1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti!
    Sto per cominciare i lavori di casa e l'ingegnere che si occuperà della sicurezza del cantiere mi ha detto che è necessario (visto che faccio un secondo bagno e rifaccio quello esistente) che uno dei due bagni (il più grande) sia adatto a portatori di handicap, ovvero che ci siano 140 cm di spazio percorribile da una carrozzina ovunque (davanti ai sanitari) e che i sanitari stessi siano sospesi per la questione del predellino della carrozzina.
    E' davvero necessario? C'è una legge che obbliga a fare ciò? O ha interpretato male?

    Grazie!
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    C'è la Legge (per meglio dire il Il D.M. del 14 giugno 1989 - n. 236) ma è necessario che sia bene interpretata, per cui ti suggerirei di leggere questo;

    ....
    Appare evidente come a livello di normativa nazionale le norme tecniche riguardanti gli interventi e le progettazioni finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati residenziali o no e negli edifici di edilizia residenziale pubblica sono circoscritte nei casi esclusivamente di:
    - Nuova costruzione;
    - Ristrutturazione totale;
    Rimane un vuoto normativo riguardante le opere di
    - Manutenzione straordinaria
    - Ristrutturazione parziale
    - Restauro
    - Risanamento Conservativo
    Tale vuoto normativo di fatto esclude dall’obbligo di abbattimento delle barriere architettoniche una grande, se non la maggioranza degli interventi che vengono regolarmente effettuati sugli immobili esistenti.
    Daniele Tagliacozzo - Un cittadino al servizio della politica - Abbattimento barriere architettoniche
     
  3. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta! Quindi se io cambio finestre, pavimenti, impianti e faccio un bagno che prima non c'era, modificando parzialmente anche quello esistente, sto ristrutturando completamente o parzialmente? Si tratta comunque di un appartamento in condominio, non di una villetta!
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    è obbligo se i servizi sono adibito a luogo pubblico, per quelli privati per ora non serve l'abbattimento delle barriere architettoniche ciao
     
  5. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Va depositato in Comune, contestualmente al progetto dei lavori da eseguire,il progetto della adattabilità. Cioè si dimostra che con pochi limitati interventi non eccessivamente onerosi, nel caso vi debba risiedere un disabile , si possa adeguare quanto faccio oggi alle esigenze del disabile. ( porte, possibilità di manovra della carrozzella, spostamento del wc dalle pareti, piatto doccia a filo pavimento, ecc.). Ora non vi è alcun obbligo per l'alloggio privato di eseguire i lavori, però, non si sa mai, meglio progettare tenendo conto per un futuro ( larghezza porte e movimenti carrozzella)
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    per quanto so, se ristrutturi modificando la distribuzione e sopratutto modifichi il bagno, devi dimostrare l'adattabilità il che normalmente non è complicato: consiste nell'avere una porta di almeno 80cm e dimostrare la fruibiità del bagno come scrive raffaelemaria
     
  7. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Ma, a parte la legge del 1989 (che è da interpretare), c'è altro che lo dica?
    Anche perché, da quel che ho capito, i lavori sono classificabili come "edilizia libera", per cui non c'è DIA e penso nemmeno progetto da presentare..Quindi loro come fanno a vedere che c'è un piatto doccia non a filo pavimento e c'è una spallatura in muratura?
    Mi hanno detto anche che il problema è che l'ingegnere deve firmare un'asseverazione..e non firma ovviamente cose false (ci mancherebbe)!
     
  8. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Capito..quindi devo anche allargare la porta (è da 70!)!
    E ovviamente mi tocca mettere un piatto doccia sottilissimo o fare la doccia sul pavimento (un bagno di sangue in quanto a costi..). Oppure è possibile dire che in caso di necessità sostituirò il piatto doccia con uno a filo e abbatterò la spallatura (che sarà in cartongesso..)?

    Grazie mille delle vostre risposte, sono utilissime!!
     
  9. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Non devi fare ora queste opere.
     
  10. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Ok quindi, devo solo dimostrare che un giorno (in caso di necessità) farò queste cose. La porta posso anche allargarla in realtà, perchè tanto la devo spostare (quindi la chiudo e la riapro, lo spazio c'è).
    Ok Grazie a tutti!! Spero di non avere più dubbi!!
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il tecnico nella relazione deve dichiarare "l'adattabilità", che si è tenuto conto della possibilità di rendere il fabbricato completamente e agevolmente fruibile anche da persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale.
    Infatti nell'art. 3 (punto 3.4g) del D.M. 236/89, viene meglio specificato che negli edifici residenziali unifamiliari ed in quelli plurifamiliari privi di parti comuni, è sufficiente che sia soddisfatto il solo requisito dell'adattabilità.
    saluti
    jerry48
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    esatto
    in sostanza devi dimostrare che se un giorno, un disabile dovesse occupare l'appartamento, potrà, modificando solo i sanitari, usare correttamente il bagno e i suoi accessi, ovviamente, come scrive anche Jerry, l'adattabilità dovrà essere dimostrata per le anticamere, ecc.
     
  13. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    E una tramezza (in cartongesso) da abbattere è considerabile come un "adattamento"?
    A quali anticamere ti riferisci? Intendi ai vai passaggi per arrivare in bagno? (Nel mio caso non c'è antibagno, si entra dal corridoio direttamente
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Oltre al bagno ed alla larghezza delle porte le stesse devono devono essere manovrabili facilmente.
    Gli spazi antistanti e retrostanti il vano porta saranno complanari tra loro.
    I pavimenti saranno orizzontali e le soglie avranno lo spigolo arrotondato.
    Poi ci sono gli infissi (facilmente utilizzabili, con meccanismi facilmente manovrabili.
    Poi i terminali degli impianti, la cucina, balconi e terrazzi, percorsi orizzontali e larghezza dei corridoi, per l'accesso alle camere.
    Insomma un bel pò di roba da considerare.
    saluti
    jerry48
     
  15. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Non c'è da meravigliarsi se parte delle case costruite in italia è abusiva... queste regole sono assurde!!
    :shock:
     
  16. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Meglio essere in regola con le leggi che...abusivi!!!
    Sino a pochi anni fa ti ricordi che per gli handiccapati era problematico salire su un marciapiede e magari con mezza macchina parcheggiata sopra.
    saluti
    jerry48
     
  17. cerry83

    cerry83 Nuovo Iscritto

    Sono perfettamente d'accordo, ma qua si tratta di casa mia..non di un luogo pubblico. E' (a dir poco) una scemenza di legge!
     
  18. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Diciamo a tutt'oggi.
     
  19. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    cerry83 la normativa nazionale non parla di ciò, ma per quanto riguarda le barriere architettoniche si devono distinguere i 3 casi: (partendo sempre dal fatto che l'abbattimento delle barriere architettoniche è obbligatorio per edifici pubblici e privati, nuovi e di vecchia costruzione).
    1) accessibile, solitamente tutti gli immobili pubblici, qui non solo si devono rispettare misure minime nei corridoi come ingombri nelle finestre o nelle altezze dei corrimani ma si devono tener conto anche di handicap visivi (infatti) i cambi di livello devono essere realizzati con materiali diversi in modo tale anche da essere "percepiti" da persone cieche con i loro strumenti (bastoni ecc,..).

    2) visitabile, edifici che devono avere dei locali immediatamente accessibili a tutti come gli immobili adibiti al culto (nella parte dove vengono celebrati i culti) mentre nellla zona della sacrestia non viene richiesta l'accessibilità.

    3) l'adattibilità invece è per tutti i fabbricati privati o comunque quelli che non rientrano nelle prime due.
    il criterio dell'adattabilità prevede i fabbricati non siano immediatamente accessibili ma con minime trasformazioni il fabbricato diventi immediatamente accessibile.
    Sicuramente per essere adattabile i corridoi devono avere spazi di manovra tali da permettere manovre con carozzine, che oltre i 3 pian ci sia l'obbligo dell'ascensore o che in mancanza di esso ci voglia un montascale.

    Tuttavia il fatto che sia obbligatorio avere un bagno per portatori di handicap in una residenza privata è una cavolata grande come il mondo. Ciò dovuto anche al fatto che per essere bagno per handicap ci sono delle dimensioni ben specifiche (se non erro un 2x2) , con un maniglione lungo i bordi per permettere alla persona handicappata di sollevarsi dalla carrozzina e sedersi sul gabinetto.
    I gabinetti poi per invalidi sono particolari (più grandi del normale) ed anche come disposizione planimetrica. Anche la porta d'ingresso nei corridoi e nel bagno deve avere una luce interna di 90 cm per permettere il passaggio della carrozzina.

    Il fatto di avere sanitari sospesi non certifica assolutamente un bagno come adatto ad ospitare portatori di handicap.

    Scusa se sono stato un po vago ma la legge sulle barriere architettoniche è un pò lunga da descrivere e meriterebbe un thread a parte.....o cercato di riassumere velocemente i concetti principali.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina