1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Marrano

    Marrano Nuovo Iscritto

    Buongiorno, mi chiamo Pierluigi.
    E' un po' di tempo che leggo questo interessante forum e adesso avrei cortesemente bisigno di un parere per cui mi permetto di esporvi la questione.
    Mia moglie possiede un immobile in provincia di Brescia che per molti anni è stato locato come bar e, come spesso capita ha visto succedersi vari inquilini a seguito di cessione di azienda.
    L'ultimo inquilino ha acquistato l'avviamento dal precedente (ma non ha ancora finito di pagarlo) e si è intestato la licenza comunale stipulando un regolare contratto commerciale con mia moglie a settembre 2011. A gennaio 2012 l''inquilino ha smesso di pagare l'affitto e, dopo numerosi solleciti telefonici e via raccomandata a/r, ha detto che non ce la faceva più ed ha deciso di cessare l'attività depositando le licenze in Comune e firmando una liberatoria di cessazione anticipata del contratto e riconsegna dell'immobile vuoto entro il 1 giugno 2012 con riconsegna delle chiavi. Effettivamente se ne è andato ed ha riconsegnato le chiavi ma ha lasciato le attrezzature ed i mobili. Lo abbiamo sollecitato a portare via le sue cose (anche per iscritto) ma da allora è irreperibile. Avremmo anche trovato (miracolosamente) un nuovo inquilino per un alro genere di attività ed ovviamente ci serve il locale libero.
    Come possiamo fare:
    1) Vendiamo/regaliamo i mobili (di scarso valore) che sono stati "abbandonati" e quindi sono una res nullius;
    2) Dobbiamo fare un'azione legale per "obbligare" l'irreperibile a provvedere (come da impegno sottoscritto);
    3) Contattiamo il penunltimo inquilino che forse non è stato saldato e diamo tutto a lui (se lo vuole);
    4) Prendiamo in affitto un magazzino e traslochiamo i mobili sperando che un giorno si faccia vivo l'ex inquilino???

    Io propenderei per la 1) in quanto da un punto di vista contrattuale è tutto risolto e con la consegna delle chiavi siamo nel pieno possesso dell'immobile e sono trascorsi tutti i terminini e gli ultimatum inviati nelle missive. Non possiamo perdere ulteriormente restando ostaggio di un bancone e qualche tavolino che varranno si e no 2000 euro. Del resto abbiamo anche in sospeso 5 mesi (5000 euro) di canoni non pagati.
    Mia moglie teme un'azione legale da parte dell'ex inquilino; voi che ne dite?
    Scusate la lunghezza dell'esposizione ma ho cercato di essere chiaro; ringrazio tutti per la pazienza e per ogni parere.
    Saluti cordiali, Pierluigi
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La ipotesi 1 è la più veloce, facile e ovvia. I timori ci so0no sempre per tutto ma.....vediamo di analizzare la situazione:
    A) Chi ha detto che alla chiusura del contratto e riconsegna delle chiavi ci siano stati dei mobili? L'ex conduttore ha elementi comprovanti? Voi sgomberate i locali e fate ampio servizio fotografico dello stato in cui si trova il locale, sgombro, e anzi annotatevi tutti i danni che avreste preteso in caso normale di riconsegna, pitture, serramenti ecc.ecc.
    B) Se avete un magazzino in qualche casa, ammassate, temporaneamente, oppure cercate un "trocacose" che asporti il tutto e magari fatevi fare una ricevuta del realizzo.
    Il mancato canone per un riaffitto, probabilmente copre di gran lunga il valore della mobilia.
     
    A mapeit e massimo binotto piace questo messaggio.
  3. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo in pieno con quanto sopra anche perché, nell'ipotesi che il vostro inquilino sia fallito e che vi sia un curatore al quale è stata comunicata l'esistenza di beni mobili del fallito, questi potrebbe presentarsi nel vostro locale ad inventariare quanto contenuto e nominarvi custodi giudiziali delle cose affibiandovi così una bella "palla al piede" fino all conclusione della procedura.
    Invece, se trovasse i locali vuoti e nessuno sapesse che fine hanno fatto i mobili, se la prenderebbe con i falliti.
    Come dice Giacomelli, se non vi sono scritti che indichino ciò che c'è nei locali, disfarsene subito è la cosa più sensata.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina