1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Salve. Vorrei sapere se una badante comunitaria deve fare la dichiarazione dei redditi e, in caso affermativo, con quali modalità. In particolare vi chiedo: deve farla in Italia o nel suo Paese?
    Ringrazio tutti per le risposte che vorrete darmi.
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dipende da molti fattori e seguono il Modello Ocse per evitare la doppia imposizione fiscale.
    Le Convenzioni non sono tutte uguali, anche all'interno della Unione europea.
    La Convenzione disciplina le modalità di tassazione: a scelta, in un paese o nell'altro, in entrambi, in uno solo con riconoscimento di un credito per le imposte pagate nell'altro.
    Per avere una risposta valida per il tuo caso devi specificare il nome del Paese e andare a leggere la relativa convenzione con L'Italia.
    Per saperne di più, puoi leggere in questo link.
    Imposizione internazionale - 4 - Il modello di convenzione O.C.S.E. | Misterfisco
    SE la "tua" badante è rumena puoi leggere in quest'altro link.
    Google

    In genere il cittadino comunitario che si trova stabilmente in Italia per lavoro per un periodo superiore a 3 mesi deve richiedere l'Iscrizione all'Anagrafe del Comune e per poter lavorare deve richiedere il il numero di codice fiscale. Superando i 183 giorni di residenza nello Stato, si considera residente fiscalmente in tale Stato.
     
    Ultima modifica: 12 Aprile 2015
  3. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La badante è polacca e risiede in Italia.
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Riguardo alla tua domanda iniziale, lo straniero comunitario residente in Italia (> 183 giorni all'anno) come specificato sopra avrà gli stessi doveri di un cittadino italiano. Cud, Mod.730 o Unico se ha altri redditi o vuole far valere crediti d'imposta, deduzioni, detrazioni. etc.
    Ti allego un opuscoletto che affronta i problemi degli stranieri lavoratori in Italia.
    http://www.stranieriinitalia.it/news/fiscoita.pdf

    Accordo tra Italia e Polonia.
    Leggi in particolari gli articoli da n. 23 in poi.
    http://www.fiscooggi.it/files/immagini_articoli/fnmold/polonia-it.pdf
     
  5. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Quindi i doveri sorgono se la residenza ha luogo per più di sei mesi, giusto?
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sì, oltre quel numero di giorni si considera residente in Italia. Per periodi più brevi (non sapendo ancora se resterà o meno in Italia, il suo datore di lavoro le applicherà comunque le trattenute fiscali che, se rientrerà prematuramente nel suo Paese, potrà far valere come credito (o altra modalità a seconda della convenzione e/o della legislazione fiscale locale).
     
  7. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Grazie, Alberto. Prezioso come sempre.
     
  8. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ai fini delle imposte sul reddito sono considerati non residenti coloro che non sono iscritti nelle anagrafi comunali della popolazione residente per la maggior parte del periodo d’imposta, cioè per almeno 183 giorni (184 per gli anni bisestili), e non hanno, nel territorio dello Stato italiano, né il domicilio (sede principale di affari e interessi) né la residenza (dimora abituale). Se manca anche una sola di queste condizioni i contribuenti interessati sono considerati residenti.
    I non residenti che hanno prodotto redditi o possiedono beni in Italia sono tenuti a versare le imposte allo Stato italiano, salvo eccezioni previste da eventuali Convenzioni per evitare le doppie imposizioni stipulate tra lo Stato italiano e quello di residenza.
    No, il datore di lavoro nel caso in discussione non è un sostituto d'imposta.
     
  9. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dovere, specialmente con coetanei !
    Nel caso della badante hai ragione. Il datore di lavoro si limita a rilasciare una dichiarazione degli Emolumenti, la badante penserà all'autoliquidazione delle imposte.
     
  10. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    C'è un modulo ad hoc per questa dichiarazione? Grazie.
     
  11. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Puoi utilizzare questo schema (magari togliendo l'intestazione "Dichiarazione sostitutiva del C.U.D.", visto che il CUD è stato sostituito dalla CU):
     

    Files Allegati:

  12. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per @Un giocatore
    Attenzione all'ultima voce del Modello di Dichiarazione: TFR corrisposto,
    va indicato solo l'importo che è stato, eventualmente, effettivamente erogato nell'anno e NON quanto maturato. In sostanza vale il principio di cassa e non quello di competenza.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina