1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. dindi05

    dindi05 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Abbiamo delliberato lavori rifacimento pavimentazione dei box auto per 135.000 euro.
    Nel corso dell'ultima riunione, l'amministratore fa presente che i lavori hanno subito un aumento di 30.000 euro per problemi tecnici intervenuti. Di tale circostanza -a suo dire- non sono stati informati i condomini,in quanto tale difficoltà è stata riscontrata nel mese di agosto e buona parte dei condomini erano assenti per ferie. Sempre a suo dire,per evitare di interrompere i lavori ha contattato i consiglieri e si è fatta autorizzare l'ulteriore spesa.
    A me non sembra affatto una procedura corretta e le giustificazioni dell'amministratore non appaiono per nulla convicenti.
    Cosa posso fare in tale situazione?
    Vi ringrazio per l'aiuto.
     
  2. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dipende da quanto possono fare i consiglieri secondo il regolamento dal condominio e da cosa sia stato deliberato nel corso della assemblea che ha approvato i lavori.
    Solitamente i regolamenti di condominio più "moderni" prevedono che i consiglieri possano decidere autonomamente, ovvero senza il beneplacito dell'assemblea, di sostenere spese entro un determinato importo.
    Allo stesso modo l'assemblea, in fase di delibera di approvazione della spesa straordinaria può stabilire che i consiglieri possano approvare una spesa suppletiva in merito all'intervento approvato fino ad un determinato importo.
    Se nessuno dei due casi si verifica, i consiglieri hanno agito arbitrariamente aldilà dei loro poteri e quindi il nuovo preventivo va risottoposto all'assemblea per l'approvazione.
    Questo lo deve fare l'amministratore convocando, se necessario, un'assemblea straordinaria.
     
  3. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    I consiglieri non possono autorizzare alcun aumento della spesa deliberata, solo l'assemblea condominiale ha questa facoltà.;) Nessun regolamento moderno o antico :^^: può derogarvi.
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :daccordo: ci mancherebbe che i consiglieri potessero autorizzare spese condominiali a piacere, e poi un aumento di circa il 25% del preventivo deliberato, su quali spese specifiche si basa, quali inconvenienti ci sono stati, se non quelli di aumentare il preventivo emesso per aprendere il lavoro e dopo praticare l'aumento dei costi in corso d'opera, solo un nuovo appalto e vedere gli altri preventivi in assemblea non accettati e vedere i costi al momento che avete deliberato il previntivo ciao
     
  5. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sembra assurdo che alcuni soggetti autorizzino aumenti così costosi. L'amministratore ha fatto di testa sua e secondo me dovreste, quanto meno, ratificare con apposita assemblea quanto disposto. ovviamente potete anche rifiutarvi di farlo e citare l'amministratore in giudizio.
     
  6. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Allora specifichiamo meglio.
    Dei consiglieri e del consiglio di condominio non vi è traccia nel Codice civile, sicché la figura del consigliere può essere disciplinata solo dal regolamento condominiale. In proposito, molti regolamenti prevedono un organo (chiamato consiglio del condominio, consiglio di amministrazione o altro) e dettano la disciplina che lo riguarda, particolarmente per quanto concerne i compiti di assistere e controllare l'amministratore rispetto al suo mandato.
    In alcuni casi, senza intaccare le prerogative dell’amministratore e i suoi poteri né quelli sovrani dell'assemblea, l’assemblea stessa può prevedere una procura (eventualmente rafforzata da un contratto di mandato) ad un soggetto, magari condomino, per svolgere specifici atti che si ritengono eseguibili in maniera più consona dallo stesso anziché dall’amministratore. E' questo il caso del "mandato" ai consiglieri o a un consigliere per valutare una serie di offerte, per accettare o meno un preventivo con o senza maggiorazione, ovviamente specificando limiti e importi entro il quale il potere discrezionale del mandatario o dei mandatari è attuabile.
    Il tutto si attua, qualche volta, per evitare di riconvocare un'assemblea a fronte di minime variazioni di spesa su preventivi o varianti a lavori già deliberati.
    Ripeto ... SE ... il consiglio aveva un qualche mandato dell'assemblea o ... SE ... nel regolamento di condominio è specificato che il consiglio unitamente all'amministratore può deliberare spese sino a TOT nell'interesse dei condomini, allora il comportamento è lecito, altrimenti NO.
     
  7. dindi05

    dindi05 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    aumento lavori deliberati

    Innanzitutto ringrazio per le delucidazioni, ma voglio delineare meglio la questione. I consiglieri non erano facoltizzati nè dal regolamento, nè dall'assemblea che ha deliberato i lavori. Ho l'impresione (sono nuovo del condominio) che schermandosi dietro ai consiglieri (tutte persone anziane) l'amminisratore faccia quel che vuole. Nell'assemblea di qualche giorno fa - come detto - ha comunicato l'aumento dell'importo dei lavori,ma non ha messo all'approvazione la cosa, in quanto poi presenterà il consuntivo alla prossima assemblea. Ora, io chiedo il vostro aiuto su cosa posso fare per contestare il tutto. Premetto chee ho inviato comunicazione all'amministratore richiedendo il preventivo dell'epoca, la corrispondenza intercorsa fra la società che ha svolto i lavori, il ns. tecnico e l'amministratore relativamente alle circostanze che hanno determinato l'aumento dell'importo, e questa fantomatica autorizzazione dei consiglieri. Ho un termine da rispettare per eventuali azioni e che azioni posso svolgere?
    Vi ringrazio in anticipo per il prezioso aiuto che mi fornirete.
     
  8. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se è così, né l'amministratore né i consiglieri hanno la facoltà di autorizzare un aumento del costo dei lavori, cosa che può fare solo l'assemblea.
    Invia subito una raccomandata all'amministratore e per conoscenza ai consiglieri, diffidandolo dall'autorizzare indebitamente opere di importo superiore a quanto deliberato e invitandolo a convocare immediatamente un'assemblea straordinaria per sottoporre il nuovo preventivo all'approvazione dell'assemblea.
     
  9. dindi05

    dindi05 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    aumento lavori deliberati

    Perdonatemi, ho omesso la cosa piu' importante.
    I lavori sono stati gia' eseguiti. Nel corso dell'assemblea ci è stato comunicato che considerato i problemi intervenuti, il costo è lievitato di 30.000 euro e considerato che il tutto è avvenuto ad agosto l'amministratore dice che non è stato possibile informare i condomini ed ha proceduto con l'autorizzazione dei consiglieri. Afferma fra l'altro che non poteva interrompre i lavori.
    E' questo il motivo per il quale chiedo cosa posso fare.
    Vi ringrazio per l'aiuto.
     
  10. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se il Condominio ha approvato lavori per 135.000 euro mentre l'amministratore, senza convocare un'assemblea, ha fatto eseguire ulteriori lavori per 30.000 euro è chiaro che l'amministratore è andato oltre ai suoi poteri, anche perchè se questa ulteriore spesa riguardava interventi urgenti e improrogabili avrebbe dovuto farli ratificare appena possibile, senza rimandare il tutto alla presentazione del consuntivo. Però, visto che a quanto pare avete un tecnico (direttore dei lavori?) non sarebbe opportuno chiedere a lui spiegazioni sui problemi tecnici che hanno causato l'aumento dei costi? Se questi problemi ci sono effettivamente stati, se il fatto di interrompere i lavori poteva causare danni al Condominio e se il maggior costo è congruo rispetto ai maggior lavori eseguiti, mi sembra che l'operato dell'amministratore e dei Consiglieri possa essere stigmatizzato ma non del tutto condannato. Prima di procedere mi sembrerebbe utile quanto meno verificare gli aspetti suddetti, anche perchè se risultasse che non si poteva fare altrimenti l'assemblea potrebbe approvare il consuntivo e quindi ratificare il tutto e Dindi05 potrebbe ritrovarsi a combattere contro i mulini a vento, tanta fatica per non ottenere niente.
     
    A bolognaprogramme e mapeit piace questo messaggio.
  11. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sono pienamente d'accordo su quanto sopra. Litigare per questioni di principio non giova a nessuno. :daccordo:
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Il problema è un'altro, bisogna vedere che tipo di intervento è stato approvato per 135.000, 00 euro e per quali lavori? se si faceva una facciata del condominio non vedo opere prioritarie se invece si faceva la sostituzione del tetto le cose cambiano, gli imprevvisti ci possono essere e inderogabile, sempre però approvati dalla direzione dei lavori (vedi di spiegare quali lavori sono stati eseguiti fuori previntivo e se erano inderogabili, in seguito avrài più precisazioni in merito ciao:daccordo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina