e tale espressione parrebbe indicare non solo che il suo voto non sia “sommabile” a quello degli altri ma, addirittura, che dal totale millesimale del condominio vada sottratta la quota di millesimi relativa a colui o coloro in contrasto di interessi, principio di recente aberrato dalla stessa Cassazione (si veda Sent. 1201/02).
    Scendendo più nei particolari, la S.C. ha oggi stabilito il principio secondo il quale versi in una situazione di contrasto di interessi colui che si trovi in una situazione giuridica (anche solo virtuale) idonea a determinare che il potere deliberativo dell’assemblea sia esercitato dal condomino in contrasto con l’interesse collettivo, essendo lui portatore di un interesse personale.
    Sennonché, quale esempio di detta situazione, la decisione della S.C. porta il caso dell’amministratore di condominio il quale, delegato da un condomino (senza vincolo di manifestazione della scelta), voti nella stessa delibera nella quale viene decisa oltre la sua eventuale conferma alla carica, anche l’approvazione del consuntivo.
    E’ chiara l’importanza di questa sentenza per l’impatto che può determinare nelle assemblee condominiali di quegli stabili dove l’amministratore, magari approfittando di persone anziane o poco esperte in materia, operi quella che viene definita “l’incetta di deleghe” passando da porta a porta a richiedere ed ottenere la procura al voto che poi farà valere, si presume, principalmente a suo vantaggio personale.
    Sicuramente questa decisione non metterà la parola fine al malcostume di alcuni amministratori, in primo luogo in quanto la delibera che abbia raggiunto una maggioranza con le deleghe rilasciate all’amministratore non è nulla ma annullabile, per cui dovrà essere impugnata entro trenta giorni dal condomino assente o dissenziente, quindi in quanto è possibile che l’amministratore, come procede a farsi rilasciare la delega, così possa anche passare da porta a porta a farsi sottoscrivere un “vincolo al voto” a lui favorevole; questi tipi di problemi infatti (che solo a prima vista appaiono “di principio” in quanto le spese di amministrazione stanno cominciando a pesare, sul bilancio di alcune famiglie, in maniera anche drammatica) si risolvono con una effettiva presa di coscienza, con la divulgazione tra i proprietari della “cultura del condominio” e non con le decisioni delle Corti anche se, molto probabilmente, questa ultima pronuncia in argomento farà discutere, si prevede anche animatamente, nelle prossime assemblee.con magg 500/1- limite a deleghe ciao;)
     
  17. ianez

    ianez Membro Attivo

    ciao, sempre a proposito di queste famose deleghe..
    l'amministratore convoca l'assemblea inbucando nelle cassette personalmente l'invito quindi senza raccomandata A/R , è possibile invalidare le delghe date al condomino prediletto......potrebbe anche farsele in casa? con il bene placido dell'amministratore?!!
    esiste art di delle che regola questo argomento?
    grazie :basito:
     
  18. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ecco un fac-simile di delega per far partecipare un'altra persona all’assemblea. E’ consigliabile far deliberare all’assemblea che questo fac-simile debba essere unito alle convocazioni in sostituzione della “solita striscia di fine foglio” che solitamente l’amministratore predispone in calce alla convocazione stessa.
    ASSEMBLEA DEL CONDOMINIO
    Il/la sottoscritt_________________________________________________________
    quale proprietario/a dell’appartamento sito al piano ________ interno _______
    nel Condominio ______________, corrente in _______________
    alla via ______________
    DELEGA
    Il/la sig./sig.ra ________________________________________________________
    a partecipare in sua vece all’assemblea condominiale del Condominio _____________
    che si terrà in prima convocazione, il giorno _____________ alle ore _______________
    presso _____________________
    sito in __________________ alla via__________________________________________
    ed in seconda convocazione, il giorno _____________ alle ore _____________________
    presso _____________________
    sito in __________________ alla via________________________________________.
    La delega si intende conferita per entrambe le convocazioni
    Per i punti all’ordine del giorno il delegato dovra' cosi' votare :
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )

    il delegato dovra' altresi' farsi promotore delle seguenti proposte :

    __________________________________________________
    Luogo, data

    Firma
    delega da presentare in assemblea ,il presidente deve solo prendere questo tipo di deleghe.ciao;)
     
  19. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ecco un fac-simile di delega per far partecipare un'altra persona all’assemblea. E’ consigliabile far deliberare all’assemblea che questo fac-simile debba essere unito alle convocazioni in sostituzione della “solita striscia di fine foglio” che solitamente l’amministratore predispone in calce alla convocazione stessa.
    ASSEMBLEA DEL CONDOMINIO
    Il/la sottoscritt_______________________________________ __________________
    quale proprietario/a dell’appartamento sito al piano ________ interno _______
    nel Condominio ______________, corrente in _______________
    alla via ______________
    DELEGA
    Il/la sig./sig.ra __________________________________________________ ______
    a partecipare in sua vece all’assemblea condominiale del Condominio _____________
    che si terrà in prima convocazione, il giorno _____________ alle ore _______________
    presso _____________________
    sito in __________________ alla via__________________________________________
    ed in seconda convocazione, il giorno _____________ alle ore _____________________
    presso _____________________
    sito in __________________ alla via________________________________________.
    La delega si intende conferita per entrambe le convocazioni
    Per i punti all’ordine del giorno il delegato dovra' cosi' votare :
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )
    Punto n. __ ( favorevole – contrario – astenuto )

    il delegato dovra' altresi' farsi promotore delle seguenti proposte :

    __________________________________________________
    Luogo, data

    con la mag di1/3 di mill e 1/3 di teste, deliberare che l'amm non porti più deleghe ciao;)
     
    A ianez piace questo elemento.
  20. ianez

    ianez Membro Attivo

    ok, grazie e....Buon Anno:)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina